bg header

Polenta, mela rossa e pancetta : un finger food

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Polenta con mela rossa e pancetta

Polenta, mela rossa e pancetta : un finger food. Uno degli aspetti che amo di più del finger food è la possibilità di spaziare con colori e sapori. La libertà creativa è essenziale per me in cucina e il finger food mi consente di esprimerla in maniera perfetta, lasciando sempre soddisfatti i miei ospiti.

Oggi voglio accompagnarvi in questo mondo affascinante con una ricetta semplice e altrettanto speciale. Di cosa si tratta? Dellapolenta con mela rossa e pancetta. Vogliamo cominciare?

Le proprietà della polenta

La polenta è un elemento fondamentale nella nostra tradizione culinaria. Alimento tradizionalmente povero, è composta da farina di mais, un ingrediente contiene carboidrati in misura minore rispetto alla farinadi grano (il che è ottimo per chi vuole mantenere la linea e, in caso di diabete, tenere bassa la glicemia).

Un’altra proprietà benefica della polenta riguarda la sua capacità di abbassare il colesterolo e di riattivare le funzioni intestinali (questo vale soprattutto se si sceglie la polenta a base di farina di mais integrale, che contiene una maggior quantità di fibre rispetto alla farina di mais raffinata).

Chi soffre di celiachia può mangiare la polenta? Certamente sì, a patto che sia a base di grano saraceno, una sostanza priva di glutine.

Mela rossa, il frutto della salute

Questa ricetta di finger food è davvero un concentrato di salute anche per la presenza della mela rossa. Vogliamo ricordare alcune delle sue proprietà benefiche? Posso iniziare citando la sua azione disintossicante, la capacità di tenere sotto controllo gli zuccheri nel sangue (fondamentale in caso di problemi di diabete).

La mela rossa è inoltre ricca di vitamina C e flavonoidi, sostanze essenziali per chi vuole prendersi cura della bellezza della pelle. Come non citare poi la presenza del potassio, un minerale che svolge un ruolo fondamentale per la salute del cuore e quando si tratta di recuperare le energie dopo un allenamento particolarmente intenso?

L’alto contenuto di fibre costituisce infine un particolare essenziale per tenere maggiormente sotto controllo la regolarità intestinale e il peso corporeo e per prevenire malattie degenerative come il Parkinson e l’Alzheimer.

Il piccolo capolavoro di finger food di cui parliamo oggi è davvero un regalo per il proprio corpo, un dono dedicato a chi vuole prendersi cura della linea senza rinunciare al gusto (il sapore della pancetta si abbina perfettamente al gusto aspro di molte mele rosse).

La polenta si trasforma in antipasto

A dimostrare le peculiarità della polenta e il suo carattere “straordinario” vi è una ricetta davvero singolare, ossia la polenta fritta. Una ricetta mediante la quale la polenta si trasforma da primo piatto a un delizioso antipasto. Il principio di base è semplice: far raffreddare la polenta e, una volta rassodata, tagliarla a forma di frittella e friggerla in abbondante olio. Si ottiene così una sorta di bruschetta da decorare a piacere. Qui sul sito trovate una versione semplice della ricetta della polenta fritta che rende moltissimo.

Una volta preparata, la polenta fritta può essere arricchita come meglio si crede. Si possono aggiungere spalmabili a base di formaggio piuttosto che intingoli agrodolci. Ovviamente la polenta fritta può essere abbinata ai salumi, agli insaccati e persino ai pomodori. In ogni caso il consiglio è di condire con il pepe nero prima di aggiungere altri ingredienti. La polenta fritta si pone anche come eccellente ricetta di recupero, d’altronde in antichità veniva preparata a partire dalla polenta avanzata. Il recupero in cucina era un modo per non sprecare il cibo e, allo stesso tempo, garantirsi una maggiore varietà a tavola.

Adesso è arrivato il momento di cimentarsi con la ricetta che, come potrete vedere, è davvero semplice e alla portata di tutti!

Ed ecco la ricetta della Polenta, mela rossa e pancetta

Ingredienti

  • fette di polenta gialla
  • 2 mele rosse
  • crema di zucca
  • 80 gr. di pancetta a dadini
  • 40 gr di noci
  • un pizzico di noce moscata e una macinata di pepe
  • una noce di burro chiarificato

Preparazione

Preparate della crema di zucca come di consueto badando di ottenere una crema compatta e cremosa.Preparate la polenta come di consueto. Lasciatela raffreddare.Sbucciate le noci e spezzettatele in granella.

Tagliate le mele rosse in piccoli spicchi. A piacere, fate soffriggere i cubetti di pancetta in poco burro.

Tagliate la polenta a cubetti e, su ciascuno, disponete i piccoli spicchi di mela, un cucchiaino di crema di zucca tiepida, 1/2 cubetti di pancetta. Usate degli stuzzicadenti per mantenere insieme gli ingredienti. Cospargete con granella di noci, polvere di noce moscata e pepe nero.

 

4/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crostini di foie con melone bianco

Crostini di foie con melone bianco, un antipasto...

Quale foie utilizzare per avere dei deliziosi crostini maigre Non vi sarà sfuggito il termine “maigre” al posto del classico crostino di foie gras. Ebbene, non si tratta di un errore, ma del...

Arepas con perico venezuelano

Arepas con perico venezuelano, uno spuntino perfetto

Storia e importanza delle arepas in Venezuela Le arepas vantano una storia molto lunga. L'arepa è originaria del Venezuela, in quanto veniva preparata in epoca pre-colombiana dalle popolazioni...

Bruschette di pane danese con cervo

Bruschette di pane danese con cervo, un piatto...

Cosa sapere sulla carne di cervo Un altro protagonista di queste bruschette di pane danese è il cervo. A tal proposito vi consiglio di utilizzare la carne per arrosto, che è in genere più morbida...

logo_print