Torta paesana: una ricetta della tradizione

  • Porzioni per
    4/6 persone
  • Tempo di Preparazione
    3 Ore 30 Minuti
  • Tempo di Cottura
    1 Ora
  • Tempo Totale
    4 Ore 30 Minuti
torta paesana

Questa è la ricetta della torta paesana detta comunemente torta nera, torta al latte e nella forma dialettale “michelacc” ( pane e latte )  o ‘turta de lacc’.

Torta paesana, uno squisito dolce tipico della Lombardia! Per anni alla festa del paese andavamo a trovare la mia nonna. E immancabilmente era pronta una fetta di torta paesana. Ne ho fatti di anni senza nemmeno assaggiarla, facendola arrabbiare. Che stupida che sono stata!

Del resto piaceva a tutti meno che a me! Sto parlando di una torta tradizionale tipica di tutta la Brianza, da Monza fino alla sponde del lago di Lecco, che si usa portare in tavola in occasione della festa del paese. Che qui a Cavenago è la prima domenica di ottobre. Ma questa delizia è buona per ogni occasione!

Torta paesana: le caratteristiche

Si tratta di una ricetta contadina semplice, povera e di recupero. Ne esistono centinaia di varianti, a seconda del paese o addirittura delle differenti abitudini familiari. Cambiano gli ingredienti a seconda dei gusti, delle scorte in dispensa e appunto delle tradizioni di famiglia. Comunque la si può arricchire a piacere. Il latte è un protagonista. Ma l’importante è che conserviate del pane secco. Ricordatevi che per riciclarlo ci sono tantissimi modi, tra cui questa bontà che arriva da un lontano passato. Ovvero dalla povera tradizione paesana di una volta. La filosofia è proprio quella del riuso, caratteristica delle ricette popolari. Della serie non si butta via niente. Soprattutto se il cosiddetto avanzo può avere una seconda vita e generare un prodotto così interessante.

La storia che sfocia nella leggenda

Il dolce in questione è più di una semplice pietanza. Si tratta di un simbolo della Brianza a tavola, quella terra operosa, all’avanguardia in molti settori ma per fortuna ancora, in parte, legata alle proprie tradizioni. Anche culinarie. Difficile stabilire in quale paese o zona di questo territorio sia nata. La leggenda narra che una moglie, stanca delle intemperanze del marito, abbia inventato di punto in bianco la torta paesana per addolcirlo. Utilizzando ciò che aveva in casa, ovvero pane vecchio bagnato nel latte. Insaporito da cacao, uvetta e pinoli. La Torta piacque a tal punto che la famiglia decise di regalarla a tutto il paese. Piacque a tutti. Da qui il nome di torta paesana.

Torta paesana: i consigli

Questo dolce richiede una lunga cottura. Chi lo prepara, nella maggior parte dei casi, la cuoce in forno. Poi per contraddistinguerla dalle altre, può succedere che si mette una sorta di firma, scrivendo sulla torta il proprio nome. In modo da essere sicuro di ritirare la propria. Durante la cottura delle torte il loro adorabile profumo invade le vie adiacenti alla bottega del fornaio. Di questa torta è possibile preparare anche la versione per intolleranti al lattosio. Utilizzando appunto un latte privo di tale allergene.

Ingredienti per 4/6 persone

  • 1 lt latte Accadi
  • 3 michette o altro pane raffermo senza glutine
  • 200 gr amaretti
  • 2 cucchiai zucchero canna
  • 50 gr cacao amaro
  • 50 gr uvetta sultanina
  • 50 gr pinoli
  • 50 gr burro chiarificato
  • 2 uova
  • 1 limone
  • q.b. noce moscata
  • q.b. sale

Procedimento

  1. Mettere il pane raffermo a pezzi in una ciotola e farlo ammollare nel latte per circa 3 ore.
  2. Mescolare energicamente il pane con le uova, lo zucchero, il cacao, e un pizzico di sale.
  3. Aggiungere quindi gli amaretti sbriciolati, il burro fuso, l'uvetta precedentemente ammollata e ben sgocciolata, i pinoli, la scorza del limone grattugiata e un pizzico di noce moscata.
    Amalgamare bene tutti gli ingredienti
  4. Accendere il forno e portarlo a una temperatura di 180°
  5. Imburrare uno stampo rotondo e versarvi il composto ben amalgamato, decorare la superficie con qualche pinolo e mettere la torta nel forno già caldo per un'ora circa .

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *