Datteri ripieni di gorgonzola e noci come antipasto

Datteri ripieni di gorgonzola e noci come antipasto. Eh già, chi avrebbe mai pensato che frutti così piccoli potessero contenere tante proprietà benefiche? Stiamo parlando dei datteri. Essi nascono da una pianta originaria dell’Africa meridionale che, potendo vivere ben oltre trecento anni, arriva a produrre incredibilmente, nelle annate migliori, fino a cinquanta chili di datteri.

Sorprende per alcuni sapere che la pianta del dattero è proprio quella stessa palma che, nella tradizione cristiana, è divenuta simbolo di pace e di cui si fa largo utilizzo nei rituali tipici del periodo pasquale. Non è raro scorgerne qualcuna anche nel nostro territorio.

Cibo perfetto per giovani e neomamme

Tonificanti e rinvigorenti, i datteri sono largamente consigliati ad adolescenti e donne in fase di allattamento in quanto ricchi di potassio, più di quanto non lo siano le banane. Per lo stesso motivo sono adatti per la dieta anche di anziani non diabetici.

Il valore energizzante dei datteri è molto elevato, soprattutto se consumati freschi, mentre va a ridursi sensibilmente se sottoposto a processo di essiccazione, esattamente come ha luogo per l’apporto di vitamine, in particolare quelle dei gruppi A e B.

I datteri rappresentano un alimento molto energizzante e reintegrante dei sali minerali.

Ma, diciamo la verità, il consumo che ne facciamo è davvero molto contenuto: lo dimostra il fatto che appare timidamente nelle tavole degli italiani, nella maggior parte dei casi, solo in occasione delle festività natalizie. E’ un’abitudine questa radicata e difficilmente sradicabile, retaggio dell’attaccamento alla frutta tradizionale, soprattutto da parte dei più anziani.

I datteri riconquistano però a pieno titolo il loro ruolo nella preparazione di deliziosi piatti come la macedonia di datteri, mele e pere irrorati con zucchero e succo di limone.

datteri medjoul

Datteri ripieni di gorgonzola e noci : uno tira l’altro

Ingrediente ideale per molte preparazioni. Squisiti anche gli scones vegani, biscottini vegetariani fatti con farina di farro integrale, datteri ed uvetta, che si rivelano eccezionali per una colazione energetica.

I datteri sono largamente utilizzati nella cucina vegana proprio a motivo dell’alta concentrazione zuccherina in essi celata e che è in grado di conferire quel pizzico di energia che si richiede proprio a compensazione dell’assenza di altri ingredienti di origine animale.  Non mancano però preparazioni che vedono per protagonisti i datteri in associazione a formaggi.

E non è a caso, considerato che tale binomio risulta quanto mai perfetto al palato.Decisamente piacevoli, ad esempio, risultano i datteri ripieni di gorgonzola e noci.

Ingredienti per 4 persone (3 a testa)

  • 12 datteri Medjoul
  • 120 gr. di gorgonzola
  • 80 gr. di mascarpone
  • 6 gherigli di noce
  • q.b. sale

Preparazione

Lavate i datteri sotto l’acqua corrente, asciugate con della carta assorbente e incideteli per il lungo facendo attenzione a non rovinare il dattero. Estraete il nocciolo e allargate leggermente la cavità interna.

Versate in una ciotola gorgonzola con il mascarpone, e aggiungete un po’ di sale. Mescolate per bene da ottenere una crema morbida e omogenea. 

Con questa crema farcite i datteri e completate con un gheriglio di noce.  Disponete i datteri ripieni su di un piatto da portata e serviteli.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *