bg header
logo_print

Tisana e decotto al fiordaliso, un rimedio naturale

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Tisana e decotto al fiordaliso
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (3 Recensioni)

Tisana e decotto al fiordaliso per un momento di vero relax

Oggi vi presento la tisana e il decotto al fiordaliso, due bevande semplici da preparare e in grado di offrire molto in termini di benefici e dal punto di vista nutrizionale. Sono due bevande rilassanti, come logico per le tisane e i decotti.

Al di là dei principi attivi presenti nell’ingrediente principale, ovvero nel fiordaliso, favoriscono un momento di relax, magari dopo una giornata dominata da stress e tensioni. Ovviamente vanno bevute calde e sorseggiate poco alla volta, in modo da godere appieno del gusto aromatico e fuori dal comune.

Ricetta tisana e decotto al fiordaliso

Preparazione tisana e decotto al fiordaliso

Preparazione tisana: Per la preparazione della tisana al fiordaliso iniziate facendo bollire l’acqua, poi versatela nella tazza e immergeteci i fiori. Lasciate in infusione per 10 minuti. Infine filtratela e servite.

Preparazione decotto: Per la preparazione del decotto al fiordaliso iniziate immergendo i fiori in un litro di acqua, poi accendete la fiamma e portate a bollore. Fate bollire per 15 minuti, infine fate riposare per altri 5 minuti. Ora filtrate e servite.

Per la tisana o infuso di fiordaliso:

  • 1 cucchiaino di fiori di fiordaliso,
  • 100 ml di acqua.

Per il decotto al fiordaliso:

  • 25 grammi di fiori di fiordaliso,
  • 1 lt. di acqua.

E’ bene sgomberare il campo dai dubbi parlando delle differenze tra tisane, decotti e infusi. Questi tre termini vanno spesso di pari passo, in quanto fanno riferimento a ricette realizzate con i medesimi ingredienti e mediante procedimenti simili.

Dunque vengono considerati dei sinonimi. Si tratta in realtà di un errore, anche se le tisane e gli infusi sono esattamente la stessa cosa. D’altronde le tisane vengono realizzate mediante infusione, ovvero immergendo l’ingrediente principale, in questo caso il fiordaliso, nell’acqua bollente per qualche minuto.

Discorso diverso per il decotto in cui l’ingrediente principale viene bollito insieme all’acqua. Non è una questione di scelta, ma una peculiarità che incide sotto il profilo organolettico e nutrizionale. Nei decotti i principi attivi vengono trasferiti con maggiore precisione dall’ingrediente all’acqua, lo stesso dicasi per i sentori.

I decotti, dunque, vantano un sapore molto più intenso delle tisane, o infusi che dir si voglia. Tra l’altro il decotto è la preparazione ideale per quegli ingredienti non adatti all’infusione, come i semi e le radici.

fiordalisi essiccati

Le proprietà terapeutiche del fiordaliso

In merito alla nostra tisana e decotto vale la pena soffermarsi sulle proprietà e benefici del fiordaliso, che è una pianta officinale molto apprezzata. Lo è soprattutto in virtù del suo colore, che spazia dal blu ciano al blu elettrico, passando per l’azzurrino. Un colore che i petali cedono volentieri, a prescindere dal modo in cui vengono trattati (infusione o decotto).

Il sapore è riconoscibile ma molto delicato, proprio come ci si aspetterebbe da una pianta floreale. Ottime, invece, sono le proprietà nutrizionali che, quasi al pari della più forti spezie, sfociano nel quasi terapeutico. Il fiordaliso è un ingrediente fondamentale della tisana dei monaci buddisti

Il riferimento è in primo luogo all’abbondanza di antocianine, una caratteristica condivisa da tutti i frutti e le verdure di colore blu-viola. Le antocianine sono dei formidabili antiossidanti, dunque riducono lo stress ossidativo, contrastano i radicali liberi e aiutano a prevenire il cancro. Nondimeno, i petali di fiordaliso sono ricchi di vitamina C, che impatta positivamente sulle difese immunitarie.

Il fiordaliso è noto anche per le sue proprietà curative, ben attestate dalla medicina naturale ed erboristica. E’ un discreto digestivo e un buon antinfiammatorio. E’ altresì un ottimo antibatterico e antisettico. Inoltre, se utilizzato esternamente, è in grado di attenuare i sintomi della congiuntivite e rappresenta una specie di tonico per la pelle.

Gli usi del fiordaliso

Come tutti i fiori di carattere officinale, il fiordaliso si presta all’uso interno (con la tisana e il decotto) e all’uso esterno. Nel primo caso, come nelle ricette che vi presento oggi, funge da ingrediente principale. Allo stesso tempo può dare vita a delle eccellenti acque aromatizzate. Inoltre può fungere anche da ingrediente da cucina in senso stretto.

In primis come decorazione, magari per le panne cotte o per i dolci al cucchiaio, in cui determina anche dei bei contrasti cromatici. In secondo luogo come alimento di supporto, magari per valorizzare gli impasti.

Per quanto concerne gli usi esterni, il fiordaliso può essere impiegato per realizzare acque struccanti, tonificanti o antinfiammatorie. In entrambi i casi va utilizzata l’acqua distillata, che ha una purezza tale da ottimizzare le già ottime potenzialità del fiordaliso.

In questa veste viene utilizzato come tonico o come soluzione anti-congiuntive e anti-occhiaie. Tra l’altro, è utilizzato anche nella cosmetica industriale, infatti lo si trova tra gli “ingredienti” di molti prodotti. L’ acqua di fiordaliso si puo’ preparare in casa.

Tisana e decotto al fiordaliso

Quando e come essiccare il fiordaliso

Per realizzare la tisana e decotto al fiordaliso conviene essiccare i fiori. L’essicazione è indicata quando si deve integrare il fiore all’interno di ricette. Essiccare il fiordaliso è semplice, o almeno non pone in essere particolari difficoltà rispetto agli altri fiori.

Nello specifico la pianta va posta a testa in giù e fatta riposare in un luogo secco al riparo dalla luce del sole. In alternativa è possibile poggiare i petali su una superficie, purché non vengano sovrapposti l’uno sull’altro. Un metodo di essiccazione sui generis prevede l’uso del microonde, sebbene sia abbastanza complicato individuare la giusta tempistica per non bruciare i fiori.

In occasione di questa ricetta andrebbero utilizzati i fiori freschi. D’altronde, una volta che hanno rilasciato i propri principi attivi, vanno esclusi dal prodotto finale. Al termine dell’infusione basta filtrare il liquido ed il gioco è fatto.

I fiori freschi si addicono maggiormente alla realizzazione di the, tisane o infusi, e decotti in quanto l’essiccazione compromette in parte l’integrità nutrizionale dei petali.

Come utilizzare il fiordaliso in cucina?

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata

2 commenti su “Tisana e decotto al fiordaliso, un rimedio naturale

  • Gio 12 Ago 2021 | Giusy ha detto:

    La tisana che propone è piena di molti benefici ed è un ottimo antinfiammatorio

    • Gio 12 Ago 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Giusy ne sono più che convinta. Mi faccio spesso delle tisane o dei decotti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Quiche con ortiche

Quiche con ortiche, una torta salata dal sapore...

Un approfondimento sulla pasta brisée La base di questa quiche con ortiche è rappresentata dalla pasta brisée. E’ bene prepararla in casa o acquistarla al supermercato in forma già pronta?...

Pizza con agretti e salsiccia

Pizza con agretti e salsiccia: un mix insolito...

Gli agretti, delle verdure aromatiche da non sottovalutare Vale la pena spendere qualche parola sugli agretti, che sono i veri protagonisti di questa pizza alla salsiccia. Si presentano con dei...