bg header

Dolcetti di nocciole e pere: la golosità è per tutti

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Dolcetti di nocciole e pere

Dolcetti di nocciole e pere senza glutine e lattosio

I dolcetti di nocciole e pere senza glutine e lattosio sono delle delizie che possono essere consigliate senza limiti e restrizioni proprio a tutti: ai bambini, agli atleti, agli studenti, a chiunque sia impegnato in attività intellettiva o fisica, ma anche ai diabetici, sempre che siano consumati nelle porzioni adeguate a colazione, senza eccessi.

Chi ama i dolcetti monoporzione potrà fare tesoro della ricetta che presentiamo oggi. Agli amanti dei dolci al taglio invece possiamo suggerire un dolce buono e facile da preparare: il salame di cioccolato. Esso richiede l’utilizzo di pochissimi ingredienti e non richiede cottura. Simpatico alla vista e gradevole al gusto, una volta realizzato, si mantiene in frigo anche per alcuni giorni.

La pera è il frutto del Pyrus communis, un albero conosciuto fin dai tempi antichi, che cresce sia allo stato selvatico sia in coltivazione. Le pere, frutti a seme come le mele, ne differiscono per la forma, generalmente conica, e per la qualità della polpa, di solito granulosa, di sapore particolare zuccherino, meno acidulo di quello delle mele. Le varietà e sottovarietà di pere coltivate hanno raggiunto un numero ragguardevole.

I principali tipi che si coltivano in Italia e si trovano sui nostri mercati sono: pera butirra, gialla o giallo-rossa, a polpa fine succosissima, zuccherina, molto profumata; pera coscia, giallognola, dalla polpa succosa, dolce e profumata; pera spadona, verde o rossa, con polpa zuccherina, acidula, profumata; pera William, a buccia giallo-rosata, con polpa butirrosa; pera imperatore o Kaiser, allungata, buccia gialloscura coperta di ruggine, polpa bianca molto succosa, profumata, zuccherina. Le pere vengono messe in commercio fresche o inscatolate; si utilizzano inoltre per la preparazione di succhi.

Le pere maturano in un periodo estremamente breve dell’anno, e vengono raccolte immature e poi fatte maturare durante la conservazione refrigerata. Manipolatele con cautela perché sono fragili. Si trovano tutto l’anno.

Se immature, le pere dovrebbero essere fatte maturare a temperatura ambiente finché cedono alla pressione delle dita. Evitate frutti discolorati, ammaccati, ammuffiti. Refrigeratele fino al momento del consumo se molto matura, altrimenti lasciatela maturare a temperatura ambiente.

Nocciole: protagoniste del nostro benessere

Perché abbiamo selezionato tutte ricette a base di nocciole è presto detto: le nocciole, protagonisti dei dolcetti di nocciole e pere che presentiamo oggi, contengono un olio che funge da vero spazzino del colesterolo LDL, anche detto “cattivo” e dei trigliceridi, contribuendo a svolgere un’azione altamente preventiva e protettiva nei confronti delle diverse patologie cardiache.

Dolcetti di nocciole e pere

Per gli amanti del farro proponiamo i muffin alle nocciole, i dolcetti che allietano colazione e merenda, ricchi di gusto e di nutrienti. L’alto contenuto di vitamine e di fibre fanno del farro un’alternativa alimentare estremamente utile, specie nei casi in cui sia necessario tenere sotto controllo il rilascio dei carboidrati nel sangue. Inoltre questa farina favorisce anche la regolarità intestinale.

La variante golosa dei dolcetti di nocciole e pere

L’abbinamento pere e nocciole è uno dei migliori che potevamo concepire per la realizzazione dei nostri dolcetti leggeri e salutari. Infatti questa unione mette insieme i benefici delle nocciole con quelli delle pere, ricche di calcio e insospettabilmente preziose anche per chi soffre di anemia, in quanto ricche anche di ferro.

I dolcetti di nocciole e pere senza glutine e lattosio meritano di essere provati. Farli in casa è facilissimo, sorprenderà sapere che gli ingredienti necessari sono solo due, nocciole e pere. Niente di più. Niente zucchero niente grassi aggiunti, solo il sapore puro dei migliori frutti della natura, benefici per la nostra salute.

Ed ecco la ricetta dei Dolcetti di nocciole e pere

Ingredienti

  • 500 gr. di nocciole
  • 3 pere

Preparazione

Frullate le nocciole con la pellicina marrone che le ricopre fino a ottenere una polvere (frullate per pochi istanti, poi riprendete a frullare in modo da non surriscaldare l’apparecchio).

Fate cuocere le pere a tocchetti, fino a ottenere un purè.

Versate le pere cotte in un colino a trama fitta e lasciatele sgocciolare per 15 minuti, poi unite il purè alla farina di nocciole. Amalgamate bene, versate in una tasca da pasticceria con bocchetta dentellata e formate dei mucchietti su una placca da forno coperta con apposita carta.

Fate cuocere a 180°C per circa 10-15 minuti, poi lascia raffreddare i dolcetti e serviteli in tavola così oppure a piacere con una spolverata di zucchero a velo!

4/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...

logo_print