Trota salmonata alla grappa, una pietanza sana e deliziosa

A Taste of Milano abbiamo avuto il piacere di partecipare a qualche laboratorio (Chef’s secret) seguiti da chef importanti e preparati e uno di quelli che mi ha soddisfatto di più è stato quello in cui ci hanno fatto preparare questa trota salmonata alla grappa.

Si tratta di una pietanza davvero sopraffina, adattissima agli intolleranti al lattosio e ai celiaci. Mi piace l’idea di parlarvene anche perché la trota è caratterizzata da proprietà benefiche davvero interessanti. Vogliamo vederle assieme?

Le staordinarie proprietà della trota

Questa trota salmonata alla grappa è un vero concentrato di benefici. Ricordarli significa partire dalla presenza di principi nutritivi molto importanti, ossia le proteine. Quelle della trota sono caratterizzate da un notevole valore biologico. Un altro aspetto sul quale è bene soffermarsi quando si parla dei benefici della trota è la presenza di minerali come il ferro e il potassio.

Il primo costituisce un principio nutritivo fondamentale per chi vuole prendersi cura della salute delle ossa. Le proprietà della trota salmonata non finiscono certo qui. Per elencarle in maniera completa bisogna infatti ricordare anche l’efficacia antiossidante, dovuta alla presenza di carotenoidi.

Queste sostanze determinano il particolare colore rosa di questo pesce. Il consumo di trota salmonata è particolarmente consigliato a chi deve seguire una dieta ipocalorica. Per dare qualche numero specifico in merito, è utile ricordare che 100 grammi di trota salmonata contengono circa 148 calorie, il che è ottimo anche perché si tratta di un alimento praticamente privo di carboidrati.

Di trote salmonate ne esistono diverse varietà. Una delle più pregiate è senza dubbio la trota fario, molto diffusa nei laghi alpini.

Grappa di Gewuerztraminer, un trionfo di piacere sensoriale

A rendere ancora più speciale questa ricetta ci pensa la grappa di Gewuerztraminer. Se non l’avete mai gustata questa è una fantastica occasione per provarla, credetemi sulla parola. Si tratta infatti di una grappa monovitigno, che si contraddistingue per il profumo intenso. In generale, scoprire questa grappa significa fare una meravigliosa esperienza sensoriale.

L’equilibrio unico permette di apprezzare una sensazione gustativa estremamente armonica. Adesso non resta che mettersi alla prova in cucina. Vi garantisco che i vostri ospiti rimarranno estasiati davanti a questo piatto, che rappresenta un vero e proprio trionfo di gusto e salute.

Vi do la ricetta cosi come ci è stata data. Potete così seguire direttamente i consigli di un grande chef, portando in tavola un piatto che, vi assicuro, conquisterà i vostri ospiti al primo assaggio.

Marinate il filetto di trota salmonata in zucchero e sale per 24 ore. Quindi lavatelo e affumicatelo per circa 30 minuti con legno di melo. Spruzzate il filetto con della grappa di Gewuerztraminer.

Per la mousse di rafano mettete in infusione della radice di rafano grattugiata nella panna e filtrate nel mascar­pone e in altra panna semi montata. Tagliare a fette il pane di segale, sistemate una fettina di trota e con un sac a poche mettere della mousse di ra­fano. Rifinite con alcune gocce o una spruzzata di Grappa Gewuerztraminer.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *