Clafoutis al matcha e lamponi : un dessert senza glutine né lattosio

Clafoutis al matcha e lamponi: un dessert di origine francese

Il clafoutis al matcha e lamponi è un dessert fresco e delizioso che ha origini francesi. Il “clafoutis”, infatti, nacque in una terra ricca di frutta, nella regione francese di Limousin. Questo territorio, in particolar modo, è famoso per le sue ciliegie nere. È proprio questo l’ingredienti base del clafoutis, un dolce cotto al forno.

Il clafoutis originale, dunque, è a base di ciliegie. Tuttavia, esistono tantissime versioni, chiamate anche “flognarde”, che utilizzano altri tipi di frutta e di ingredienti, come nel caso del clafoutis al matcha e lamponi. Gli ingredienti dell’impasto della ricetta, inoltre, sono stati modificati per renderlo adatto anche agli intolleranti al lattosio e al glutine. Elaborate e sperimentate con questa ricetta e scegliete la versione che più vi piace!

Le proprietà antiossidanti del matcha

Negli ultimi anni si sente parlare sempre più spesso del tè matcha. Di cosa si tratta? È un tè verde giapponese molto pregiato e costoso che si raccoglie a mano e si presenta sotto forma di polvere verde. Al contrario di altri tè in foglie, si scioglie direttamente nell’acqua, seguendo un rituale ben preciso. Sta avendo successo anche in Occidente per le sue proprietà antiossidanti: sarebbe 137 volte più antiossidante del tè verde normale.

Questa preziosa polvere verde viene utilizzata sempre di più nell’elaborazione di bevande, come il matcha latte, di una vasta gamma di dolci. Grazie all’utilizzo del matcha, il clafoutis al matcha e lamponi assumerà un colore diverso, un sapore intenso e acquisirà proprietà nutrizionali utili al nostro benessere.

Clafoutis al matcha e lamponi

I lamponi: sapore e colore intensi

Possiamo trovare i lamponi freschi fra fine estate e inizio autunno, anche se spesso li si può comprare durante tutto l’anno nei supermercati. Questi frutti di bosco, dal gusto aciudulo e leggermente dolce e dal colore rosso, vengono spesso utilizzati per elaborare marmellate, liquori, succhi o per insaporire i dolci, creando una combinazione di sapori contrastanti.

Nel clafoutis al matcha e lamponi utilizzeremo circa 200 grammi di lamponi freschi da distribuire all’interno del dolce. Ricordate, inoltre, di utilizzare panna e latte di soia e burro senza lattosio per rendere questo dessert adatto anche agli intolleranti al lattosio, e farina di riso per gli intolleranti al glutine.

Ed ecco la ricetta del Clafoutis al matcha e lamponi

Ingredienti per 6 persone:

  • 3 uova
  • 90 gr. farina di riso
  • 80 gr. zucchero di canna
  • 50 gr. panna di soia
  • 200 gr. latte di soia
  • 15 gr. matcha
  • 200 gr. lamponi freschi
  • 10 gr. burro chiarificato
  • 10 gr. zucchero a velo
  • Preparazione

    Lavate ed asciugate accuratamente i lamponi. Mettete la farina di riso, lo zucchero di canna ed il matcha in una terrina.

    Mettete in una seconda terrina le uova e sbattetele aggiungendo il latte di soia e la panna di soia.Versate il composto liquido nella bacinella che contiene gli ingredienti secchi e mescolate per amalgamare bene tutti gli ingredienti cercando di non formare grumi.

    Imburrate una pirofila e versateci il composto ottenuto.Distribuite sulla superficie del composto i lamponi.

    Fate cuocere i lamponi nel forno già caldo a 180°C per circa 35/40 minuti.

    Estraete dal forno e fate intiepidire.Decorate la superficie del clafoutis con dello zucchero a velo.Servite subito.

    Nota per celiaci o sensibili al glutine

    Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

    Nota per gli intolleranti al lattosio

    Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *