bg header
logo_print

Mattonella di meringa morbida, un dolce semplice

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Mattonella di meringa morbida
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 20 min
cottura
Cottura: 00 ore 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (14 Recensioni)

Mattonella di meringa morbida, un’idea semplice ma azzeccata

La mattonella di meringa morbida è una dolce particolare in quanto utilizza in modo diverso la meringa. Infatti di solito viene utilizzata per farcire o come elemento a supporto degli impasti, mentre in questo caso assume le sembianze di una base e si comporta come una pasta sfoglia. Ovviamente è necessario seguire un procedimento particolare, che richiede la presenza di elementi stabilizzanti e un periodo di cottura molto lungo. L’idea è semplice ma azzeccata, con pochi ingredienti si ottiene un dolce sui generis in grado di farvi fare bella figura. La ricetta non è mia, ma di Sale&Pepe, e ci tengo a consigliarvela.

Il protagonista della ricetta è l’albume, che si caratterizza per un sapore delicato rispetto a quello più spiccato del tuorlo. Alcune differenze si apprezzano anche sul piano nutrizionale. L’albume contiene quantità inferiori di proteine, ma in compenso è completamente privo di colesterolo e apporta molti meno grassi. Di conseguenza scende anche l’apporto calorico, che si aggira sulle 50 kcal per 100 grammi contro le 300 del tuorlo. L’albume, poi, contiene molti sali minerali, tra cui il potassio, utile soprattutto nel buon funzionamento del cuore e della circolazione.

Ricetta mattonella di meringa morbida

Preparazione mattonella di meringa morbida

Per preparare la mattonella di meringa morbida dovrete partire dagli albumi. Montate gli albumi in una ciotola fino a quando non avranno acquisito compattezza. Poi aggiungete lo zucchero un cucchiaio per volta continuando a montare. Continuate così fino a quando non avrete ottenuto una meringa consistente e lucida. Ora unite l’amido di mais e l’aceto, mescolando con movimenti delicati dal basso verso l’alto. Intanto coprite con carta forno due teglie rettangolari di 25 x 30 cm. Versate la meringa e livellatela con una spatola a gomito. Cuocete in forno (già caldo) per 30 minuti a 150 gradi, fino a quando la meringa non avrà acquisito una crosticina sottile. Infine prelevate dal forno e lasciate intiepidire.

Tagliate in due pezzi (da 12 x 24 centimetri) i fogli di meringa. Poi aprite le lattine di latte di cocco (messe in frigorifero da almeno dieci ore) e prelevate la crema che si trova in superficie. Versate questa sorta di spuma in una ciotola fredda, unite la panna, la polpa di cocco e montate con le fruste aggiungendo anche lo zucchero a velo. Ora non rimane che comporre il dolce. Alternate i rettangoli di meringa, che avranno la consistenza di una leggera sfoglia, alla crema di panna e cocco. Poi rivestite con questa crema anche la superficie e i lati del dolce. Infine guarnite con le lamelle di cocco e servite.

Ingredienti mattonella di meringa morbida

  • 250 gr. di albumi
  • 500 gr. di zucchero finissimo
  • mezzo cucchiaio di amido di mais
  • mezzo cucchiaio di aceto bianco
  • 400 ml di panna fresca consentita
  • 2 lattine da 400 ml di latte di cocco (messo in frigorifero per almeno una notte)
  • 3 cucchiai di zucchero a velo
  • polpa di mezzo cocco fresco
  • q. b. di cocco fresco in scaglie.

Le proprietà del latte di cocco

La lista degli ingredienti della mattonella di meringa morbida contiene anche il latte di cocco, che partecipa alla creazione della crema. Il latte di cocco è uno dei più apprezzati tipi di latte vegetale sia per gusto che per proprietà nutrizionali. Il sapore ricorda molto il frutto, a differenza dell’acqua di cocco (il liquido di vegetazione tra la polpa e la buccia), con cui spesso viene spesso confuso. Il latte di cocco è ricco di sostanze nutritive come carboidrati e sali minerali. Su tutti spicca il potassio, ma si apprezzano anche buone quantità di calcio, magnesio e fosforo. E’ anche ricco di vitamina C, che sostiene il sistema immunitario quasi quanto la vitamina D, presente nel latte di origine animale.

In questa ricetta non si utilizza esattamente il latte di cocco, bensì la schiuma che si forma dentro le lattine dopo un ampio periodo di riposo in frigorifero. La schiuma è infatti essenziale per la stabilità della crema e per garantire un sapore corposo e aromatico, che contrasta l’apparente dolcezza della meringa solida.

Mattonella di meringa morbida

Una ricetta per gli intolleranti al lattosio?

La presenza del latte di cocco farebbe pensare alla mattonella di meringa morbida come a una ricetta per intolleranti al lattosio, vista la totale assenza di questa sostanza. Tuttavia va segnala  la presenza della panna, che nella sua forma normale contiene parecchio  lattosio. Per risolvere il problema basta utilizzare una delle tante panne lactose free attualmente in commercio. La panna senza lattosio è identica per sapore e resa alle panne tradizionali.

D’altronde il processo di rimozione del lattosio è completamente naturale e consiste nell’aggiunta dell’enzima lattasi, che scinde il lattosio in due sostanze digeribili: glucosio e galattosio. Questo procedimento sopperisce alle difficoltà di assorbimento degli intolleranti, che sono carenti o del tutto privi dell’enzima lattasi. Per il resto troviamo ingredienti che non contengono lattosio e nemmeno glutine, dunque sono compatibili con le esigenze dei celiaci.

Come preparare una meringa che funge da base?

La ricetta della mattonella di meringa morbida è abbastanza semplice. Il difficile sta nella preparazione della meringa solida, che si comporta esattamente come gli strati di una millefoglie. Come preparare la meringa solida? In primo luogo è bene dotarvi di una sostanza stabilizzante. La ricetta suggerisce per questo scopo l’amido di mais, che stabilizza il tutto senza interferire con la resa finale del dolce.

Si parte poi con la preparazione vera e propria. Si iniziano quindi a montare gli albumi, a cui si aggiunge lo zucchero in un secondo momento e con estrema gradualità. Poi si unisce anche l’amido di mais e l’aceto, formando un composto voluminoso e con una texture molto densa. Infine si procede con il trasferimento nella teglia da forno. Si livella il tutto e si cuoce per 30 minuti a 150 gradi. A questo punto la meringa è pronta e va tagliata in piccoli rettangoli. Infine si farcisce il tutto con la crema a base di panna, strato dopo strato.

Ricette dolci ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (14 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Banane in sfoglia con crema alle nocciole

Banane in sfoglia con crema alle nocciole, un...

La banana, un frutto dalle tante potenzialità Vale la pena parlare della banana, il vero protagonista della ricetta delle banane in sfoglia con crema alle nocciole. La banana è un frutto...

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...