Il sale, importante imparare ad usarlo

Il sale, importante imparare ad usarlo e dosarlo. Il nostro organismo, per mantenersi in vita e in buona salute, ha bisogno giornalmente di una certa quantità di circa 15-20 grammi in media). Tale è la quantità di sale che noi eliminiamo ogni giorno con le urine e col sudore e che dobbiamo perciò rimpiazzare con l’alimentazione.

La funzione principale è quella di trattenere l’acqua nei tessuti: se si considera che siamo fatti di acqua per 1’85%, risulta evidente !’importanza del cloruro di sodio per la nostra salute.

Ha altri importantissimi compiti, fra cui quello di fornire il cloro per la formazione dell’acido cloridrico del succo gastrico.

La presenza di sale da cucina negli alimenti in giusta quantità stimola inoltre le funzioni digestive, la secrezione della bile e l’assorbimento delle proteine e dei grassi. Un’alimentazione mista fornisce generalmente una quantità superiore al fabbisogno giornaliero di cloruro di sodio: questo però può variare secondo le condizioni ambientali e l’attività dell’organismo.

Il sale, importante imparare ad usarlo

La grande importanza  come alimento e condimento ha fatto passare in second’ordine le altre numerosissime applicazioni di questa preziosa sostanza. In medicina esso entra a far parte di purganti, di antidoti contro contro veleni industriali (nitrato di argento) e d soluzioni fisiologiche, da iniettare endovena in caso di collasso.

Nell’industria alimentare occupa un posto preminente nella conservazione di carni, pesci e insaccati. La salatura, infatti, impedisce la putrefazione degli alimenti ostacolando lo sviluppo dei batteri e assorbendo l’acqua delle fibre alimentari. Le sostanze da conservare, quindi, rimangono, per così dire, prosciugate dal sale che le circonda. Gli alimenti conservati sotto sale (prosciutto, lardo, merluzzi, aringhe, acciughe, carni, verdure in salamoia, ecc.) sono molto saporiti e nutrienti, ma vanno usati con molta moderazione per l’effetto irritante che il sale a lungo ì dare può provocare sull’apparato digerente e renale.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *