Trota all’arancia, la buona cucina conquista tutti

Trota all’arancia
Stampa

Trota all’arancia, la buona cucina conquista tutti. Febbraio è arrivato e alcuni non vedono l’ora che arrivi la festa degli innamorati, San Valentino. Sarà, come sempre, una delle occasioni per mettersi ai fornelli e forse sperimentare qualcosa di nuovo.

Volete organizzare una bella serata con l’intenzione di conquistare il tuo lui o la tua lei, oppure semplicemente rafforzare un vecchio legame? Non è obbligatorio andare al ristorante per San Valentino. Molte coppie, soprattutto quelle più adulte e con famiglia, potranno decidere di passare la loro festa degli innamorati proprio a casa. Ma allora che cucini lui o lei c’è un menù che certamente potrete seguire per festeggiare questa festa che va bene sia per le giovani coppie che per le coppie di lunga durata

La cena è un punto importante per iniziare, perchè dicono che chi ben comincia è a metà dell’opera…………..

Ecco alcuni consigli.

  • Non preparate piatti troppo elaborati o piccanti ed bandite l’aglio dal menù: potrebbe rovinare la la digestione
  • Cercate di capire quali sono i suoi piatti preferiti e se ha delle intolleranze o allergie.
  • Non preoccupatevi se non siete abilissimi in cucina.  Scegliete piatti semplici e andrete sul sicuro.
  • Organizzatevi prima cosi da non dover passare troppo in cucina tra una portata e l’altra
  • Preparate in frigo due bottiglie di vino in modo da non dover cambiare e soprattutto non eccedete. Meglio rimanere lucidi e presenti tutta la sera
  • Tovaglia bianca elegante per la tavola
  • Bicchieri e posate raffinati, anche se economici ma che simulino nell’apparenza quelli preziosi.
  • Due o tre rose rosse.
  • Candele rosse profumate da poter poggiare a terra.
  • Uno stereo ed un Cd con le vostre canzoni o con canzoni d’amore classiche.
  • Un abito elegante secondo i suoi gusti

Non vi resta che organizzarvi e sicuramente avrete la vostra cena romantica a lume di candela che non avrà nulla da invidiare a nessuno………………. Mi racconterete!

Ingredienti per 4 persone

  • 1 trota salmonata del peso di circa I kg
  • 2 arance rosse
  • 3 cucchiai di panna consentita
  • 1 cucchiaio di timo tritato
  • 20 gr. di burro chiarificato,
  • q.b. sale

Preparazione

Pulite la trota, lavatela, asciugatela e mettete nell’interno un pochino di burro (una grossa noce) mescolato al timo tritato. Ungete di burro una pirofila, accomodatevi sopra la trota, salatela, e mettetela a cuocere in forno caldo a 180 gradi. Durante la cottura muovete ogni tanto la pirofila senza rigirare il pesce e irroratelo con il liquido raccolto sul fondo.

Versate il succo di un’arancia sulla trota e fatela cuocere ancora per qualche minuto. Sfornatela e accomodatela sul piatto da portata; versate nel fondo di cottura la panna, quindi mescolate, aggiustate di sale, scaldate un’ poco il sughetto a fiamma bassissima, versatelo sulla trota e servite subito in tavola.

Guarnite il piatto con la rimanente arancia privata della buccia e tagliata a fettine molto sottili.

CONDIVIDI SU

Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


02-02-2011
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti