Un valido mix di vitalità e salute con il Guaranà

Guarana
Stampa

Sentiamo parlare molto spesso del Guaranà, ma non sempre sappiamo che si tratta di una pianta di nome Paulinia Cupana.Quest’ultima si presenta come un arbusto legnoso e perenne, originario del Brasile e di altre regioni dell’Amazzonia, dal quale vengono prelevati dei semi dei frutti.

Da essi viene creata una pasta secca, sciroppi, estratti e distillati che vengono usati come aromi o come ingredienti stimolanti e che ci vengono presentati appunto come concentrati di Guaranà.

Questi prodotti vengono anche utilizzati per preparare integratori a base di erbe validi per la perdita di peso.Tuttavia, questa è solo una breve descrizione: le proprietà che può offrirci l’estratto di questa speciale pianta sono molte di più.

A questo proposito, andiamo a scoprire quali sono e ad analizzare le principali caratteristiche di questo prodotto unico.

Le potenzialità di questa pianta

I semi di questa pianta vengono lavorati fin dall’antichità per poi essere usati per risolvere varie problematiche o per migliorare alcune funzioni del corpo.

È utile sapere che ad esempio, in alcune aree dell’America latina, le persone usano questo integratore naturale come un afrodisiaco, ma anche per proteggersi da malattie come malaria e dissenteria.

Inoltre, è importante considerare che uno dei principali componenti attivi del Guaranà è la caffeina.

Pertanto, gli estratti della Paulinia Cupana vengono sfruttato per preparare bevande stimolanti ed energizzanti praticamente in tutto il mondo.

Per questo stesso motivo, si usano anche per realizzare gli integratori per la perdita di peso in combinazione con l’efedrina: quando quest’ultima è accoppiata con la caffeina, può notevolmente aumentare i tassi metabolici.

Grazie a questa azione, questi integratori per il dimagrimento provocano un ulteriore dispendio energetico e consentono di bruciare i grassi più velocemente.

Ad ogni modo, è utile sapere che pur essendo un energizzante naturale, se assunti in dosi eccessive, gli estratti di Paulinia Cupana possono provocare gravi effetti collaterali.

Pertanto, qual è il modo migliore per godere solamente degli effetti positivi per la salute?

In salute con il Guaranà

Come avrete capito, per godere dei benefici di questa pianta è importante rispettare i dosaggi raccomandati, allo stesso modo in cui dovremo fare con il caffè (anch’esso contenente caffeina, ma in quantità minore!).

A questo proposito, è utile sapere che gli stimolanti a base di questo prodotto naturale propongono una dose di 1 g, che di solito va sciolta in acqua o succo.

In questa dose, il contenuto di caffeina è compreso tra il 3,6% e 5,8%.

Perciò, già con un cucchiaio di Guaranà possiamo godere di un effetto incredibilmente stimolante e di tutte le altre proprietà di questa sostanza.

Tuttavia, è opportuno non esagerare e usarla solo per necessità: una dose troppo elevata può causare forte nervosismo, insonnia e altri rischi per la salute.

Inoltre, è utile considerare che, dato il suo notevole contenuto di tannini, molti scienziati sostengono che un uso eccessivo può portare ad un aumento del rischio di cancro dell’orofaringe.

In ogni caso, questo stimolante è controindicato in gravidanza e durante l’allattamento, e le persone con malattie cardiovascolari dovrebbero usarlo con cautela.

State organizzando un aperitivo con gli amici e volete stupirli con una bevanda particolare? Oggi vi propongo un consiglio imbattibile al proposito, che lascerà a bocca aperta i vostri ospiti.

Ovviamente si tratta di una soluzione perfetta per prendervi cura anche della vostra salute. Ecco quindi qualche informazione utile prima di preparare un’ottima bevanda  con zucchero di canna ed estratto di guaranà.

Bevanda analcolica con zucchero di canna ed estratto di guaranà-10

Estratto di Guaranà, benessere ed energia

Vi capita spesso di sentirvi stressati o giù di corda? La vita frenetica che conduciamo oggi ci porta spesso a vivere queste situazioni, tipiche soprattutto di chi lavora e si sente pressato tra impegni e responsabilità.

L’alimentazione quotidiana è un’ottima alternativa per riacquistare salute ed energia e il guaranà una pianta che ha cambiato radicalmente la vita di chi ha problemi al proposito. Conosciuta con il nome di Paulinia Cupana, questa pianta rampicante proveniente dal Sud America è ormai facilissima da trovare nei punti vendita che si occupano di commercializzare prodotti naturali.

Qual è la sua principale proprietà benefica? Proprio il fatto di risultare decisiva quando si tratta di riacquistare le energie, motivo per cui era ritenuta sacra dalle popolazioni pre colombiane (quante cose meravigliose ci hanno fatto conoscere in ambito culinario?).

Guaranà, tra azione antimicrobica e controllo del colesterolo

Le proprietà benefiche del guaranà non finiscono certo qui! Parlare dei benefici di questa pianta per la salute significa ricordare la sua fondamentale azione antimicrobica, essenziale soprattutto quando si parla di prevenzione delle infezioni a livello gastrointestinali.

Il guaranà è anche un ottimo antiossidante e permette di contrastare l’azione dei radicali liberi, tra i peggiori nemici della bellezza della pelle (la sua assunzione è quindi indicata a chi vuole mantenere un aspetto giovane e fresco).

Il guaranà, grazie al contenuto di caffeina, favorisce l’attività del sistema nervoso centrale e, come ho ricordato poco fa, è perfetto in caso di cali forti di energia, ma anche se, semplicemente, si ha voglia di cominciare la giornata con il piede giusto.

Sapevate che i risultati di uno studio condotto presso la Northumbria University – Regno Unito – hanno evidenziato il suo ruolo nel miglioramento dell’umore e del livello di concentrazione?

CONDIVIDI SU
31-10-2016
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti