Minestra di cicerchie e patate : vediamo la ricetta!

Minestra di cicerchie e patate

Minestra di cicerchie e patate : vediamo la ricetta!. Sia d’estate che d’inverno un buon pasto caldo e sostanzioso è sempre gradito. Tra i piatti più gustosi e apprezzati sicuramente ci sono le minestre, ideali per nutrirsi e scaldarsi con gusto.

Nella ricetta di oggi vi mostreremo come preparare un’ottima minestra di cicerchie e patate, uno dei piatti tradizionale della cucina umbro-marchigiana. Ma vediamo insieme alcune notizie importanti sui nostri ingredienti.

Le cicerchie: una miniera di nutrienti

Le cicerchie leguminose che ora non è difficile trovare in ogni ristorante, hanno  fatto a lungo parte della tradizione e dell’alimentazione contadina italiana. E’ uno dei legumi più antichi e più consumati dai nostri progenitori: se ne trovò traccia già in Mesopotamia più di 8000 anni fa.

Sono dei legumi particolarmente ricchi di proteine  molto simili ai ceci, ma con un sapore più delicato dal retrogusto dolce che ricorda quello dei piselli. Contengono vitamine del gruppo B, proteine, sali minerali, fibre e polifenoli. Sono inoltre una fonte di calcio e fosforo.

Minestra di cicerchie e patate

Passiamo alla ricetta!

In questa ricetta vi suggerisco di affiancare tale legume alle patate così da poter fondere insieme i due alimenti dando origine ad un piatto dal sapore davvero unico e gustoso.

Preparare questa zuppa è semplice e poco laborioso, bisogna però avere un po’di tempo per lasciare le cicerchie in ammollo con una puntina di bicarbonato per ridurne al minimo la tossicità: sono infatti necessarie quasi 12 ore.

Anche la cottura ad alta temperatura contribuisce a sconfiggere la potenziale tossicità della cicerchia.Il lungo ammollo e la cottura prolungata e ad alte temperature aiuterebbero perciò a rendere le  cicerchie più digeribili.

Questo piatto è ideale anche per chi è intollerante al glutine o per chi segue una dieta a base di legumi. Potete trovare facilmente  le cicerchie essiccate in tutti i supermercati e provare voi stesse la facilità di questa ricetta.

Adatta a grandi e piccini, la minestra di cicerchia e patate è un ottimo compromesso tra i piaceri del palato ed un’alimentazione sana ed equilibrata. Dopo aver assaporato questo piatto delizioso,  il famoso detto “O mangi questa minestra o salti dalla finestra” avrà sicuramente un solo esito…Ovviamente il primo!

Ed ecco la ricetta della Minestra di cicerchie e patate

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr. di cicerchia
  • 3 patate
  • 120 gr. di salsiccia
  • 60 gr. di passata di pomodoro
  • uno spicchio d’aglio
  • 1 scalogno
  • un gambo di sedano e una carota
  • 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • q.b. sale

Preparazione:

  • Ammollate la cicerchia per circa 12 ore con l’aggiunta di una puntina di bicarbonato. Sccolate e risciacquate accuratamente. Preparate le verdure (scalogno, carota, aglio e sedano) pelate e tagliate a dadini.
  • Fate leggermente soffriggere le verdure con un filo d’olio prima di unire le patate. Scolate la cicerchia e aggiungetela al soffritto.
  • Aggiungete la passata di pomodoro, la salvia e coprite il tutto con l’acqua.  Fate bollire per circa un’oretta a pentola coperta.
  • Nel frattempo spellate la salsiccia e versate in una pentola antiaderente senza condimento. Sgranate con una forchetta e lasciate cuocere per 5 minuti. Scolate la salsiccia dal grasso in eccesso.
  • A metà cottura aggiungete la salsiccia e verso la fine salate e se fosse necessario aggiungere altra acqua calda.
  • Versate in ciotole di terracotta e aggiungete un filo d’olio extra vergine. Si puo’ servire anche con dei crostini di pane e una spolverata di pecorino
  • Preparazione:: facile
  • Tempo di ammollo preparazione, cottura:  14 ore

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


11-11-2015
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti