bg header

Barretta di nocciole con malto di riso, snack perfetto

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Barretta di nocciole con malto di riso

Le qualità organolettiche della barretta di nocciole con malto di riso

La barretta di nocciole con malto di riso è uno snack gustoso e poco calorico, un modo per dedicare al momento dello spuntino l’attenzione che merita, ovviamente in una prospettiva di leggerezza. E’ anche molto semplice da fare, per quanto il procedimento richieda qualche ora. Il riferimento è in questo caso alla fase di essiccazione. L’impasto, infatti, non viene cotto, ma semplicemente disidratato. Il metodo più semplice consiste nel passaggio al forno a bassa temperatura, ma ovviamente, se ve lo ritrovate in casa, va bene anche l’essiccatore. La barretta di nocciole con malto di riso è soprattutto buona. Il merito va ad una sapiente scelta degli ingredienti, che ha il suo piatto forte nelle nocciole.

Le nocciole sono una frutta secca tacciata ingiustamente di essere troppo grassa, in realtà non sono poi così caloriche di quanto lo siano le mandorle, le castagne etc. Tra l’altro, i grassi contenuti nelle nocciole sono grassi “buoni”, che giovano alla salute. L’acido oleico, poi, contribuisce ad abbassare il colesterolo cattivo a favore di quello buono. Per il resto, le nocciole si caratterizzano per un buon apporto di vitamine e sali minerali. Contengono, infatti, grandi dosi di vitamina E e di vitamine del gruppo B. Allo stesso modo, sono ricche di oligoelementi quali zinco, selenio, potassio, calcio, fosforo e magnesio. Nello specifico, le nocciole in questa ricetta vanno tritate (anche grossolanamente) e inserite all’interno della pasta “frullata” di datteri, buccia d’arancia, olio e sale.

La naturale dolcezza dei datteri

Come tutti sanno, i datteri, utilizzati nella nostra barretta di nocciole, sono i frutti della palma. Sono un alimento tipico dell’Africa e del Medio Oriente, da sempre conosciuti e apprezzati anche in Europa, sebbene raramente facciano parte delle tradizioni culinarie del vecchio continente. Ad ogni modo, la loro presenza nella ricetta della barretta di nocciole con malto di riso è giustificata dalla loro dolcezza, come anche dal sapore corposo. Assieme allo sciroppo d’acero e al malto di riso, rappresentano l’elemento dolcificante principale della preparazione. Anche perché vengono chiamati in causa fin da subito, e nello specifico frullate insieme alla buccia d’arancia.

Barretta di nocciole con malto di riso

I datteri non sono solo frutti squisiti, ma anche salutari. In primis, rappresentano un’eccezionale fonte di sali minerali, e in particolare di potassio e fosforo. Sono considerati anche un ottimo antinfiammatorio naturale, soprattutto in caso di malattie respiratorie (lievi). Purtroppo si caratterizzano per un indice glicemico non troppo basso, dunque i diabetici dovrebbero valutarne attentamente il consumo e, in ogni caso, non eccedere mai con le dosi.

Il malto di riso, un dolcificante salutare

Un altro ingrediente utilizzato nella nostra barretta di nocciole, non troppo utilizzato nella pasticceria italiana, è il malto di riso. Si tratta di un prodotto dolcificante ottenuto dai chicchi di riso. Dall’esterno assomiglia al burro di arachidi, con il quale condivide la consistenza e il colore. E’ un buon dolcificante, quasi al pari dello zucchero bianco. E’ anche ben caratterizzato lato gusto, sicché può valorizzare molte preparazioni dolciarie, non ultimo la barretta di nocciole. Secondo alcuni, il sapore ricorda quello del caramello, pur essendo un po’ dolciastro.

Grazie alla sua consistenza, inoltre, conferisce alle barrette una spiccata compattezza, dunque esercita anche una funzione di “struttura”. Cionondimeno, si tratta di un alimento salutare, essendo ricco di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Questi ultimi, nello specifico, supportano i meccanismi di rigenerazione cellulare e agiscono in funzione anticancro.

Ecco la ricetta della barretta di nocciole con malto di riso:

Ingredienti:

  • 300 gr. di nocciole tostate,
  • 100 gr. di sciroppo di acero,
  • 50 gr. di malto di riso,
  • 250 gr. di datteri,
  • 200 gr. di riso soffiato,
  • 50 gr. di olio di nocciole,
  • 1 arancia grattugiata,
  • 5 gr. di sale.

Preparazione:

Unite i datteri, la buccia d’arancia grattugiata, l’olio di nocciole, il sale e frullate il tutto con il cutter in modo da ottenere una pasta omogenea. Poi mettete il composto in un contenitore capiente e integrate con lo sciroppo d’acero. Ora tritate grossolanamente le nocciole, poi aggiungetele al composto. Un consiglio, fate i pezzi di nocciole quanto più uniformi possibili in modo da amalgamarli meglio al composto. Poi versate il riso soffiato e mescolate con cura. Distribuite il composto finale in una teglia coperta con carta da forno, poi coprite con altra carta da forno e tagliate il tutto per ricavare delle barrette.

A questo punto procedete con l’essiccazione servendovi dell’apposito essiccatore. In alternativa potete fare tutto al forno, la temperatura dovrebbe essere sui 40-50 gradi per un tempo che varia dalle 3 alle 4 ore. Se gli ingredienti sono più acquosi della media, potrebbe essere necessario più tempo. Prestate molta attenzione al processo di essiccazione, in quanto conferisce alle barrette una consistenza solida e compatta, da snack appunto. Ad ogni modo, una volta pronte, confezionate le barrette singolarmente e conservatele in un luogo asciutto.

5/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Granita al tamarindo

Granita al tamarindo, la ricetta ottima per la...

Un focus sul tamarindo Il tamarindo, usato per preparare questa deliziosa granita, è un frutto esotico originario delle zone tropicali dell’Africa Orientale e dell’Asia. Dalle nostre parti non...

Torta di anguria

Torta di anguria, un dessert alla frutta fresco...

Un dessert ricco di frutta Più che una torta di anguria questa è una torta di frutta, infatti oltre all’anguria troviamo frutti esotici come l'ananas e il kiwi, che spiccano per le tonalità...

Tiramisù all’anguria

Tiramisù all’anguria, un dolce gustoso perfetto per l’estate

Come si fa il tiramisù all’anguria Nonostante le peculiarità del tiramisù all’anguria la ricetta è molto semplice. Si tratta di comporre gli strati alla maniera tradizione: savoiardi...

logo_print