logo_print

Torta salata con zucca e speck, uno spuntino con i fiocchi

Torta salata con zucca e speck
Stampa

Torta salata con zucca e speck, una scelta di ingredienti all’insegna della semplicità

La torta salata con zucca e speck è una idea semplice ma geniale per una merenda salata, uno spuntino o un corposo antipasto ricco di gusto e salutare. Tra l’altro, è anche molto semplice da preparare, in linea con la tradizione italiana delle torte salate. Si tratta di gestire adeguatamente gli ingredienti, adagiarli sulla pasta sfoglia e cuocere al forno, tutto qui. La forza di questa torta salata sta nella scelta degli ingredienti, che procede da un criterio di semplicità e gusto. La zucca è un alimento squisito, come tutti sanno, ma è anche molto salutare. A fronte di un apporto calorico trascurabile, offre tanti nutrienti importanti: i carotenoidi (sostanze antiossidanti), la vitamina E, il calcio, il fosforo, il potassio e il magnesio.

La zucca contiene anche tanti aminoacidi essenziali, i quali hanno importati proprietà diuretiche. Gli altri ingredienti principali sono il formaggio, di cui parlerò nel prossimo paragrafo, e lo speck. Questo è un insaccato di qualità, frutto della migliore tradizione italiana. Certo, si caratterizza per un apporto calorico considerevole, ma riduce al minimo la presenza dei nitriti (potenzialmente dannosi) e rappresenta comunque un’eccellente fonte di proteine.

Il valore aggiunto del formaggio cremoso Exquisa

Il valore aggiunto di questa torta salata con zucca e speck è il formaggio. Anche perché non si tratta di un prodotto qualsiasi, bensì del formaggio cremoso senza lattosio Exquisa. Un prodotto di qualità eccezionale, realizzato con il migliore latte, dalla texture gradevole e dal ridotto contenuto di grassi. La caratteristica principale è, come suggerisce il nome, l’assenza del lattosio; questa viene raggiunta in modo naturale e senza artifici chimici.

Torta salata con zucca e speck

Molto banalmente, si sottopone il latte all’enzima lattasi, in modo che il lattosio si scomponga in galattosio e glucosio, sostanze digeribili anche dagli intolleranti. Tra l’altro, questo procedimento non incide sul gusto, sicché il formaggio cremoso Exquisa è buono come i formaggi con lattosio. Anzi, è addirittura più buono.

Quale parmigiano scegliere per la nostra torta salata?

Quando si prepara una torta salata, come la torta salata con zucca e speck, il parmigiano riveste un ruolo importante. Ma quale tipologia di parmigiano scegliere? Di “parmigiani” ce ne sono tanti, e tutti si differenziano per la stagionatura. Ebbene, in questo caso, direi di optare per un parmigiano a stagionatura lunga, sui 36 mesi. Questo parmigiano è infatti abbastanza secco da rendere agevole la lavorazione e amalgamarlo meglio con gli altri ingredienti.

A prescindere dalla stagionatura, il parmigiano è un alimento prezioso. Lo è perché si pone come un’eccezionale fonte di proteine e calcio. Il suo apporto di proteine supera quello di qualsiasi altro prodotto di origine animale (ad esclusione del baccalà e di pochi altri). Per quanto riguarda il calcio, bastano 25 grammi di formaggio per coprire un terzo del fabbisogno quotidiano. E’ ricco inoltre di vitamine e sali minerali.

Ecco la ricetta della torta salata con zucca e speck:

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia consentita,
  • 100 gr. di speck,
  • 250 gr. di zucca pulita,
  • 200 gr. di formaggio cremoso Senza Lattosio Exquisa,
  • 30 gr. di parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato,
  • 1 uovo,
  • q. b. di sale,
  • q. b. di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione della torta salata con zucca e speck iniziate pulendo la zucca. Lavatela per bene togliendo via eventuali residui di terra.

Tagliate la zucca in due con un coltello abbastanza lungo e affilato. Poi con uno cucchiaio rimuovete la parte centrale, quella con i semi interni.

Tagliate la zucca in quattro pezzi e poi in otto, in questo modo sarà più agevole eliminare le buccia esterna (che è molto coriacea).

Per farlo utilizzate un coltello a lama lunga. Con una mano tenete ben saldo il pezzetto, con l’altra infilate la base della lama tra la scorza e la polpa, poi applicate tagli netti e precisi. Per facilitarvi il compito, appoggiate un lato verso il tagliere e tagliate dall’alto verso il basso.

A questo punto non rimane che girare il pezzo di zucca e procedere anche con il taglio della scorza dall’altro lato.

Per concludere, riducete la polpa della zucca a cubetti.

Ora portate a bollore l’acqua all’interno di una pentola, adagiate i pezzi di zucca nel cestello della cottura a vapore e fate cuocere per 10 minuti, o almeno fino a quando la zucca sarà morbida all’interno e un po’ più dura fuori.

Quando la zucca è pronta, toglietela dalla padella e fatela asciugare su della carta assorbente.

In una ciotola versate la zucca appena cotta, il formaggio cremoso Exquisa e lo speck tagliato a pezzi.

Mescolate a fondo e infine unite anche l’uovo, un po’ di sale, un po’ di pepe e il parmigiano mescolando nuovamente.

Ricoprite uno stampo abbastanza ampio con la carta da forno e stendeteci la pasta sfoglia. Con la forchetta fate tanti piccoli buchi sulla superficie.

Distribuite il composto nella pasta sfoglia e cuocete al forno (già scaldato) per 30 minuti a 200 gradi.

Contenuto in collaborazione con Exquisa

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


06-10-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti