bg header
logo_print

Ravioli con pesto di ortiche, un piatto che non ti aspetti

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Ravioli tondi con pesto di ortiche
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (2 Recensioni)

Oggi vi presento un primo piatto speciale, ossia i ravioli tondi con pesto di ortiche, realizzati con un ingrediente che non è associato all’arte culinaria, ossia l’ortica. Esatto, la celebre e “fastidiosa” pianta dai peli urticanti può essere un valore aggiunto in cucina. Il procedimento per realizzare il pesto è molto semplice, in primo luogo l’ortica va mondata e lavata con estrema cura, in modo da eliminare lo strato più ruvido. Il consiglio è di utilizzare i guanti, proprio per evitare spiacevoli inconvenienti. Il passo successivo consiste nella cottura, che va realizzata in acqua bollente e per pochi minuti. Infine, si procede con la preparazione del pesto vero e proprio. In prima battuta si frullano le ortiche e i pinoli, successivamente si aggiungono il Parmigiano grattugiato, l’olio e l’acqua di cottura delle stesse ortiche.

In questo modo si ottiene una salsina cremosa e dal sapore particolare. Dopo averle cotte, raffreddate immediatamente le ortiche immergendole nel ghiaccio. Solo così potranno conservare la loro bella e caratteristica tonalità di verde. Cosa dire sulle ortiche dal punto di vista alimentare? Ebbene, le ortiche sono ottime anche per le loro proprietà nutrizionali, il riferimento è in particolar modo alla concentrazione di fibre, che è superiore a quella di tantissimi altri vegetali. Rilevante è anche l’apporto di sali minerali, come il ferro, il potassio e soprattutto il calcio. L’apporto calorico è quasi irrilevante, infatti un etto di ortiche apporta solo 42 kcal.

Ricetta dei ravioli tondi con pesto di ortiche:

Preparazione Ravioli con pesto di ortiche

Per la preparazione dei ravioli tondi con pesto di ortiche iniziate lavando le ortiche e pulendole con cura. Per questa fase è opportuno indossare i guanti in quanto le ortiche pungono. Ora lessate le ortiche in poca acqua per qualche minuto. Poi scolatele e fatele raffreddare all’interno di una ciotola piena di ghiaccio, per conservare il loro colore verde brillante. Inoltre non buttate il liquido di cottura, ma mettetelo da parte.

Non appena le ortiche sono fredde, trasferite nel bicchiere del mixer insieme ai pinoli e frullate fino ad ottenere una crema liscia. Aggiungete l’olio d’oliva, l’aglio, il Parmigiano grattugiato e due cucchiai di acqua di cottura delle ortiche. Frullate nuovamente fino ad avere un composto liscio e uniforme. Ora cuocete i ravioli in acqua un po’ salata, poi scolateli e arricchiteli con il pesto alle ortiche e un po’ di olio. Se lo gradite, guarnite con del Parmigiano grattugiato. Buon appetito!

Ingredienti Ravioli con pesto di ortiche

  • 300 gr. di ravioli tondi di magro consentiti
  • 200 gr. di foglie di ortiche
  • 100 gr. di pinoli di cedro
  • 80 gr. di Parmigiano Reggiano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 50 ml. di olio extravergine di oliva.

Tutto l’aroma e il nutrimento dei pinoli di cedro

Il pesto, utilizzato nei ravioli tondi con ortiche, è arricchito proprio dalla presenza dei pinoli. Non sto parlando di pinoli qualsiasi, bensì dei pinoli di cedro. Essi si caratterizzano per un aroma spiccato e inconfondibile, che non ha eguali in natura. Anche il sapore è deciso, ben più dei pinoli di “pigna” consumati abitualmente. In virtù di ciò, sono in grado di valorizzare il sapore aromatico  dato dalle ortiche. I pinoli di cedro stupiscono anche sul piano nutrizionale. E’ vero, sono grassi, ma i loro grassi sono benefici. Il riferimento è all’acido linoleico, precursore degli acidi grassi omega sei, che sono un toccasana per l’apparato cardiovascolare e per il sistema nervoso.

Ottimo è anche l’apporto dei sali minerali, tra cui spiccano il ferro, il magnesio,lo zinco e il fosforo. Quest’ultimo, com’è noto, sostiene le facoltà cognitive. I pinoli di cedro sono ricchi anche di antiossidanti, sostanze che riducono lo stress ossidativo, contrastano gli effetti dei radicali liberi e supportano i meccanismi di riproduzione cellulare. L’apporto calorico dei pinoli di cedro è sostenuto, pari a circa 750 kcal. Tuttavia ciò non costituisce un problema, dal momento che in genere si utilizzano dosi davvero minime. In questo caso bastano 100 grammi per quattro porzioni di pesto.

pesto di ortiche

Quale tipo di Parmigiano utilizzare per questo piatto?

Il Parmigiano Reggiano interviene non solo come guarnizione finale nei ravioli tondi con pesto di ortiche, ma è anche un ingrediente vero e proprio. Nello specifico, viene frullato insieme agli altri ingredienti per realizzare il pesto. Ma quale Parmigiano utilizzare? D’altronde c’è l’imbarazzo della scelta, tra stagionature brevi, medie e lunghe. Ebbene, avete ampio margine di discrezione in merito, ma vi consiglio un varietà mediamente stagionata, ossia non troppo leggera da soccombere dal punto di vista organolettico, non troppo “dura” da compromettere la texture del pesto.

A prescindere dalla stagionatura, il Parmigiano è una garanzia. Anzi, uno è dei migliori formaggi del pianeta. Spicca non solo per il gusto, ma anche per l’apporto spropositato di calcio e proteine. Inoltre è senza lattosio, dunque può essere consumato dagli intolleranti a questa sostanza. L’unico suo difetto, se così si può chiamare, è l’elevato apporto calorico (superiore a 400 kcal per 100 grammi).

Ricette con ortiche ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Quiche con ortiche

Quiche con ortiche, una torta salata dal sapore...

Un approfondimento sulla pasta brisée La base di questa quiche con ortiche è rappresentata dalla pasta brisée. E’ bene prepararla in casa o acquistarla al supermercato in forma già pronta?...

Pizza con agretti e salsiccia

Pizza con agretti e salsiccia: un mix insolito...

Gli agretti, delle verdure aromatiche da non sottovalutare Vale la pena spendere qualche parola sugli agretti, che sono i veri protagonisti di questa pizza alla salsiccia. Si presentano con dei...