bg header
logo_print

Mozzarella in carrozza una delizia per il palato

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Mozzarella in carrozza
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 25 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4/5 (2 Recensioni)

Mozzarella in carrozza una delizia per il palato.  I cultori dell’arte culinaria si sono sempre divisi in mille cor­renti di pensiero. l’adozione di un particolare modo di cucinare anziché di un altro, oltre a in­durre più o meno piacevoli sen­sazioni al palato, è un’importan­te scelta di vita, considerato che il tipo di alimentazione scelto in­fluisce anche sullo stato di be­nessere del nostro organismo.

Ricetta mozzarella in carrozza

Preparazione mozzarella in carrozza

Preriscaldate il forno a 200 gradi. Per preparare la mozzarella in carrozza iniziate a rifilare le fette di pancarré per eliminare la crosta. Sgocciolate, tamponate per bene e affettate la mozzarella e distribuitela sulle fette di pane. Coprite con le fette di pancarré ed esercitate una pressione col palmo della mano per compattate i tramezzini.

Sbattete le uova in un piatto con un pizzico di sale, adagiate all’interno i tramezzini e girateli un paio di volte in modo che assorbano uniformemente l’uovo, anche sui bordi. Passate i tramezzini nel pangrattato ricoprendoli accuratamente

Foderate una teglia con carta della carta forno e adagiate i tramezzini. Cuocete in forno per 15/ minuti circa. A cottura ultimata, sfornate e servite ben calde e filanti.

Ingredienti mozzarella in carrozza

  • 8 fette di pancarré consentito
  • 1 mozzarella di Bufala da 250 gr
  • 3 uova
  • 100 g di pangrattato consentito
  • un pizzico di sale

Di questa ricetta ne avevo sempre sentito parlare da mia sorella M.Grazia che faceva sempre questo piattino a mio nipote che ne va matto. In un’occasione mi sono impegnata anche io per cercare di emulare la mia sorellona e ho provato a cucinare la famosissima mozzarella in carrozza. E’ venuta buona e mio nipote l’ha divorata, forse per rispetto e per amore non ha detto nulla,  ma non sono riuscita a raggiungere il mitico risultato di Mary….. sarà per la prossima volta!

E’ una ricetta tipica della cucina campana e laziale, molto facile e veloce da cucinare. Servono pochi ingredienti facili da reperire. Si tratta di due fette di pane che racchiudono delle fette di mozzarella. Vengono prima impanate, poi passate nell’uovo e poi fritte. Nella ricetta originale è prevista la frittura ma noi l’abbiamo cotta in forno. Nasce come piatto di riciclo per recuperare il pane raffermo e trasformato in una ricetta attuale e ricercata negli street food locali.

La mozzarella in carrozza e Ladri di Biciclette

Il cinema italiano ha regalato al mondo una serie di opere d’arte incommensurabili, e “Ladri di Biciclette” del 1948, diretto dal grande Vittorio De Sica, è senza dubbio uno dei più iconici. Il film, che racconta la disperata ricerca di un uomo per recuperare la sua bicicletta rubata, essenziale per il suo lavoro, è un profondo commento sulle sfide economiche e sociali dell’Italia del dopoguerra.

Oltre alla potente trama e alle straordinarie performance degli attori, “Ladri di Biciclette” è anche un’immersione nella cultura e nelle tradizioni italiane. Una delle scene più toccanti del film si svolge in una trattoria, dove il protagonista Antonio porta il figlio Bruno. Qui, i due ordinano una mozzarella in carrozza, un classico piatto della tradizione napoletana.

La scena non solo sottolinea l’importanza del cibo nella cultura italiana, ma anche il contrasto tra la semplicità di un pasto e la complessità delle sfide della vita. Mentre Antonio e Bruno si deliziano con la mozzarella in carrozza, si sentono momentaneamente lontani dai loro problemi. Il piatto diventa un simbolo di comfort e di momenti felici condivisi tra padre e figlio.

La mozzarella in carrozza, con il suo esterno croccante e il cuore filante di mozzarella di bufala, rappresenta la ricchezza e la profondità della cultura gastronomica napoletana. Ingredienti semplici come pane, uovo e farina vengono trasformati in un piatto delizioso che ha attraversato generazioni.

Nel film la mozzarella in carrozza non è solo un pasto: è un simbolo di speranza, di momenti di pausa dalla dura realtà, e della profonda connessione tra cibo, cultura e emozioni.

Mozzarella di Bufala La Perla del Mediterraneo: Un’opzione lattosio-free per gli intolleranti

L’intolleranza al lattosio è una condizione che affligge molte persone, limitando le loro scelte alimentari e impedendo loro di godersi molti piatti tradizionali. Tuttavia, l’innovazione nel settore alimentare ha portato allo sviluppo di prodotti lattiero-caseari adatti a chi soffre di questa intolleranza. Uno di questi prodotti è la mozzarella di bufala “La Perla del Mediterraneo”, una soluzione ideale per chi desidera gustare la tradizione culinaria italiana senza preoccuparsi del contenuto di lattosio.

La “La Perla del Mediterraneo” ha rivoluzionato il mercato dei prodotti caseari grazie alla sua mozzarella di bufala praticamente priva di lattosio. Mentre una mozzarella tradizionale può contenere quantità significative di lattosio, questa mozzarella specifica ne contiene solo un centesimo. Questa caratteristica la rende perfetta per chi ha carenze di enzima lattasi, permettendo loro di godere dei piatti tradizionali senza preoccupazioni.

Il piatto classico della mozzarella in carrozza, con il suo cuore filante e il suo esterno croccante, è una delle delizie della cucina napoletana. Grazie a prodotti come la mozzarella di bufala “La Perla del Mediterraneo”, ora anche coloro che soffrono d’intolleranza al lattosio possono assaporare questa delizia. Questa mozzarella innovativa consente di preparare la ricetta tradizionale mantenendo l’autenticità del piatto, ma rendendolo adatto a una gamma più ampia di consumatori.

L’evoluzione nel settore alimentare apre nuove possibilità e rende la gastronomia italiana accessibile a tutti. La mozzarella di bufala “La Perla del Mediterraneo” è un esempio lampante di come l’innovazione possa incontrare la tradizione, garantendo che nessuno debba rinunciare ai piaceri della tavola a causa delle proprie intolleranze. La nostra ricca tradizione culinaria può ora essere condivisa e apprezzata da un pubblico ancora più vasto, grazie a soluzioni come queste.

Mozzarella in Carrozza senza glutine: una scelta gustosa e sicura per i celiaci

Amanti della mozzarella in carrozza, ecco una variante deliziosa e sicura per chi soffre di celiachia o desidera ridurre il consumo di glutine. Grazie all’uso della farina di riso, questo piatto tradizionale diventa accessibile a tutti, mantenendo tutto il suo sapore originale.

Perché la Farina di Riso? La farina di riso è una fantastica alternativa al frumento e ad altre farine contenenti glutine. Naturalmente priva di questa proteina, è ideale per chi ha intolleranze o per chi semplicemente vuole variare la propria dieta. Non solo, la farina di riso è ricca di proteine di ottimo valore biologico e minerali essenziali per il nostro benessere, come il magnesio, il ferro e lo zinco. Se si opta per la farina di riso integrale, si beneficia anche delle fibre e di un maggior numero di nutrienti, in quanto non viene sottoposta a processi di raffinazione che potrebbero comprometterne le proprietà benefiche.

mozzarella in carrozza friggitrice ad aria

Cottura in Friggitrice ad aria: rapida e meno grassa

La mozzarella in carrozza preparata con farina di riso può essere cotta in maniera innovativa e più salutare grazie alla friggitrice ad aria. Questo metodo di cottura, infatti, permette di ottenere un risultato croccante e dorato, simile alla frittura tradizionale, ma con un notevole risparmio di olio. Il processo è semplice: una volta impanata la mozzarella, inseritela nel cestello della friggitrice e cuocetela a 170° per circa 10 minuti. Ricordate di girarla a metà cottura per assicurarvi una doratura uniforme su entrambi i lati.

La mozzarella in carrozza senza glutine è un piatto che combina tradizione e innovazione, rendendo questo delizioso antipasto accessibile anche a chi ha specifiche esigenze alimentari. Grazie all’uso della farina di riso e alla cottura in friggitrice ad aria, si può godere di un piatto gustoso, nutriente e leggero.

Ricette facili e veloci ne abbiamo? Certo che si!

4/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gamberi alla catalana

Gamberi alla catalana, un piatto di pesce ricco...

Catalana di gamberi: un’insalata più che un secondo Come ho già accennato, i gamberi alla catalana (o catalana di gamberi che dir si voglia) hanno tutto l’aspetto di un’insalata, infatti...

Involtini di melanzane ripieni

Involtini di melanzane ripieni: un piatto leggero e...

Quale ripieno usare per gli involtini di melanzana? Il vero punto di forza di questi involtini di melanzane è il ripieno. Esso è realizzato con formaggio caprino fresco, pinoli e pomodori secchi....

Pizza ciambella con prosciutto

Pizza ciambella con prosciutto: una ricetta che stupisce

Il prosciutto cotto, un insaccato che va oltre i pregiudizi La pizza ciambella con prosciutto è un piatto molto diffuso, dunque la presenza del famoso affettato in questa ricetta non stupisce....