bg header
logo_print

Crema di cicerchie al rosmarino, una vera bontà!

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Crema di cicerchia al rosmarino
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 12 ore 10 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
3.5/5 (11 Recensioni)

Dalla Puglia con furore arriva questo piatto meraviglioso dal sapore antico, caldo, avvolgente, squisito e nutriente: crema di cicerchie al rosmarino. Un caposaldo della cucina tradizionale pugliese e non solo, che affonda le radici in un passato che rischiamo di perdere e che, invece, è da tutelare e valorizzare.

Ricetta crema di cicerchie

Preparazione crema di cicerchie

Ammollate la cicerchia per 12 ore circa e fatela cuocere per circa 1 ora con il rosmarino fresco e un filo d’olio, quindi frullatela.

Fate rosolare in una casseruola con dell’olio l’aglio e il rosmarino in polvere .

Versate il passato di cicerchia, sistemate di sale e pepe. Proseguite fino a che sarà ben calda.

Servite questa crema con dei crostini che potete preparare velocemente tagliando a dadini delle fette di pane in cassetta senza glutine e fatti dorate in forno per qualche minuto

Ingredienti crema di cicerchie

  • 250 gr. cicerchie
  • 2 spicchi aglio
  • 1 rametto rosmarino
  • 1 cucchiaio rosmarino essiccato
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e pepe
  • q.b. crostini di pane consentiti

Origini, tradizioni e impieghi delle cicerchie in cucina

La cicerchia è un antico legume tipico del Sud Italia impiegato sin dalla notte dei tempi per la preparazione dei piatti tipici della tradizione rustica, povera e prevalentemente contadina. Essa abbonda di minerali, è ricca di proteine e funge da valido alleato per la salute di cuore, denti, ossa e muscoli. Il lsuo sapore è molto simile a quello dei ceci, ma più delicato.

Le cicerchie si prestano alla realizzazione di piatti caldi ed avvolgenti, squisiti e nutrienti. Questo caposaldo della cucina tradizionale pugliese affonda le radici in un passato antichissimo che rischiamo con il tempo di perdere e che, invece, è tutto da valorizzare. Per farlo, possiamo impiegare questi legumi in mille modi. Tra tutte le preparazioni possibili assolutamente da provare è la crema di cicerchie.

La semplicità non richiede mai troppi ingredienti

Le cicerchie, come d’altronde tutti i legumi, per poter essere utilizzate in modo corretto, richiedono una preparazione precisa, sia per quanto riguarda l’ammollo che la cottura. Questi accorgimenti servono per permettere di mantenere inalterato il gusto particolare e renderle ancora più digeribili. Il sapore già di per sé delicato delle cicerchie non richiede l’uso di particolari aromi che le enfatizzino. Un bel cucchiaio di olio extravergine di oliva potrà bastare.

Cicerchia

Le cicerchie possono anche essere cotte in maniera più veloce e pratica, per chi volesse evitare i tempi un po’ lunghi previsti con l’uso della pentola normale è consigliata la pentola a pressione. Questo metodo permette di ridurre in maniera significativa i tempi di cottura di questi legumi mantenendone inalterato il tipico sapore che li contraddistingue. È con questa tecnica, volendo, che si può preparare ad esempio anche una golosa minestra di cicerchie o una zuppa di cicerchie.

La grande versatilità in cucina delle cicerchie

Questo legume così antico funge anche da condimento per la pasta prestandosi esso tantissimo a fungere da ingrediente principale per preparare sughi e creme. Tra i migliori abbinamenti che meglio di altri sono in grado di esaltarne il sapore vi è quello con il tonno e con i funghi. Invece il formato di pasta che meglio si abbina alle cicerchie è indubbiamente quello delle tagliatelle, anche se risultano davvero ottimi anche i cavatelli.

Cicerchia è quindi sinonimo di semplicità in cucina da sempre sfruttata per la preparazione di piatti diversi da regione in regione. Tra i piatti più conosciuti ci sono le sagne con le cicerchie, diffuse soprattutto in Molise: una pasta simile alle tagliatelle condita appunto con una crema di cicerchie, per realizzare la quale è questo legume è abbinato a peperoncino e lardo. In Lazio piatto tipico è quello delle laine con le cicerchie, una pasta particolare molto simile alle lasagne.

Con questo legume viene prodotta anche la farina. La farina di cicerchia un valido sostituto della normale farina di grano nella produzione del pane o, perché no, di prodotti dolciari. Si segnala, infine, un indice glicemico piuttosto basso, il ché rende questo legume particolarmente compatibile con le diete a cui sono costretti i diabetici. La cicerchia, va detto, ha un problema, ossia i suoi semi sono parzialmente tossici se consumati in grandi quantità. Nella stragrande maggioranza delle persone la tossicità non produce effetti, ma alcuni individui potrebbero risentirne. Ad ogni modo, è sufficiente non esagerare con le quantità.

Mia sorella adorava la cicerchia e sono fortunata che mi ha fatto imparare a conoscerla.

Ricette creme ne abbiamo? Certo che si!

3.5/5 (11 Recensioni)
Riproduzione riservata

1 commento su “Crema di cicerchie al rosmarino, una vera bontà!

  • Mar 13 Nov 2018 | Zoe ha detto:

    Si davvero molto deliziosa anche senza frullarla

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchetti con gamberetti

Gnocchetti con gamberetti, un primo per la Festa...

Un condimento speciale per gli gnocchetti con gamberetti e zafferano Gli gnocchetti con gamberetti si prestano a condimenti di varia natura, ma reputo che il condimento proposto in questa ricetta...

Pici all’aglione

Pici all’aglione, un piatto contadino della cucina toscana

Come si prepara il sugo all’aglione Preparare il sugo per i pici all'aglione è davvero semplice, basta ricavare dal bulbo dell’aglio una certa quantità di spicchi (almeno uno a persona) e...

Zuppa di legumi con funghi e castagne

Zuppa di legumi con funghi e castagne, una...

Come scegliere i legumi La ricetta della zuppa di legumi con funghi e castagne è pensata per garantire ampia flessibilità nella scelta degli ingredienti. Di base potete utilizzare i legumi che...