Tortellini con crema di parmigiano per intolleranti

Tortellini con crema di parmigiano
Commenti: 0 - Stampa

Perché sono così buoni i tortellini con crema di parmigiano?

I tortellini sono un classico primo piatto della cucina italiana, e in particolare di quella emiliana. La ricetta dei tortellini con crema di parmigiano rende veramente onore a questo piatto tipico, valorizzandolo con un tocco di sapore in più e un condimento sano e gustoso. La ricetta è anche pensata per produrre un impatto visivo notevole, quasi da piccola opera d’arte. D’altronde, ve ne potete rendere conto voi stessi dando un’occhiata all’immagine della ricetta.

Preparare i tortellini è facile? In linea di massima no, ma tutti con un po’ di pratica possono preparare i tortellini. Preparare dei tortellini “veramente buoni” è però un’altra cosa. Il consiglio è di seguire le indicazioni passo passo, senza riservarvi alcun margine di discrezione. Occhio alle dosi, soprattutto quando realizzate il ripieno, in quanto è veramente facile sbagliare e compromettere l’equilibrio tra i sapori.

Il segreto di questi tortellini con crema di parmigiano

Il vero segreto dei tortellini con crema di parmigiano risiede nelle farine, ovvero dal mix di pasta fresca La Veronese. E’ una miscela di farine molto particolare in quanto racchiude le migliori varianti, tutte naturalmente senza glutine; in questo modo è concesso il consumo anche agli intolleranti. Oltre a essere “accessibili”, le farine del mix pasta fresca La Veronese sono anche molto gustose. Insomma, sono adatte a tutti e per ogni tipo di occasione.

Tortellini con crema di parmigiano

Questo prodotto dimostra ancora una volta la volontà (e la capacità) dell’azienda La Veronese di offrire il meglio ai clienti, in una prospettiva che unisce l’attenzione al tema delle intolleranze e a quello per il gusto e la salute. Insomma, questo mix di pasta fresca è un vero valore aggiunto per i tortellini con crema di parmigiano.

Un delicato mix di carni per un ripieno davvero corposo

Non esiste un buon tortellino senza un buon ripieno, e non possono essere da meno i nostri tortellini con crema di parmigiano. Tra l’altro, la preparazione del ripieno è il momento in cui si può scatenare un po’ la fantasia, sempre nel rispetto della tradizione. In questa ricetta ho optato per un ripieno molto corposo, ricco e non eccessivamente grasso. Ho sostituito la classica carne macinata con degli insaccati, e nello specifico con la mortadella e il prosciutto crudo. I due insaccati si valorizzano a vicenda, in quanto la dolcezza della mortadella crea un piacevole contrasto con la sapidità del prosciutto crudo.

Certo, non sono insaccati granché dietetici, specie la mortadella. Tuttavia, ho pensato a lungo alle dosi, in modo da trovare un equilibrio tra le necessità organolettiche e una prospettiva salutistica. Il risultato è un prodotto al tempo stesso gustoso e non troppo grasso. Un tortellino senz’altro diverso, ma che rispetta comunque la tradizione emiliana.

Ecco la ricetta dei tortellini con crema di parmigiano:

Ingredienti per 8 persone:

  • 300 gr. di mix di pasta fresca La Veronese;
  • 3 uova intere;
  • 2 tuorli d’uovo;
  • 10 gr. di olio extravergine d’oliva;
  • 20 gr. di acqua;
  • q.b. di sale fino;
  • farina di riso finissima consentita per lo spolvero.

Per il ripieno:

  • 110 gr. di mortadella consentita;
  • 200 gr. di prosciutto crudo;
  • 100 gr. di parmigiano reggiano;
  • 20 gr. di burro chiarificato;
  • q.b. di pepe nero macinato;
  • q.b sale fino;
  • 1 uovo intero.

Per la crema di parmigiano:

  • 300 gr. di panna fresca consentita;
  • 250 gr. di parmigiano reggiano:
  • un pizzico di noce moscata e pepe.

Per la decorazione:

  • q. b. di pistilli di zafferano;
  • q. b. di fiori commestibili.

Preparazione:

La prima cosa da fare è la pasta sfoglia . Per la preparazione dei tortellini con crema di parmigiano iniziate versando la miscela di farine La Veronese a fontana in una ciotola molto capiente. Al centro aprite le uova ed iniziate ad impastare con le mani, poi aggiungete l’acqua, l’olio che avete a disposizione ed il sale fino amalgamando per bene la farina. Smettete solo quando avrete ottenuto un impasto a palla omogenea. Avvolgete l’impasto ottenuto nella pellicola da cucina e riponete in frigorifero per mezz’ora. Ora occupatevi del ripieno, tagliate a pezzi il prosciutto crudo e la mortadella, poi versateli nel mixer insieme all’uovo e frullate per bene in modo da ritrovarvi con una specie di crema. Aggiungete anche il parmigiano, il burro, un po’ di sale, pepe e mescolate tutto con un cucchiaio.

Passata la mezz’ora, stendete la palla di impasto con l’apposita macchina fino a produrre uno spessore di 1-2 mm. Con la rotella non dentata ritagliate dei rettangoli di dimensioni 4 x 4,5 cm. Adagiate un po’ di ripieno al centro di ogni rettangolo, poi partendo da un angolo, piegate ciascun rettangolo per trasformarlo in triangolo, sfalsando un po’ i bordi. Premete la parte di pasta attorno al centro per saldare bene i due lati. A questo punto arrotolate i due angoli sfalsati per chiuderli definitivamente su se stessi, applicate infine una leggera pressione. Ora ponete i tortellini su un vassoio spolverato con la farina di riso e fate riposare così per un’ora.

E ora prepariamo la crema di parmigiano reggiano . In una pentola ponete il parmigiano grattugiato , la panna, la noce moscata e un po’ di pepe, poi fate cuocere per mezz’ora a fiamma dolce e mescolare fino ad ottenere una crema omogenea e senza grumi. In una seconda pentola lessate i tortellini in acqua bollente leggermente salata. Fateli cuocere per 4 minuti, poi scolateli e versateli nella padella antiaderente con la crema per mantecare il tutto. Infine impiattate i tortellini in un piatto da uova e decorate con fiori commestibili e pistilli di zafferano per rendere il piatto ancora più coreografico. Servite e buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pasta di lenticchie con formaggio vegano

Pasta di lenticchie con Ceciotta, un primo unico

Pasta di lenticchie con Ceciotta, una delicata combinazione di sapori La pasta di lenticchie con Ceciotta e funghi è una buona idea per un primo fuori dall’ordinario, sia per gli alimenti in...

pasta con pesto di portulaca

Pasta con pesto di portulaca, un piatto rustico...

Pasta con pesto di portulaca, il segreto sta nel condimento Sono molto affezionata alla ricetta della pasta con pesto di portulaca e l'ho voluta realizzare in occasione della rubrica "Erbe e fiori...

Zuppa con finferli e patate

Zuppa di finferli e patate, abbinamento interessante

Zuppa di finferli e patate, un primo genuino e leggero. La zuppa di finferli e patate è un primo squisito, che riconcilia con quanto di più genuino possa offrire la natura. In effetti è un...

Girelle di pane carasau con prosciutto

Girelle di pane carasau con prosciutto, antipasto unico

Girelle di pane carasau, un antipasto che sa di Sardegna Le girelle di pane carasau con prosciutto e scamorza sono in grado di stupire gli ospiti. Infatti, non si limitano a proporre un impatto...

Ossobuco alla milanese

Ossobuco alla milanese, tre varianti classiche

L’ossobuco alla milanese e i suoi accompagnamenti L’ossobuco alla milanese è un classico della cucina lombarda. E’ conosciuto in tutta Italia e anche all’estero, a testimonianza...

Risotto al pino mugo

Risotto al pino mugo, un primo dal sapore...

Risotto al pino mugo, non un semplice risotto Il risotto al pino mugo è un risotto diverso dal solito. I motivi sono diversi e non si limitano a una lista di ingredienti “particolare”. Per...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


28-03-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti