Abbinare marmellate, confetture e formaggi

Amate l’accoppiata culinaria marmellate, confetture e formaggi?

Capita sempre più spesso di trovarsi seduti davanti a un tagliere di formaggi, servito con composte, confetture e marmellate di frutta o di verdura… Sono degli ottimi abbinamenti per un piatto di formaggi serviti come portata principale in un pranzo o in una cena.

L’importante è che non servano solo a dare sapidità o piccantezza ai formaggi, ma che ne esaltino il sapore e formino un insieme di sapori e gusti che soddisfaranno il nostro palato e quello dei nostri  commensali. Perciò, vi propongo un’idea nuova per abbinare marmellate, confetture e formaggi!

  • Con l’ Asiago di media stagionatura, un formaggio dal gusto saporito e deciso che va masticato lentamente per coglierne le note aromatiche, potete abbinare la composta di radicchio, di pomodoro verde o di sedano.
  • Al Brie de Meaux, uno dei formaggi francesi tra i più conosciuti e apprezzati, dal sapore delicato e raffinato, potete abbinare la confettura di fichi, di mela o di pera.
  • Con il Caciocavallo, un formaggio a crosta dura e lucente, con la pasta compatta e di colore giallo oro intenso, con piccole fessure che lacrimano grasso e con un aroma acuto e persistente e un sapore pieno e pastoso, potete abbinare le confetture di cipolle rosse o bianche, di pomodoro rosso o la mostarda di zucchine.
  • Insieme ai Caprini, formaggi a pasta molle dal sapore dolciastro, si possono abbinare le confetture di radicchio, di more, di mirtilli e di frutti di bosco, di corbezzolo o di agrumi.
  • Alla Fontina, il celebre formaggio valdostano dal sapore dolce e delicato  si abbinano bene le confetture di zucca, di radicchio o di pomodori verdi.
  • Al Parmigiano Reggiano formaggio dall’aroma unico si abbinano bene sia le confetture di pere,  che quelle di fichi e di pomodori verdi,  ma è ottimo anche l’abbinamento con la mostarda di pere.

 

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email