Cocktail alla lucuma, un regalo dalla civiltà Inca

Cocktail alla lucuma
Commenti: 0 - Stampa

Cocktail alla lucuma, un regalo dalla civiltà Inca. Sabato pomeriggio e aperitivo casalingo da organizzare. Cosa preparare? Un ottimo cocktail! Se poi è anche salutare meglio ancora! Oggi voglio suggerirvi una ricetta che ha davvero tantissime proprietà benefiche per il corpo e che chiama in causa un frutto che arriva da lontano, ossia la lucuma.

La lucuma, un regalo dalla civiltà Inca

Le civiltà precolombiane ci hanno regalato tantissimi spunti dal punto di vista culinario. Alle popolazioni che vivevano nel continente americano prima dell’arrivo degli europei dobbiamo tantissimo. Il loro contatto quotidiano con la natura ha permesso infatti di sviluppare una sapienza che non ha eguali, e della quale raccogliamo ancora oggi i frutti. Uno di questi frutti – in ogni senso della parola – è la lucuma, che appartiene alla famiglia della sapotaceae.

Dal punto di vista fisico si presenta come un frutto dalla forma oblunga, con un sapore che, secondo alcuni, ricorda vagamente quello dello sciroppo d’acero.

La lucuma, che può raggiungere un peso non superiore ai 200 grammi, può essere consumata in vari modi, sia cruda sia cotta. In ogni caso, come vedremo assieme nelle prossime righe, rappresenta una soluzione caratterizzata da importanti proprietà, che le hanno fatto guadagnare l’appellativo di Oro degli Inca.

Cocktail alla lucuma

Lucuma, l’Oro degli Inca

Non è solo il colore giallo ad aver fatto guadagnare alla lucuma l’appellativo di Oro degli Inca, ma soprattutto le sue importanti proprietà curative. A cosa sono dovute? In primo luogo alla presenza di betacarotene, una sostanza che, come ben sa chiunque abbia un minimo di dimestichezza con le proprietà della frutta e della verdura, influenza in maniera decisiva la qualità della vista.

Come non parlare poi dell’importante quantità di vitamine del gruppo B e di sali minerali come il potassio e il calcio, fondamentali per reintegrare le energie in seguito a un allenamento particolarmente intenso, ma anche dopo una giornata faticosa. Perfetto per chi soffre di intolleranza al lattosio, il cocktail alla lucuma chiama in causa altri due ingredienti speciali come la banana e il cocco.

Dove potete trovare la lucuma, la cui polvere è ottima anche per sostituire lo zucchero (soluzione molto adatta a chi soffre di diabete)? In qualsiasi negozio che si occupa della commercializzazione di prodotti naturali. A questo punto non resta che mettersi all’opera con la preparazione del cocktail, non trovate? Vi assicuro che in pochi minuti porterete in tavola una delizia unica, che lascerà soddisfatti i vostri ospiti e che vi permetterà di servire qualcosa di davvero buono per la salute!

Ed ecco la ricette del Cocktail alla lucuma

Per 2/3 bicchieri

  • 2 frutti di lucuma
  • 1 banana
  • 200 ml di acqua di cocco

Preparazione

Lavate e pelate la lucuma. Tagliate a metà e togliete il grosso nocciolo.Pelate la banana. Tagliate a pezzetti la lucuma e a fettine la banana

Inserite nel bicchiere del frullatore la frutta e l’acqua di cocco ed azionate.

Servite con dei cubetti di ghiaccio

5/5 (504 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Te al crisantemo

Tè al crisantemo, una bevanda salutare dal Giappone

Tè al crisantemo, un tè diverso e dal sapore complesso Il tè al crisantemo è un tè diverso da quelli che siamo abituati a bere. Di fatto si tratta di una tisana dal sapore delicato, più che un...

Liquore alla menta

Liquore alla menta, un drink dal profumo intenso

Liquore alla menta, un liquore facile da fare in casa Il liquore alla menta segue il canovaccio di quasi tutti i liquori fatti in casa. Il procedimento è infatti simile. Si tratta di macerare in...

Acqua aromatizzata con lime e melissa

Acqua aromatizzata con lime e melissa, molto rilassante

Acqua aromatizzata con lime e melissa, una bevanda salutare L’acqua aromatizzata con lime e melissa è una bevanda che coniuga leggerezza, gusto e attenzione per la salute. E’ una ricetta molto...

verbena

La verbena, una pianta officinale dalle mille proprietà

Le principali caratteristiche della verbena La verbena è una pianta perenne appartenente alla categoria delle verbenacee, che si trova spesso allo stato selvatico ed ha dimensioni contenute (in...

Tisana alla verbena

Tisana alla verbena, una bevanda salutare e depurativa

Tisana alla verbena, altro che camomilla La tisana alla verbena è un’ottima bevanda facile da preparare, che offre molto in termini organolettici e nutrizionali. E’ una bevanda rilassante, come...

Bevanda alla melissa

Bevanda alla melissa, un cocktail analcolico per tutti

Bevanda analcolica alla melissa, una tisana simile ad un cocktail La bevanda alla melissa analcolica è un cocktail molto semplice da realizzare e in grado di regalare molto in termini di gusto e di...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


16-11-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti