I gustosissimi involtini di verza e prosciutto

involtini di verza e prosciutto
Stampa

Antipasto o contorno? In ogni eventualità, gli involtini di verza e prosciutto sono perfetti.Se non sapete cosa preparare ai vostri ospiti e familiari, di certo potreste provare a preparare questi deliziosi involtini di verza. Si tratta di una ricetta unica e ricca di sapori, nutriente e coinvolgente da un punto di vista culinario. Si prepara con ingredienti genuini e oggi vi spiegherò nel dettaglio come fare. Ci serviranno patate, burro chiarificato, parmigiano reggiano, prosciutto crudo, latte vegetale, uova, prezzemolo, noce moscata e ovviamente foglie di verza, sale e pepe.

Come potete notare, sono tutti ingredienti facilmente reperibili, semplici e ottimi da un punto di vista nutrizionale: ci offrono tutto quello di cui abbiamo bisogno! Sceglieteli con cura e otterrete un risultato perfetto: uno stuzzichino o un secondo leggero, delizioso e pieno di sostanze da non sottovalutare.

Gli ingredienti a prova di intolleranti

Questa ricetta presenta alimenti ideali per chi soffre di intolleranza al lattosio e, naturalmente, anche chi deve stare alla larga dal glutine può provare questo gustoso piatto, a patto che si presti molta attenzione alla scelta del prosciutto crudo: alcune aziende, durante la preparazione, usufruiscono di ingredienti contenenti lattosio e glutine, mentre altre prestano molta più attenzione e assicurano la mancanza di queste sostanze.

involtini di verza e prosciutto

A parte questo, gli involtini di verza si presenteranno come l’antipasto, il contorno o anche il secondo perfetto per ogni occasione e per ogni età. Si possono preparare per qualunque evento, non ci vuole molto tempo e il successo è ogni volta assicurato. Li ho preparati molte volte e posso assicurarvi che ne vanno pazzi anche i bambini!

Leggeri e digeribili, possono diventare lo “stuzzichino” adatto a tutti, deliziando anche i palati più sofisticati. Propongono un buon apporto di vitamine, minerali, antiossidanti, proteine e altri nutrienti di cui il nostro organismo ha bisogno ogni giorno. Detto questo, voglio darvi qualche consiglio finale, per poi passare alla lista degli ingredienti e alle modalità di preparazione.

Gli involtini di verza e prosciutto , prepariamoli così….

Il suggerimento che vi do adesso, consiste nel selezionare alimenti freschi, di qualità e, quando possibile, biologici. So che ve lo ripeto sempre, ma lo faccio perché è importante per tutti noi: si tratta di scelte che elevano il valore nutrizionale del singolo alimento e della pietanza finale, nonché del pasto nella sua interezza, e sono caratteristiche che ci garantiscono delle ottime proprietà organolettiche.

Insomma, per portare in tavola dei gustosi involtini di verza e prosciutto, è necessario procurarsi ingredienti di valore, con un sapore originale e tante potenzialità da non sottovalutare. Con dei presupposti così, non potranno che venir fuori perfetti… non siete d’accordo? A questo punto, passiamo ai fatti: mettiamoci all’opera con gli alimenti giusti e tanta buona volontà, e portiamo in tavola un piatto… fatto di bontà!

Ecco la ricetta degli involtini di verza e prosciutto

Ingredienti per 6 persone

  • 500 gr patate
  • 70 gr burro chiarificato
  • 100 gr parmigiano reggiano 48 mesi
  • 70 gr prosciutto crudo
  • 70 gr latte consentito
  • 2 uova
  • 20 foglie verza
  • 1 porro
  • 4 cucchiai di panna consentita
  • un cucchiaio di timo
  • un pizzico di noce moscata
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Cuocere le patate senza pelarle. Mettere sul fuoco una casseruola con acqua salata, quando questa bolle immergervi le foglie di verza private della costa e farle cuocere per 8-10 minuti poi allargarle su di un telo e lasciarle raffreddare.

Pelare le patate, passarle allo schiacciapatate, incorporarvi il latte bollente, gr. 50 di burro, gr. 50 di parmigiano-reggiano, il prosciutto tagliato a fettine sottili, il timo tritato, 1 uovo intero più un tuorlo, sale, pepe e noce moscata.

Con questo impasto fare delle polpettine e rivestirle con le foglie di verza. Sistemarle in una pirofila imburrata, pennellarle con il restante burro fuso ed il parmigiano-reggiano rimasto. Passarle al forno già caldo (a 200°) per 20 minuti circa.

Lavate e sbollentate le foglie di verza e togliete la parte centrale,  mettete da parte 8 pezzi di foglia che userete per gli involtini, frullate il resto delle foglie con la panna e un pizzico di sale. Affettate sottilmente il porro e rosolatelo per circa 8 minuti tanto da renderli croccanti

Impiattate mettendo la crema di verze sul fondo e gli involtini ricoperti con un po’ di porri croccanti

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


27-02-2010
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti