Zuppa di lenticchie rosse

Tempo di preparazione:

Come il forno a microonde, la pentola a pressione accorcia i tempi di cottura degli alimenti consentendo al contempo preparazioni più leggere e più sane. Nonostante sia presente sul mercato da molti anni, il suo uso non è molto diffuso, probabilmente perché non se ne conoscono bene i pregi e la semplicità d’utilizzo. Il primo indiscutibile vantaggio è il dimezzamento dei tempi di cottura, molto apprezzato dalle donne che lavorano con sempre meno possibilità di preparare pietanze che richiedono una lunga cottura.

Per esempio, si può preparare il brodo di carne in 20-25 minuti, il bollito in 40-45 minuti, le patate e le carote in 15 minuti, i fagioli secchi in 45 minuti. Innegabile anche il conseguente risparmio di combustibile, dato che è possibile mantenere in ebollizione la pentola con una temperatura limitata. Importanti anche i vantaggi nutrizionali: le vitamine, i sali minerali e gli altri principi nutritivi normalmente distrutti dalle lunghe cotture, restano perlopiù inalterati quando la cottura è rapida. Inoltre, il sapore è più intenso perché resta all’interno della pentola e non viene sprigionato nell’aria.

L’acqua bollendo può raggiungere la temperatura massima di 100°C oltre la quale è impossibile salire anche se si aumenta la potenza del calore. Ma se l’acqua viene fatta bollire in un recipiente chiuso ermeticamente in modo che il vapore interno non fuoriesca, la pressione nel recipiente sale e aumenta anche la temperatura dell’acqua che può arrivare fino a 110-125° (contro i 100° delle cotture tradizionali). In questo modo la cottura è più veloce e uniforme grazie al vapore che avvolge i cibi e che deve essere del tutto bloccato all’interno senza trovare alcuna via d’uscita.

Ecco perché le pentole vengono realizzate in acciaio inossidabile o in alluminio pesante e sono fornite di un doppio o triplo fondo rinforzato con rame o leghe di rame e argento. Ma la parte più importante della pentola a pressione è il coperchio che deve avere un dispositivo per la chiusura ermetica e una guarnizione di gomma che gli permetta di aderire perfettamente ai bordi della pentola. Fondamentale la valvola del coperchio attraverso la quale viene fatto uscire il vapore eccedente quando è stata raggiunta la pressione massima. li sibilo provocato dalla fuoriuscita del vapore segnala che l’ebollizione è iniziata e che occorre ridurre al minimo la potenza del fuoco. Da questo momento in poi si comincia a contare il tempo di cottura.

In genere, sul coperchio si trova anche una seconda valvola di sicurezza chiusa con un tappo di gomma: se la pressione interna diventasse eccessiva, il tappo verrebbe spinto via dal vapore che troverebbe così una possibilità di sfogo supplementare.

Quasi tutti i modelli di pentola a pressione hanno un cestello che permette di cuocere i cibi a vapore sospesi sull’acqua in ebollizione senza alcun contatto con essa. Alcuni modelli, inoltre, possono avere una suddivisione interna in modo da consentire la cottura contemporanea di due cibi diversi. Le misure delle pentole possono variare da una capacità di cinque litri fino a nove litri.

Un’ottima zuppa di lenticchie per le calde serate invernali!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr. di lenticchie rosse secche;
  • 1 scalogno;
  • 1 gambo di sedano;
  • 1 foglia di alloro;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 1/2 bicchiere di vino rosso;
  • olio extravergine d’oliva
  • 2 dadi per brodo.

Per l’accompagnamento: 120 g di crostini senza glutine e parmigiano reggiano 48 mesi grattugiato quanto basta.

Preparazione

Lasciate ammorbidire le lenticchie in abbondante acqua appena tiepida per una notte, poi il mattino seguente eliminate le lenticchie che saranno venute a galla e scolate bene le altre.

Tritate ora lo scalogno, lo spicchio d’aglio e il sedano e fate leggermente soffriggere il battuto con tre cucchiaiate d’olio e una foglia di alloro dentro alla pentola a pressione scoperta. Unitevi poi le lenticchie, fatele insaporire per alcuni minuti nel condimento, rimescolandole. Bagnatele quindi con il vino rosso, lasciate che quest’ultimo evapori. Completate con circa un litro e tre quarti di acqua o brodo. Chiudete ermeticamente la pentola a pressione e calcolate il tempo di cottura (40 minuti) a calore moderato.

Trascorso questo periodo di tempo spegnete il fornello, lasciate raffreddare il coperchio ermeticamente chiuso sotto il getto dell’acqua fredda, poi aprite il recipiente ed estraete la foglia di alloro.

Distribuite la zuppa nelle singole fondine e servite, a parte, i crostini e il parmigiano reggiano grattugiato.

Condividi!

Un commento a “Zuppa di lenticchie rosse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *