bg header
logo_print

Torta paesana: tradizione tramandata dalle nonne

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Torta paesana
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Cucina regionale
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 3 ore 20 min
cottura
Cottura: 1 or
dosi
Ingredienti per: 6 persone
Stampa
Array
3.2/5 (17 Recensioni)

Torta paesana, uno squisito dolce tipico della Lombardia! Per anni alla festa del paese andavamo a trovare la mia nonna. E immancabilmente era pronta una fetta di torta paesana. Ne ho fatti di anni senza nemmeno assaggiarla, facendola arrabbiare. Che stupida che sono stata!

Del resto piaceva a tutti meno che a me! Sto parlando di una torta tradizionale tipica di tutta la Brianza, da Monza fino alla sponde del lago di Lecco, che si usa portare in tavola in occasione della festa del paese. Qui a Cavenago di Brianza è la prima domenica di ottobre. Ma questa delizia è buona per ogni occasione!

E’ conosciuta con vari nomi: torta nera paesana, torta di latte, torta di pane, torta paciarella, papina, michelacc ovvero torta pane e latte.

Ricetta torta paesana brianzola

Preparazione Torta paesana

Come fare la torta paesana? Per preparare la torta paesana la prima cosa da fare è scaldare il latte con lo zucchero e una volta in leggera ebolizzione spegnete. Rompete il pane raffermo a pezzi e fatelo ammollare per circa 2 ore nel latte. Lasciate raffreddare mescolando di tanto in tanto fino a portarlo a temperatura ambiente.  Mettete in ammollo l uvetta per 15 minuti in acqua tiepida.

Preriscaldate il forno a 180 gradi. Sbattete leggermente le uova con una frustina. Versate in una ciotola capiente e aggiungete il cacao amaro, il sale e le uova amalgamate energicamente aiutandovi con una spatola.

Aggiungete quindi gli amaretti sbriciolati, il burro fuso, l’ uvetta strizzata, i pinoli, la scorza del limone grattugiata e un pizzico di noce moscata. Amalgamate  nuovamente tutti gli ingredienti

Imburrate e infarinate uno stampo rotondo di 24 cm di diametro e versarvi il composto , decorare la superficie con qualche pinolo e mettere la torta nel forno già caldo per 60 minuti circa. Fate la prova stecchino per verificare la cottura altrimenti prolungate per altri 5 minuti.  Se avanza, non fatevi problemi, è buona anche il giorno dopo.

Ingredienti Torta paesana

  • 1 lt latte intero ocnsentito
  • 300 gr. di pane raffermo consentito
  • 200 gr di amaretti
  • 2 cucchiai di zucchero semolato o di canna
  • 55 gr cacao amaro
  • 50 gr uvetta sultanina + 50 gr pinoli di cedro
  • 50 gr burro chiarificato
  • 2 uova
  • 1 limone
  • q.b. noce moscata
  • un pizzico di sale

Torta paesana brianzola: le caratteristiche

Si tratta di una ricetta contadina semplice, povera per riutilizzare il pane secco. Per preparare la torta paesana esistono centinaia di varianti, a seconda del paese o addirittura delle differenti abitudini familiari. Cambiano gli ingredienti a seconda dei gusti, delle scorte in dispensa e appunto delle tradizioni di famiglia. Comunque la si può arricchire a piacere. Alcuni fanno la torta paesana senza uova. Il latte è un protagonista della torta paesana di pane raffermo. Ma l’importante è che conserviate del pane secco. Ricordatevi che per riciclarlo ci sono tantissimi modi, tra cui questa bontà che arriva da un lontano passato. Ovvero dalla povera tradizione paesana di una volta. La filosofia è proprio quella del riuso, caratteristica delle ricette popolari. Della serie non si butta via niente. Soprattutto se il cosiddetto avanzo può avere una seconda vita e generare un prodotto così interessante. Alcuni aggiungono pezzettini di arancia candita.

Torta paesana

La storia che sfocia nella leggenda

Il dolce in questione è più di una semplice pietanza. Si tratta di un simbolo della Brianza a tavola, quella terra operosa, all’avanguardia in molti settori ma per fortuna ancora, in parte, legata alle proprie tradizioni. Anche culinarie. Difficile stabilire in quale paese o zona di questo territorio sia nata. La leggenda narra che una moglie, stanca delle intemperanze del marito, abbia inventato di punto in bianco la torta paesana per addolcirlo. Utilizzando ciò che aveva in casa, ovvero pane vecchio bagnato nel latte. Insaporito da cacao, uvetta e pinoli. La Torta piacque a tal punto che la famiglia decise di regalarla a tutto il paese. Piacque a tutti. Da qui il nome di torta paesana.

Torta paesana della Brianza: i consigli

Questo dolce richiede una lunga cottura. Chi lo prepara, nella maggior parte dei casi, la cuoce in forno. Poi per contraddistinguerla dalle altre, può succedere che si mette una sorta di firma, scrivendo sulla torta il proprio nome. In modo da essere sicuro di ritirare la propria. Durante la cottura delle torte il loro adorabile profumo invade le vie adiacenti alla bottega del fornaio. Di questa torta è possibile preparare anche la versione per intolleranti al lattosio. Utilizzando appunto un latte privo di tale allergene.

Ricette tipiche lombarde ne abbiamo? Certo che si!

3.2/5 (17 Recensioni)
Riproduzione riservata

2 commenti su “Torta paesana: tradizione tramandata dalle nonne

  • Mer 26 Ott 2022 | Luisa ha detto:

    Lo zucchero di canna mia mamma non l’ha mai usato

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...