La 2a Cena di Gala a Villa Patrizia è stata un successo!

alta cucina per le intolleranze
Commenti: 0 - Stampa

Lo scorso 30 marzo si è tenuta la fantastica 2a Cena di Gala con i Grandi Chef, dedita a far conoscere meglio l’associazione Il Mondo delle Intolleranze e ad interagire con intolleranti e non, al fine di tramandare l’idea che mangiar sano, mangiar bene e senza rinunce è possibile anche per chi soffre di intolleranza al glutine e/o al lattosio.

Come previsto, l’evento è stato un successo e siamo riusciti a far vivere ai partecipanti un’esperienza culinaria unica, condividendo tanta consapevolezza, nonché consigli e indicazioni molto utili. I piatti prelibati sono stati molto apprezzati da tutti, ma è accaduto lo stesso per un’altra protagonista della serata: la location. Proprio per questo, ho deciso di parlarvene e di raccontarvi qualche dettaglio in quanto… ne vale davvero la pena!

Cena di gala villa patrizia

Tanto buon cibo servito in un luogo davvero magico!

Dopo il Castello di Cernusco Lombardone che ci aveva ospitato per un nostro precedente evento, noi de Il Mondo delle Intolleranze cercavamo un altro posto altrettanto speciale, all’interno del quale avremmo potuto portare con gioia la cultura culinaria di grandi chef e i tanti alimenti genuini e sicuri per tutti gli intolleranti. Alla fine, abbiamo trovato una dimora storica che non eguali…

Villa Patrizia è una struttura che si trova sulle colline della Brianza, precisamente a Bevera di Sirtori in provincia di Lecco. Il panorama e l’atmosfera che la circonda sono davvero unici e permettono a chiunque di sognare ad occhi aperti. Lo stesso vale ovviamente anche per la struttura, che però ci consente inoltre di fare un salto indietro nel tempo! Infatti, si tratta di un nobile edificio ottocentesco, dove ogni dettaglio ci racconta una storia.

La location può accogliere moltissimi ospiti e presenta uno spazio esterno affascinante ed elegante, all’interno del quale è stato costruito un delizioso chalet. In quest’ultimo, prevalgono certamente i materiali naturali come il legno e la pietra e legno, e le immense vetrate rendono l’ambiente ancor più accogliente, luminoso e caratteristico.

Questa villa vanta anche di un maestoso salone, decorato con dettagli unici, antichi affreschi e un’illuminazione che colpisce e lascia a bocca aperta grazie ai fantastici illuminato lampadari di Murano.

Non possiamo fare altro che ammetterlo: Villa Patrizia è una location stupefacente!

Bella dentro e bella fuori, questa stupenda dimora ottocentesca ha fatto da cornice alla nostra Cena di Gala con i Grandi Chef, rendendo questa serata più speciale di quello che potevamo immaginarci. Possiamo dire con certezza che questo luogo è quasi incantato e decisamente magico, ha fatto la differenza e ha fatto sì che il nostro evento diventasse letteralmente indimenticabile.

Per tutto questo, colgo l’occasione per ringraziare Villa Patrizia, la sigra Pierangela Rigamoni e il sig Meroni oltre che tutto il suo staff a nome dell’associazione Il Mondo delle Intolleranze. Ci avete regalato questa atmosfera unica e perfetta, che ha donato un valore aggiunto alla nostra serata e che ha accolto organizzatori e partecipanti con gioia, positività e disponibilità.

Dopo il successo ottenuto nell’evento organizzato presso il Castello di Cernusco Lombardone, abbiamo nuovamente presentato l’associazione de Il Mondo delle Intolleranze con una spettacolare, elegante e gustosa Cena di Gala, dove tutti hanno potuto assaporare piatti decisamente unici, anche gli intolleranti. Ottimi ingredienti, importanti sponsor e grandi chef ci hanno aiutato a promuovere i nostri obiettivi culturali riconosciuti anche dalla Regione Lombardia.

Il messaggio è arrivato forte e chiaro: mangiar bene e mangiar sano è un diritto di chiunque, persino di coloro che soffrono di intolleranza al glutine, al nichel e al lattosio. L’evento “Cena di Gala con i Grandi Chef” è stato un successo e ringraziamo vivamente tutti coloro che hanno partecipato, nonché tutte le persone e le aziende che hanno contribuito e sostenuto Il Mondo delle Intolleranze…

Cena di gala villa patrizia

Dalla splendida location alla fantastica esperienza culinaria: ogni elemento è stato perfetto

La magica atmosfera di Villa Patrizia, lo storico edificio ottocentesco situato sulle colline di Bevera di Sirtori in provincia di Lecco, ci ha ospitato per la seconda edizione della nostra cena, dove abbiamo dato spazio alla buona cucina per gli intolleranti e non solo. Mangiare sano e con gusto è un nostro diritto e ci hanno aiutato a dimostrarlo anche i piatti di Zia Ste (Stefania Barni) e degli Chef Claudio Sadler, Tommaso Arrigoni e Carlo Molon.

Ognuno di loro ha portato in tavola una deliziosa specialità, accompagnata da un vino molto particolare. Alla Cena di Gala de Il Mondo delle Intolleranze, i protagonisti sono stati ovviamente anche gli ingredienti sani e i prodotti genuini proposti dai tanti indimenticabili sponsor, che ci consentono di portare sulle nostre tavole delle fantastiche ricette adatte a tutti e capaci di evitare agli intolleranti delle forzose rinunce a livello alimentare.

Cena di gala villa patrizia

È stata una serata indimenticabile, durante la quale abbiamo potuto gustare un saporito Cold roll alle verdure dell’orto e del prato, semi di girasole e noci, Parmigiano Reggiano; un fantastico carpaccio di salmone scozzese Loch Fyne con foglie d’ostrica e finger lime; un risotto con salsiccia Salumi Pasini e pistilli di zafferano ellenico Krokos Kozanis dal sapore unico; un particolare uovo a bassa temperatura con Parmigiano Reggiano e caviale Volzhenka e una guancia di vitello con pure di sedano rapa e arachidi.

Infine, abbiamo potuto assaporare un buonissimo Bon Bon lime e menta con copertura al cioccolato fondente e erbe spontanee e un cremoso di mandorle alla soia con coulis di frutti rossi e frutti di bosco.

Un ringraziamento per chi ha reso speciale questa 2a Cena di Gala de Il Mondo delle Intolleranze

Dalla splendida location di Villa Patrizia a Bevera di Sirtori fino ad arrivare all’ultimo boccone, tutto è stato più che eccellente. Proprio per questo, cogliamo l’occasione per ringraziare la struttura che ci ha ospitato, regalandoci un’atmosfera unica, e tutti coloro che hanno partecipato e che ci hanno permesso di interagire e di far conoscere la nostra associazione.

Quella del 30 marzo 2017 è stata una serata indimenticabile anche grazie all’esemplare contributo culinario degli Chef e di Zia Ste, e a tutti gli sponsor che hanno fatto la differenza per la nostra Cena di Gala de Il Mondo delle Intolleranze: Ferrarelle, Ballarini, Brandani, Enaip Lombardia, Cantine Riunite &  Civ, Granarolo, Riso Gallo, Finger Lime, I Carpini, La Giara, Olitalia, Salumi Pasini, Selecta, Volzhenka Caviar, Malandrone 1477 e Krokos Kozanis Zafferano Ellenico.

A una Cena di Gala la mise en place fa la sua parte. Chef superlativi? Ci sono: Claudio Sadler, Tommaso Arrigoni e Carlo Molon.   Location di fascino? Scelta, Villa Patrizia a Bevera di Sirtori.

Menù d’autore senza glutine e lattosio! Già concordato con gli chef con ingredienti di qualità superlativa. Per completare l’armonia, l’eleganza, l’ordine che hanno poi colpito i 103 commensali, strategica è stata anche la mise en place, ovvero la messa in tavola di tutti quegli elementi che sono fondamentali non solo dal punto di vista estetico, ma anche da quello logistico e pratico, ovvero posate, stoviglie, cristalli e tovagliato che sono stati scelti direttamente in funzione al menu da presentare.

Due accorgimenti importanti sono stati tenuti in grande considerazione: far sentire a proprio agio chi si sarebbe seduto a tavola, facendo percepire chiaramente che l’intero ambiente era equilibrato, accogliente con niente fuori luogo e fare attenzione che gli accessori della tavola e in generale tutte le decorazioni, non sovrastassero le creazioni degli chef nella sostanza e nella presentazione.

Il cibo deve sempre essere il protagonista, perché chi si sarebbe seduto a tavola, avrebbe deciso il successo o meno della nostra seconda Cena di Gala, anzitutto in base al proprio gusto. Considerando le tante variabili di mise en place, è stata fatta una selezione innanzitutto verso le forme più semplici, a partire dal tavolo, rotondo, che ha mantenuto tutti i commensali alla stessa distanza dal centro e ha favorito la conversazione.

Anche la scelta dei piatti ha seguito la strada della semplicità, condivisa con Brandani Gift Group, un’azienda di grandi tradizioni dove l’esperienza, l’attenzione costante alle nuove tendenze, il buon gusto, la conoscenza del mercato, hanno creato una gamma variegata di articoli da regalo e per la casa, all’insegna della raffinatezza e dell’innovazione.

L’Italian style, riconoscibile in tutta la produzione, deriva dal profondo attaccamento alla terra toscana ed è apprezzato da una clientela d’élite in tutto il mondo. Si chiama “Panna montata” la collezione di piatti che hanno incorniciato le proposte degli chef per i nostri ospiti: bianchi, semplici e raffinati, adatti a una tavola classica ed elegante. I tre pezzi, piano, fondo e piattino, sono realizzati in new bone china, hanno un design semplice e lineare.

Il loro colore bianco, la lucentezza e la loro forma, hanno contribuito a creare una mise en place di stile, preziosa e affascinante, un sicuro contributo al successo della serata.

 

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Giornata mondiale contro il cancro

Cancro, la giornata mondiale contro questa malattia!

L’importanza della giornata mondiale contro il cancro Il 4 febbraio, come ogni anno, ricorre la giornata mondiale contro il cancro. Il tema è molto delicato, apparentemente lontano dai temi che...

Unica

Unica – La Scienza per tutti: un trionfo...

Una giornata UNICA, che merita il bis! Siamo di ritorno da una meravigliosa esperienza della quale desideriamo parlarvi in dettaglio, ancora carichi di entusiasmo per il sostegno ricevuto: Unica –...

NonnaPaperinaalTG

TG1: Nonna Paperina in diretta web, ricordi ed...

Nel 2015 ed anche oggi: sempre in prima fila contro le intolleranze alimentari TG1: Nonna Paperina in diretta web, ricordi ed emozioni. Ogni anno che si conclude è un anno in più in cui attestiamo...

Food blogger

Food blogger: l’importanza di uno scatto

Sempre connessi in un mondo di immagini e sapori Non è sempre facile la vita da food blogger, ci si rende presto conto di quanto siano importanti le parole, le immagini, i contenuti. Ogni elemento...

nutri la tua voglia di riso

Nutri la tua voglia di riso: una campagna...

Un evento…con il riso Cari lettori, questo non sarà un post come gli altri. Non scriverò ricette, non vi proporrò piatti particolari con cui deliziare familiari e amici. Piuttosto, voglio...

Con Exquisa e Tania Cagnotto agli internazionali di tuffi

Con Exquisa e Tania Cagnotto agli internazionali di...

Un tuffo in cucina con Tania Cagnotto Dal 14 al 16 giugno a Bolzano si è tenuto un evento capace di unire la bellezza dello sport e la bontà della buona cucina. Stiamo parlando della...

12-04-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti