Succo di acerola: fate il pieno di gusto e vitamina C

Succo di acerola
Commenti: 0 - Stampa

Tanti benefici per la salute in ogni sorso di succo di acerola

Il succo di acerola è una ricetta fresca e nutriente, che vede come protagonista assoluta l’acerola, una pianta che ha origini nell’America Latina e che oggi viene coltivata in Brasile.

Il suo frutto, ancora poco noto in Italia, assomiglia alla nostra ciliegia, ha un gusto dolce e delicato ed è famoso per essere ricco di vitamina C.

La concentrazione di quest’ultima all’interno del frutto è infatti 20 volte superiore a quella dell’arancia: si parla di 1000 mg di vitamina C in soli 100 grammi di prodotto!

Questo frutto è inoltre carico di molte altre sostanze benefiche per l’organismo, tra cui carotenoidi, vitamina B, antiossidanti e minerali vari (in particolare calcio, ferro e magnesio) e tutto questo ci regala un drink perfetto da consumare al mattino, ideale per cominciare la giornata con il piede giusto. Ma vediamo quali sono le altre principali proprietà dell’acerola!

Un bicchiere al giorno… toglie il medico di torno!

La concentrazione di vitamina C che caratterizza l’acerola rende questa bevanda un’eccellente stimolante per le difese immunitarie. Per questo motivo, oltre a costituire un drink gustoso, è perfetto per prevenire e alleviare i malanni influenzali e tutti i malesseri tipici della stagione fredda. Date le sue capacità stimolanti, è utile consumarlo durante la convalescenza, per recuperare le forze e restituire vigore al sistema immunitario.

acerola

Il succo di acerola è anche un’ottima alleata per chi vuole mantenere il proprio corpo giovane. La grande quantità di vitamina C presente all’interno di questo particolare frutto, infatti, non è solo ottima per prevenire, alleviare e combattere i disturbi invernali, ma svolge una potente azione antiossidante. Il vegetale propone persino una buona dose di carotenoidi e polifenoli, che consentono di contrastare l’azione dei radicali liberi e quindi permettere ai tessuti di mantenersi giovani, sani ed elastici.

Secondo i recenti studi, inoltre, è stato dimostrato che l’acerola è in grado di apportare benefici sul DNA delle cellule. Questo frutto conta molte altre proprietà: in particolare, può alleviare problemi intestinali e bisogna considerare che vanta proprietà astringenti. Un consumo costante di questo drink aiuta a combattere malattie metaboliche come il diabete e permette di diminuire i livelli di glucosio, colesterolo e trigliceridi presenti nel sangue.

Succo di acerola: un rimedio naturale contro l’obesità, la carenza di ferro e lo stress da fumo

Grazie alla grande quantità di vitamina C e minerali presenti al suo interno, questo frutto esotico si può rivelare un ottimo rimedio officinale per i più disparati disturbi, tra cui l’obesità. Dovreste sapere che, secondo gli studi, solo 5 mg al giorno per chilogrammo di peso corporeo si presentano come la quantità ideale per aiutare il corpo a smaltire il peso in eccesso, a depurarsi grazie alle sue potenti proprietà diuretiche e a combattere il fastidioso effetto buccia d’arancia.

Il succo di acerola è perfetta da integrare persino nelle diete vegane o vegetariane, in quanto la vitamina C ottimizza l’assorbimento del ferro proveniente dagli alimenti vegetali e di origine vegetale da parte dell’organismo. Una somministrazione frequente di questo squisito drink è consigliata anche ai fumatori: l’acerola è in grado di aiutare l’organismo ad alleviare lo stress ossidativo indotto dal consumo di tabacco. Che dire di più? Oltre ad essere una delizia, è proprio un elisir di salute!

Ingredienti per 2/3 persone

  • 300 gr acerole
  • 1/2 lt acqua naturale
  • 2 cucchiai sciroppo d’acero
  • 2 cucchiai succo di lime
  • qualche cubetto ghiaccio

Preparazione

Lavate e togliete il nocciolo dalle acerole. Estraete il succo. Spremete il succo dal lime

Versate il succo e tutti gli ingredienti in una caraffa, aggiungete il ghiaccio.

Mescolate e servite

5/5 (361 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cocktail lacroix con guava e ananas

Cocktail lacroix con guava e ananas, un drink...

Cocktail lacroix con guava e ananas, per un aperitivo rinfrescante Il cocktail lacroix con guava e ananas è una bevanda rinfrescante e decisamente esotica. Contiene, infatti, ben tre ingredienti...

Digestivo alla camomilla

Digestivo alla camomilla, un perfetto fine pasto

Digestivo alla camomilla, una bevanda utile e gustosa Il digestivo alla camomilla è una bevanda fortemente analcolica che si inserisce parzialmente nella tradizione dei digestivi all’italiana. Il...

Tropical Punch

Tropical Punch: il cocktail che fa gola al...

È sempre la stagione giusta per gustare un buon cocktail Tropical Punch Il cocktail Tropical Punch vede messi insieme in un connubio perfetto, armonico ed equilibrato, limone ananas e rum. Come si...

Liquore alla melissa

Liquore alla melissa, una bevanda alcolica e aromatica

Le caratteristiche organolettiche del liquore alla melissa Il liquore alla melissa può essere definito come un alcolico da fine pasto. D’altronde è realizzato con una pianta officinale...

Tisana con camomilla e lavanda

Tisana con camomilla e lavanda, una bevanda salutare

Tisana con camomilla e lavanda, la bevanda della buona notte La tisana con camomilla e lavanda è all’apparenza una tisana come tutte le altre, d’altronde è realizzata con l’ingrediente...

Bevanda con aloe e frutti di bosco

Bevanda con aloe e frutti di bosco, un...

Bevanda con aloe e frutti di bosco, una combinazione perfetta La bevanda con aloe e frutti di bosco coniuga la bontà di mirtilli e dei lamponi con i vantaggi (organolettici e nutrizionali)...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


20-08-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti