bg header

La golosità non ha confini: Babà senza glutine e lattosio

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Baba senza glutine e lattosio

Dalla tradizione napoletana i Babà senza glutine e lattosio.

Ci siamo riusciti a preparare dei deliziosi Babà al rum senza glutine e lattosio. Seppur alcuni non sono d’accordo sulle sue origini, il Babà è decisamente un dessert tipico della tradizione culinaria napoletana.

Il Babà napoletano ha fatto il giro del mondo e adesso lo portiamo anche nelle nostre cucine solo che andremo a preparare il Babà senza glutine. Questo per far si che tutti, compresi gli intolleranti, possano godere del sapore unico e indimenticabile di questo dolce.

Facendo un giro delle cucine, ci accorgiamo che ognuno ha la sua ricetta con i suoi ingredienti segreti e oggi vi sveleremo la nostra: una variante più leggera e comunque deliziosa! Preparare questo dolce non sarà difficile e, una volta portato in tavola, la soddisfazione sarà davvero tanta! Ma prima di mettervi all’opera, ci sono alcune cose che dovreste sapere…

La mia amica Michela, pasticcera napoletana, mi ha svelato dei piccoli trucchi per realizzare i Babà e la Pastiera in maniera eccelsa. Secondo Michela il modo migliore per gustare i Babà e con la panna montata.

Tre ingredienti molto speciali

Farina di tapiocaIn questi baba’ al rum , andremo ad utilizzare tre ingredienti molto speciali: la farina di riso, la fecola di patate e la farina di tapioca. Questi alimenti daranno al vostro dolce la giusta consistenza e morbidezza, nonché un sapore molto delicato che potrà abbracciarsi perfettamente con il gusto intenso del rum.

Utilizzeremo inoltre un po’ di zucchero, il latte, il burro, le uova, il lievito di birra, un limone e un po’ d’acqua.

Perciò, prepareremo un Babà senza glutine al rum, seguendo la ricetta di base, ma applicando ad essa qualche intelligente modifica perfetta per gli intolleranti al glutine  (e non solo!). Naturalmente, combinando questi alimenti, potrete portare in tavola una delizia ricca di energia e molto più digeribile rispetto al classico Babà napoletano (in particolare grazie alla farina di riso).

Ad ogni modo, il suggerimento rimane sempre lo stesso: scegliete dei prodotti di qualità! Optate per alimenti biologici, freschi e genuini. Se avete la possibilità di prenderli in qualche azienda agricola o in qualche fattoria, sicuramente potrete godere ancor più degli originali sapori di tutti gli ingredienti. Non solo, sarete sicuri che essi contengano una minore quantità di sostanze dannose per l’organismo.

Portiamo in tavola il nostro Babà senza glutine!

A questo punto, non vi resta che fare la spesa e mettervi all’opera. Potrete preparare questi Babà al rum in breve tempo e potrete offrirli a chi soffre di intolleranza alBaba senza glutine glutine. In pratica, piaceranno a tutti e, se vorrete darli ai più piccoli, non vi resterà che lasciarne un po’ senza rum. Ovviamente, non sarà la stessa cosa, ma per loro andrà più che bene così!

Allora… siete pronti per preparare i Babà senza glutine e lattosio? Grazie a questa ricetta, imparerete a fare il Babà in casa e farete finalmente valere il diritto di mangiar bene persino per chi è celiaco o sensibile al glutine. Siamo riusciti a realizzarli anche le persone intolleranti al lattosio. Tanti, ora,  possano assaporare questa delizia

Fare troppi sacrifici a tavola non è giusto e questi dolcetti saranno il modo migliore per iniziare a lasciarsi un po’ più andare alla golosità, senza mettere a rischio il proprio benessere. Saranno un po’ più leggeri, ma pur sempre gustosi e non potrete fare a meno di amarli. Anche i vostri ospiti vi ringrazieranno!

Si è soliti pensare che il Babà non sia facile da fare in casa  questa vi garantisco che è una ricetta davvero semplicissima e di sicura riuscita.  Fare il Babà in casa è davvero una grande soddisfazione!

Ricetta del Babà al rum senza glutine e lattosio

Ingredienti per 8 babà

Per l’impasto:

  • 130 g di farina di riso,
  • 95 g di fecola di patate,
  • 25 g di farina di tapioca,
  • 5 g di xantano,
  • 30 g di zucchero semolato,
  • 100 g di latte intero consentito,
  • 100 g di burro morbido chiarificato fuso,
  • 2 uova,
  • 10 g di lievito di birra,
  • zeste di un limone biologico,

Per la bagna al rum:

  • 250 ml di acqua,
  • 60 g di zucchero,
  • 100 ml di rum consentito,

Preparazione

Vi spiego come fare il babà. Mettete in una bacinella un cucchiaino di zucchero ed il cubetto di lievito spezzettato. Aggiungete il latte tiepido e mescolate con una frusta per far sciogliere lievito e zucchero.

Mettete in una bacinella la farina di riso, la fecola di patate, la farina di tapioca e lo xantano. Aggiungete lo zucchero semolato, lo zeste di limone. Aggiungete il burro fuso ed iniziate ad impastare quindi aggiungete le uova leggermente sbattute e il latte contenente il lievito. Impastate gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. L’impasto deve essere liscio e senza grumi.

Trasferite l’impasto in una bacinella, coprite con della pellicola trasparente e lasciate lievitare per un’ora.

Imburrate ed infarinate i pirottini per babà. Dividete l’impasto in parti uguali. Formate delle piccole sfere e posizionatele all’interno degli stampini. Fate lievitare per un’ora o fino a far raddoppiare il loro volume.

Fate cuocere i babà nel forno già caldo a 170°C, per circa 30  minuti o fino a quando sono ben dorati. Lasciateli nel forno spento con lo sportellino aperto.

Preparate la bagna al rum per babà: mettete in un pentolino l’acqua, lo zucchero e il aggiungete il rum. Portate ad ebollizione, mescolando per far sciogliere lo zucchero.

Togliete il pentolino dal fuoco e fate raffreddare. Togliete i babà dal forno e fateli intiepidire. Sformateli e tuffateli nella bagna al rum. Servite i babà accompagnati da un po’ di crema pasticcera o con la panna montata.

Curiosità

I distillati o acquaviti sono ottenuti tramite distillazione: assenzio, brandy, cachaça, calvados, cognac, gin, grappa, rum, tequila, vodka, whiskey, ecc.

Questa categoria è libera se il distillato è puro (tal quale) senza aggiunta di aromi, coloranti o altri additivi. Quindi, facendo un esempio: la vodka è libera, ma la vodka alla pesca è a rischio.

Non sempre la presenza di altre sostanze si rende evidente dalla semplice lettura del nome del prodotto, come in questo caso, pertanto si consiglia di leggere attentamente l’etichetta prima di consumare un distillato.

Ovviamente, un prodotto “derivato” da distillato e contenente anche altri ingredienti (es. prodotti “a base di …”) ricadrebbe ugualmente tra le bevande alcoliche a rischio e può essere consumato solo se presente in Prontuario o se riporta la dicitura “senza glutine”.

3.7/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Tiramisù all’anguria

Tiramisù all’anguria, un dolce gustoso perfetto per l’estate

Come si fa il tiramisù all’anguria Nonostante le peculiarità del tiramisù all’anguria la ricetta è molto semplice. Si tratta di comporre gli strati alla maniera tradizione: savoiardi...

Gelato all’anguria

Gelato all’anguria, una fresca idea per l’estate

L’anguria, un frutto controverso L’ingrediente principale di questo delizioso gelato artigianale è l’anguria. L’anguria è un frutto controverso in quanto buono e apprezzato da tutti, ma...

Amaretti morbidi al limone

Amaretti morbidi al limone, una ricetta delicata e...

Amaretti morbidi al limone, una ricetta dolce e aromatica Gli amaretti morbidi al limone spiccano per la dolcezza e l’aroma. Il merito di ciò va anche alle mandorle, che per l’occasione vengono...

logo_print