Biscotti allo yogurt a forma di cuore

biscotti allo yogurt
Commenti: 0 - Stampa

Biscotti allo yogurt a forma di cuore. Cosa c’è di meglio di un dolce per stupire la persona che si ama a San Valentino? Nelle settimane che precedono la festa più romantica dell’anno sono letteralmente bombardata da richieste di consigli in merito.

Faccio il possibile per dare suggerimenti utili e il post di oggi è dedicato a uno di questi, a dei dolcetti speciali a forma di cuore!

I benefici dei Biscotti allo yogurt

Questi dolcetti, la cui preparazione è semplicissima, hanno tra gli ingredienti lo yogurt greco, che mi piace spesso includere nelle mie ricette. Perché? Prima di tutto perché è caratterizzato da un apporto proteico decisamente più alto rispetto allo yogurt tradizionale e, per contro, da un contenuto più basso di lipidi (il che è ottimo per chi vuole dimagrire).

Lo yogurt greco, ricchissimo di fermenti lattici vivi, è l’ideale per chi vuole tenere sotto controllo la regolarità intestinale.

Come non ricordare poi che, per via del processo stesso di produzione, è molto povero di lattosio, quindi perfetto per chi soffre d’intolleranza? Lo yogurt greco è davvero fantastico – mi sono dimenticata di dire che l’alto contenuto di proteine lo rende ottimo per gli sportivi – e proprio per la presenza di proteine lo utilizzo tantissimo!

Consigli per preparare la gelatina di albicocche

La gelatina di albicocche è un altro elemento dominante in questa ricetta. Il mio consiglio principale quando mi chiedono come prepararla al meglio è quello di scegliere albicocche belle mature.

C’è chi si ingegna a cercarla al supermercato – non sempre si trova – e chi sa che bastano davvero poche decine di minuti per prepararla in casa! Ci vogliono solo delle albicocche e un po’ di zucchero!

Questi biscotti a forma di cuore sono uno dei miei piatti forti a San Valentino. Sono fermamente convinta che puntando alla semplicità sia possibile raggiungere i risultati migliori.

Con questi biscotti centrerete l’obiettivo! Perché? Perché in pochi minuti riuscirete a portare in tavola una prelibatezza resa ancora più preziosa dall’incontro tra diversi sapori (pensate solo al mix tra il sapore corposo dello yogurt greco e la dolcezza della gelatina di albicocca).

Ovviamente anche l’estetica vuole la sua parte e vi assicuro che i dettagli come i chicchi di caffè fanno la differenza. Se non ci credete non vi resta che provare, ritagliandovi qualche minuto per organizzare una cena di San Valentino perfetta in ogni dettaglio, dall’antipasto… al dolce!

Ed ecco la ricetta dei Biscotti allo yogurt

Ingredienti per 2 persone

  • 100 gr biscotti di riso
  • 250 gr yogurt greco
  • 100 gr panna vegetale
  • 25 gr burro chiarificato
  • 100 gr gelatina di albicocche o arance
  • q.b. zucchero di canna bianco
  • 6 gr agar agar

Preparazione

Tritare i biscotti di riso e lavorateli con il burro fuso fino ad ottenere un composto compatto e malleabile che stendete sul fondo di stampini a forma di cuore imburrati.

Pressate bene il composto con le dita e con il dorso di un cucchiaio e metteteli in frigo a rassodare.

Fate intiepidire lo yogurt a bagnomaria e poi aggiungete l’agar agar . Mescolate fino a quando si scioglie, aggiungete lo zucchero e la panna ben montata. Versate il composto sulla base di biscotti di riso livellandola bene, e mettetelo in frigo a raffreddare per 4-5 ore.

Scaldate la gelatina e quando risulterà tiepida, prendete gli stampini dal frigorifero e distribuite uniformemente sulla cheescake livellandola.

Riponete in frigorifero per altre 3 ore. Al momento di servire sformate e decorate con una fogliolina di menta

5/5 (357 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Un brunch di San Valentino

Un brunch di San Valentino davvero originale

Proposte sfiziose per un San Valentino diverso dal solito Il brunch di San Valentino è un’idea per festeggiare la festa degli innamorati in modo diverso. Di solito, si predilige la classica cena...

Mini madeleine al pepe rosa

Mini madeleine al pepe rosa e cacao a...

Mini madeleine al pepe rosa e cacao, un dolce davvero speciale Le mini madeleine al pepe rosa e cacao sono un’ottima idea per San Valentino. L’impatto visivo, i colori (tendenti al rosa) e il...

croquembouche

Croquembouche, deliziosi bignè al caramello

Cosa sono i croquembouche? I croquembouche, osservati dall’esterno, assomigliano alla nostra pignolata, tuttavia dovrebbero essere associati più che altro ai celebri profiteroles. Si tratta,...

Tartare di bisonte con uova di quaglia

Tartare di bisonte con uova di quaglia, un...

Tartare di bisonte con uova di quaglia, un piatto di alta classe La tartare di bisonte con uova di quaglia è un secondo piatto raffinato, da sfoderare durante le occasioni speciali. Io lo...

Red Velvet al mais bianco

Red Velvet al mais bianco, torta per grandi...

Perché questa Red Velvet al mais bianco è diversa dalle altre? La Red Velvet al mais bianco e polvere di ibisco non è una torta come le altre, lo potete intuire dal nome. Certo conserva alcune...

Crostata con marmellata di arance e fragole

Crostata con marmellata di arance e fragole per...

Crostata con marmellata di arance e fragole, una combinazione suggestiva La Crostata con marmellata di arance, un dolce per tutti, Questa ricetta è stata preparata non solo perchè è squisita, ma...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


06-02-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti