Confettura di more, un pieno di nutrienti

  • Porzioni per
    4 barattoli
  • Tempo Totale
    5 Ore
confettura di more

Dovete provare a fare questa deliziosa confettura!!

La bontà della confettura di more

Ecco cosa abbiamo preparato con le more che io e Paolo abbiamo raccolto oggi: la confettura di more. Credo che siano proprio le ultime per quest’anno. Mi spiace per la mia nipotina che ogni volta che andavamo nell’orto in questi giorni ci faceva la merenda… La temperatura e il sole del mese d’agosto hanno prodotto delle more belle mature, dolci e succose e la confettura è venuta veramente buona e squisita.

Sono sicura che anche voi riuscirete a fare la stessa cosa, seguendo le giuste indicazioni e facendo una buona raccolta di frutti freschi e, se ci riuscite, anche selvatici. Si tratta di frutti di bosco dotati di un sapore coinvolgente e di notevoli proprietà benefiche. Scopriamone qualcuna…

Quello che (forse) non sapevate sulle more…

Esistono tanti tipi di more, di colore rosso o nero, di gelso o di rovo. Queste ultime sono quelle che crescono spontaneamente in tutta l’Europa e, certamente, sono quelle che avrete assaggiato più spesso nella vostra vita e che magari userete per la preparazione della vostra marmellata. Saranno genuine e gustose anche quelle biologiche del supermercato, ma quelle che si raccolgono in campagna e nei boschi, sono decisamente ancor più deliziose! Non credete?

Questi piccoli frutti sono ricchi di acqua,  proteine, fibre e zuccheri naturali. Ci offrono una buona dose di beta-carotene, ferro, calcio, manganese, potassio, zinco, magnesio, fosforo, selenio, rame e vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, C, E, K e J. Grazie a questi componenti e nutrienti, anche la confettura di more acquisisce un ottimo valore nutrizionale e ci regala numerosi benefici per l’organismo. A questo proposito, è utile sapere che questo dolce frutto di bosco è dotato di proprietà antiossidanti, antitumorali, diuretiche, dissetanti, idratanti, depurative, cicatrizzanti, digestive e antireumatiche.

Secondo le ricerche, queste bacche sono ottime per ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e prevenire le malattie cardiovascolari, promuovono principalmente la salute del cervello (in particolare stimolando le funzioni cognitive e la memoria, ritardando e rallentando l’invecchiamento del sistema nervoso), delle ossa, dell’apparato digestivo e del sistema immunitario.  Grazie ad un valido contenuto di acido folico (vitamina B9), le more sono perfette alleate persino delle donne che stanno affrontando una gravidanza.

Ecco i miei consigli la preparazione della confettura di more

Siete pronti per portare in tavola la nostra semplice ricetta? Se avete risposto sì, ricordate che quando andrete a raccogliere o a comprare le more, dovrete assicurarvi che siano mature al punto giusto e di un intenso e lucido colore nero. Se fossero ancora acerbe, presenterebbero un sapore troppo acidulo e provocherebbero un effetto astringente dopo il consumo.

Naturalmente, non dovranno neanche essere troppo mature e, se andate a raccoglierle in natura, puntate su luoghi poco esposti allo smog. A questo punto, è il momento di fare una scorta di questi deliziosi frutti. Siete pronti per portare in tavola una gustosa, invitante, rinfrescante e nutriente confettura di more? Certamente non ve ne pentirete… Conquisterà tutti, adulti e bambini!

Ingredienti per 4 barattoli

  • 1 kg more
  • 350 gr zucchero di cocco
  • 1 limone

Procedimento

  1. Per prima cosa raccogliete le more e lavatele. Passatele con il passaverdure per togliere i semini.

    Prendete un tegame che le contenga tutte e aggiungete lo zucchero e il succo del limone, mescolate bene, coprite e lasciate riposare un paio d'ore.

  2. A questo punto mettete il vostro tegame sul fuoco al minimo della fiamma. Continuate a bollire per 1 ora e mezzo circa girando frequentemente fino a che la confettura non si condensa.

    Per capire quando la marmellata è pronta basta metterne  un po’  su un piatto,  inclinarlo e vedere come scivola via. Deve avere consistenza e non scivolare via velocemente.

    Metterla nei vasi quando è ancora calda e chiudere ermeticamente quando si sarà raffreddata. Una volta chiusi i barattoli, capovolgeteli e lasciate raffreddare la marmellata in questa posizione. Quindi conservate in luogo fresco e asciutto

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *