Spaghetti quadrati con rigatino, fave e caciocavallo

Spaghetti quadrati con rigatino
Stampa

Un primo piatto sostanzioso con spaghetti quadrati con rigatino, fave e caciocavallo

Conoscete la ricetta degli spaghetti quadrati con rigatino, fave e caciocavallo? Se avete risposto di no, oggi ve la presento io! Sono molto curiosa di natura e questo è il motivo per il quale mi piace viaggiare e andare alla scoperta di nuovi posti, usi, costumi e persone, e mi piace conoscere nuovi cibi. Di recente ho partecipato a #Molise Calling ed è stato il mio primo viaggio in Molise e, in particolare, nelle zone di Termoli e Campobasso. Sono stati tre giorni molto intensi, in un susseguirsi di emozioni e di fascino… in questo posto dove il tempo pare essersi fermato e dove sopravvivono intatte alcune tradizioni secolari.

Al ritorno a casa non mi sono portata solo fotografie da guardare, ma tanti ricordi di persone straordinarie che amano la loro terra, di piccole realtà vive e pulsanti che credono nei loro prodotti di eccellenza e li usano come volano dell’economia locale. Anche questa ricetta fa parte dei miei ricordi.

Il Molise che ti conquista

Qui c’è arte, storia, cultura e ricchezza di prodotti enogastronomici ottenuti grazie a lavorazioni antiche che si tramandano da generazioni. Sono un tutt’uno e rendono questa terra ancor più straordinaria. Per non parlare poi dell’accoglienza, che è stata straordinaria da parte di tutti. Non dimentichiamo che l’accoglienza è l’essenza stessa dell’esperienza turistica e io, turista, giunta per la prima volta in Molise ne sono rimasta entusiasta. Tutti ci hanno aperto le loro porte, mostrandoci il meglio di loro e lo hanno fatto con profondo rispetto e passione.

Spaghetti quadrati con rigatino

E questo mi fa molto pensare e mi fa porre delle domande la prima delle quali è “Per quale motivo fino ad ora il Molise è rimasto nel “dimenticatoio”? #Molise Calling ha chiamato e io sono qua a dare delle precise risposte! Vi porto pertanto una ricetta particolare, quella degli spaghetti quadrati con rigatino, fave e caciocavallo. Una lavorazione particolare, ingredienti genuini, tradizione e passione sono i punti forti di questo piatto.

Da un punto di vista nutrizionale, si presentano come un primo molto sostanzioso, saziante e nutriente e carico di tutto quello che abbiamo bisogno: dai carboidrati alle fibre, dai grassi alle proteine, dalle vitamine ai minerali fino ad arrivare a fantastici antiossidanti.

Portiamo in tavola gli spaghetti quadrati con rigatino, fave e caciocavallo?

Sono davvero deliziosi sotto ogni punto di vista, in particolare per il sapore intenso e inebriante del rigatino. Per chi non lo conoscesse, è il rigatino non è altro che una speciale pancetta prodotta tipicamente in Toscana. Presenta una forma rettangolare e si prepara utilizzando la parte più grassa del maiale. Dopo la salagione di circa una settimana circa, vengono effettuate altre lavorazioni per poi passare al condimento e alla stagionatura.

Grazie al particolare condimento di questa speciale pancetta, gli spaghetti quadrati con rigatino, fave e caciocavallo acquisiscono un retrogusto di aglio, rosmarino, scorza di limone e di arancia… diventando ancor più speciali. Provare per credere… Fatemi sapere!

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr. di spaghetti quadrati La Molisana
  • 200 gr. di fave novelle fresche,sgusciate e sbucciate
  • 80 gr. di rigatino tagliato a cubetti
  • 80 gr. di caciocavallo La Fonte Buona
  • q.b. di olio extravergine d’oliva “Colle Impiso”
  • q.b. di sale rosa dell’Himalaja
  • q.b. di fiori di pepe di Szechuan

Preparazione

Nel wok fate rosolare il rigatino, quando è croccante aggiungete le fave sbucciate e pelate e fatele saltare qualche minuto: tenete conto che devono rimanere croccanti.

In una pentola con abbondate acqua bollente salate fate cuocere gli spaghetti quadrati, solateli al dente e fateli saltare nel wok con gli altri ingredienti.

Aggiungete il formaggio grattugiato,qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta e i fiori di pepe di Szechuan schiacciati.

Fate saltare la pasta per legare bene il condimento e servitela fumante.

Curiosità

I fiori di pepe di Szechuan hanno un aroma e un sapore unici,: non sono piccante o pungente, ma tendono al gusto di limone leggero e lasciano bocca un leggero senso di intorpidimento insieme e un senso leggermente piccante.

CONDIVIDI SU

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


11-07-2015
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti