logo_print

Pere al cioccolato, un pieno d’affetto!

Pere al cioccolato
Stampa

Pere al cioccolato, un pieno d’affetto!. Dicono che se mangi il cioccolato hai bisogno di affetto. Ebbene oggi ne avevo bisogno in quantità industriale e mi sono fatta queste deliziose pere al cioccolato.

La  pera è un frutto conosciuto da tutti, è uno dei primi frutti che si dà ai bambini durante lo svezzamento poiché è molto dolce e succoso. In realtà non è un vero frutto, ma un pomo. E’ il prodotto dell’albero del pero, appartenente alla famiglia delle Rosaceae, originario dell’Europa sud orientale e dell’Asia occidentale. Vi sono moltissime specie, sono ricche di zucchero semplice, il fruttosio e di altre sostanze benefiche, quali il potassio, la vitamina C, le pectine e anche sostanze antiossidanti.

La raccolta delle pere si fa da giugno ad ottobre  e per tre o quattro mesi dopo la raccolta, si conserva perfettamente al freddo, questo è il motivo per cui troviamo le pere quasi tutto l’anno. Si può consumare cruda al naturale oppure cotta e serve anche all’industria alimentare che la trasforma in succhi di frutta, marmellate e omogeneizzati.

Esistono innumerevoli varietà di pere, ognuna con caratteristiche proprie che le contraddistinguono. Quando si acquistano devono essere molto sode, la buccia non deve presentare grinze o ammaccature e il picciolo deve essere turgido e ben attaccato al frutto. Conviene comprare le pere acerbe e farle maturare a casa, poiché è un frutto delicato che si ammacca facilmente una volta maturo.  In cucina se ne fanno tanti usi.

Nei dolci viene usata nell’impasto o in superficie come decorazione e nei crumble. Nei salati è ottima abbinata ai formaggi dai gusti decisi. La pera è un frutto altamente digeribile, diuretica e leggermente lassativa e la ricchezza di fruttosio che viene digerito indipendentemente dall’insulina, ne rende adatto il consumo anche a chi soffre di diabete.

Ottime anche nei regimi dietetici dimagranti, poiché hanno un potere saziante per l’alto contenuto di fibre  unito ad un basso apporto di calorie, solo circa 30 Kcal ogni 100 g. Una curiosità: per farle maturare velocemente basta metterle in un sacchetto di carta che manterrà il giusto grado di umidità senza causare muffe e marciume, cose possibili se le pere saranno conservate in sacchetti di plastica che non fanno traspirare i frutti.

Tutto il cioccolato fondente puro, teoricamente, dovrebbe essere senza lattosio, ma consiglio sempre di leggere bene l’etichetta perché in alcune marche è possibile trovare tracce di lattosio dovute al processo di lavorazione

Ecco la ricetta delle Pere al cioccolato

Ingredienti per 4/6 persone

  • 8 pere Martin
  • 50 gr panna Accadi
  • 200 gr cioccolato fondente

Preparazione

  • Mettete le pere, intere, in una casseruola, coperte di acqua e zucchero e fate bollire a fuoco molto lento per circa 3 ore, con la casseruola coperta. Scolate e lasciate raffreddare.
  • In un pentolino fate scaldare la panna e quando bolle spegnete il fuoco. Aggiungete il cioccolato a pezzi e fatelo fondere continuando a mescolare.
  • Disponete le pere intere in tazze, bicchieri larghi e bassi o su un piatto di portata e versatevi sopra la crema di cioccolato ottenuta.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


10-06-2013
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti