Minestra Mulligatawny, un delizioso primo anglo-indiano

Tempo di preparazione:

I pregi di questa zuppa sono tanti: è veloce da preparare, poco calorica, versatile e buonissima!

Questo è un piatto anglo-indiano molto simile a una zuppa. La cremosità e la dolcezza di una zuppa non può che farci tentare anche questa combinazione. La sua traduzione sarebbe « brodo di fuoco ».

La ricetta originale della minestra Mulligatawny utilizza anche una miscela di aromi pestati nel mortaio, che sono più o meno quelli che compongono il curry; ma ogni cuoco indiano prepara questa miscela con una sua personale scelta di aromi. Per la stessa zuppa si può usare anche un brodo di verdura e carne, in luogo di quello di pollo. La zuppa risulterà piuttosto cremosa.

Io la mangio bollente e con tanti crostini di pane.

La minestra Mulligatawny per tutti

La ricetta della minestra Mulligatawny che vi propongo oggi è adatta anche ai celiaci per via della presenza d’ingredienti come la farina di riso. Questa farina gluten free, molto utilizzata in cucina come addensante, si contraddistingue per la presenza di vitamine del gruppo B, utili per la salute delle ossa. Da non trascurare è anche il contenuto di vitamina E, che la rende congeniale dal punto di vista antiossidante, quindi ottima per la prevenzione dell’invecchiamento cutaneo.

Viva il sedano, ortaggio diuretico e amico dell’apparato digerente

Tra gli ingredienti della minestra Mulligatawny che meritano di essere citati per via delle loro proprietà benefiche è presente il sedano. Ortaggio tra i più sani, è caratterizzato da un importante potere diuretico. Questo accade grazie al notevole contenuto di acqua ma anche per via della presenza di oli essenziali che favoriscono la vasodilatazione dei vasi ematici dei reni, contribuendo all’espulsione dell’urina.

Assumere sedano aiuta tantissimo la salute dell’apparato digerente. Questo ortaggio protegge infatti la mucosa gastrica inibendo la produzione di acidi. Tutto ciò è un innegabile vantaggio per chi tende a soffrire di gastriti e ulcere.

Le proprietà del sedano sono davvero speciali! Ricordarle significa fare riferimento anche ai benefici dei suoi semi. Il loro comportamento è molto simile a quello dei semi di finocchio. Assumerli significa facilitare notevolmente i processi digestivi, ma anche contrastare lo stress, soprattutto se li si consuma sotto forma d’infuso.

Ora non resta che cimentarsi con la preparazione di questa zuppa, ovviamente dopo aver raccolto anche gli altri ingredienti, tra i quali è presente il curry che, grazie alla presenza del curcumino, è un ottimo alleato dell’apparato digerente.

Personalmente amo esplorare le tradizioni culinarie del mondo e devo dire che sono proprio felice di proporvi questa ricetta che, vi assicuro, farà un’eccellente figura!

Ingredienti per 4 persone:

  • mezzo pollo,
  • 60 g di burro chiarificato,
  • 2 cipolle piccole,
  • 1 cucchiaino di farina di riso,
  • 1 porro,
  • 2 costole di sedano,
  • 3 chiodi di garofano,
  • 1 cucchiaino di curry,
  • q.b. sale,
  • 1 foglia di alloro,
  • 1 dI di latte di cocco (oppure 40 gr. di noce di cocco grattugiata),
  • 1 cucchiaino di mandorle,
  • 40 gr. di riso.

Preparazione

Sventrate e fiammeggiate il pollo, tagliatelo a pezzetti e fatelo rosolare in una casseruola di terracotta insieme con 40 g di burro, le cipolle tritate, la parte bianca del porro e le costole di sedano, entrambi tagliati finemente. Spolverizzate con la farina, unite i chiodi di garofano, il curry e due litri di acqua; salate e aggiungete la foglia di alloro.

Fate cuocere per 2 ore abbondanti, a fiamma bassa. Trascorso questo tempo, togliete il pollo dal recipiente e fate restringere di almeno un terzo il brodo di cottura, tenendo la fiamma viva. Nel frattempo, staccate la polpa del pollo dalla carcassa e tagliatela a pezzetti piccolissimi, dopo aver tolto la pelle. Passate la zuppa al frullatore, in modo da ottenere un composto omogeneo; quindi rimettetela nel recipiente e unitevi i dadini di pollo, il latte o la noce di cocco e le mandorle tritate grossolanamente.

Lessate il riso in acqua bollente salata, con l’aggiunta di una noce di burro, per 18 minuti; scolatelo, sgranate lo con una forchetta e conditelo con un’altra noce di burro. Unitelo quindi agli altri ingredienti e fate cuocere tutto insieme per pochi minuti. Servite ben caldo.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *