bg header
logo_print

Lenticchie con patate e curcuma, un piatto completo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Lenticchie con patate alla curcuma
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 15 min
cottura
Cottura: 00 ore 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Lenticchie con patate e curcuma, i legumi al loro meglio

Lenticchie con patate e curcuma, un primo piatto che valorizza al meglio i celebri legumi. Le lenticchie, a prescindere dalla loro varietà, non possono mancare nella dieta di grandi e piccini. Tuttavia, soprattutto questi ultimi tendono a “snobbarle”, preferendo alimenti dal sapore meno corposo e più dolce. Dunque emerge la necessità di confezionarle nel modo giusto, ossia costruire attorno a loro delle ricette che possano piacere. Una necessità interpretata alla perfezione da questa preparazione. Le lenticchie con patate alla curcuma e arancia, infatti, determinano una gradevole alchimia di sapori e allo stesso tempo propongono colori sgargianti. Insomma, soddisfano palato e vista come pochi altri primi piatti a base di legumi.

Tra l’altro, la ricetta è molto semplice. Si tratta di rosolare le patate in un leggero soffritto di porri per poi aggiungere i semi di finocchio e le lenticchie. Infine si cuoce il tutto insieme a un po’ di acqua. Può sembrare paradossale, ma a fare la differenza è proprio l’acqua che viene arricchita con la curcuma, in grado di donare alla preparazione il proverbiale colore arancione che ricorda da vicino il curry. La ricetta si conclude con una bella grattugiata di scorza di arancia.

Ricetta lenticchie con patate

Preparazione lenticchie con patate

Per la preparazione delle lenticchie alla curcuma iniziate sbucciando le patate e tagliandole a cubetti di dimensioni il più possibile uguali. Sbucciate i porri e fateli a rondelle. Fate appassire i porri in una padella con olio extravergine d’oliva precedentemente scaldato, a questo punto aggiungete le patate, un po’ di sale marino integrale e lasciate rosolare per un po’ mescolando spesso.

Aggiungete, infine, i semi di finocchio, mettete il coperchio e fate cuocere per 15-20 minuti.

Trascorso questo lasso di tempo, versate le lenticchie (devono essere ben scolate) e mezzo bicchiere di acqua dove avrete precedentemente sciolto la curcuma. Proseguite la cottura per altri 5 minuti, poi servite grattugiando sopra un po’ di scorza di arancia.

Ingredienti lenticchie con patate

  • 650 gr. di patate
  • 2 porri
  • 500 gr. di lenticchie rosse
  • 1 cucchiaio di curcuma in polvere
  • 1 cucchiaio di semi di finocchio
  • q. b. di olio extravergine d’oliva
  • 1 arancia bio
  • q. b. di sale marino integrale.

Un focus sulle lenticchie

Nonostante l’abbondanza degli ingredienti, le protagoniste di queste lenticchie con patate e curcuma sono proprio le lenticchie. Per l’occasione vi consiglio di utilizzare le lenticchie rosse, che dovrebbero essere decorticate in modo da cuocersi in pochi minuti. Perché proprio le lenticchie rosse? In primo luogo perché si presentano molto bene, con una tonalità che ben si sposa con le patate e con la curcuma. In secondo luogo perché propongono un sapore leggermente dolce, delicato e gradevole, benché decisamente rustico. Inoltre fanno bene alla salute.

Le lenticchie rosse contengono tutti i principi nutritivi delle lenticchie classiche, quindi abbondano di vitamine, sali minerali, proteine e ferro. Questa sostanza, tipica in realtà degli alimenti di origine animale, è fondamentale in quanto garantisce che il sangue sia ben ossigenato. In più, le lenticchie rosse sono ricche di antiossidanti. Il riferimento è alle antocianine, che sono responsabili del colore così peculiare. Le antocianine, tra le altre cose, rallentano l’invecchiamento e aiutano a prevenire il cancro. Per quanto concerne l’apporto calorico siamo su livelli medi: 345 kcal per 100 grammi.

Come speziare le lenticchie con patate e curcuma?

Tra i punti di forza di questa zuppa di lenticchie con patate e curcuma spicca l’approccio alle spezie. Un approccio prudente ed equilibrato, ma che cambia comunque il volto (e il sapore) della ricetta. A fare la parte del leone è la curcuma, una spezia molto utilizzata nelle cucine asiatiche ma che ha acquisito una certa popolarità anche dalle nostre parti. D’altronde è tra gli ingredienti principali del famoso curry. Si pensa che la curcuma e i suoi derivati vanno applicati soprattutto alle carni, ma possono dare il meglio di sé anche su legumi corposi come le lenticchie. Non è un dettaglio di poco conto se si considera l’impatto anche estetico: basta un po’ di curcuma per colorare le preparazione di arancione, in modo simile a quanto accade con lo zafferano.

Sul piano nutrizionale, la curcuma si comporta come le altre spezie, ossia è ricca di sali minerali e vitamine, ma anche di antiossidanti. Il condimento si poggia anche sui semi di finocchio, che vengono aggiunti in una fase precoce della ricetta, prima ancora delle lenticchie. I semi di finocchio garantiscono un aroma intenso, dunque non esagerate con le quantità. Si fanno comunque apprezzare per le proprietà nutrizionali, come testimonia l’abbondanza di acidi benefici. Infine troviamo la scorza dell’arancia, che va grattugiata a preparazione completa, quasi come fosse il Parmigiano. L’arancia aggiunge un tocco leggermente amarognolo, che funge quasi da legante. Ovviamente abbiate cura di scegliere solo frutti biologici, in quanto eventuali sostanze chimiche si annidano proprio nella buccia.

lenticchie alla curcuma in cialda di pasta fillo

Come cuocere le patate senza rovinarle

La ricetta delle lenticchie con patate e curcuma fa un uso moderato dell’acqua. Lo scopo è di garantire una certa cremosità al piatto senza esagerare e sfruttando i liquidi emessi dagli ingredienti: dalle lenticchie e dalle patate, che rilasciano abbondante amido. Proprio quest’ultimo rappresenta l’insidia più grande in fase di cottura. L’amido aggiunge cremosità, ma potrebbe agevolare l’attaccamento delle patate sul fondo.

Come ovviare a questo problema? In primo luogo è bene scegliere patate non troppo ricche di amido (dunque a pasta gialla). In secondo luogo occorre mescolare spesso, utilizzando una padella antiaderente e abbondando con l’olio. Ovviamente la condizione necessaria per una cottura soddisfacente è la riduzione delle patate in cubetti molto piccoli, e di dimensioni il più possibile simili.

Ricette con le lenticchie ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di ceci ed elicriso

Insalata di ceci ed elicriso, un piatto raffinato...

I ceci, dei legumi perfetti Vale la pena parlare dei ceci, che insieme all’elicriso sono i protagonisti di questa deliziosa insalata. Potremmo definire i ceci come dei legumi perfetti, infatti...

Insalata esotica con granadilla

Insalata esotica con granadilla, un contorno colorato

Le utili proprietà della granadilla L’insalata esotica che stiamo preparando ci da modo di spendere qualche parola sulla granadilla, un frutto poco comune dalle nostre parti ma molto consumato in...

Insalata di fiori di banano con fagiolini

Insalata di fiori di banano con fagiolini, un...

Parliamo dei fiori di banano Vale la pena parlare dei fiori di banano, che sono i veri protagonisti di questa insalata con fagiolini. Il nome non è creativo, ma molto descrittivo. Stiamo parlando...