Spaghetti alla bottarga di muggine: da provare!

Tempo di preparazione:

Cercate un primo piatto diverso dal solito? Provate gli spaghetti alla bottarga di muggine!

Probabilmente, vi starete chiedendo come si preparano gli spaghetti alla bottarga di muggine ma, soprattutto, vorrete sapere cos’è la bottarga! Non è vero? Si tratta di uova di pesce che, con un procedimento artigianale, vengono pressate, salate e lasciate stagionare per almeno 5 mesi. Al termine della lavorazione, si presentano come un salame quadrato, che si consuma con parsimonia, a fettine sottilissime oppure grattugiato.

Infatti, ha un sapore molto forte e, se usato in grande quantità, può coprire troppo il gusto degli altri alimenti che lo affiancano nelle ricette. Tuttavia, nel caso degli spaghetti alla bottarga di muggine, avremo una combinazione di pochi e semplici ingredienti. Pertanto, potrete lasciarvi conquistare da questo speciale primo piatto e proporlo ai vostri ospiti quando vorrete, in ogni stagione. Ma andiamo a scoprire le altre caratteristiche della bottarga e a conoscere gli altri alimenti protagonisti di questa pietanza.

La bottarga: un prodotto davvero unico, che può presentare sapori differenti…

Dovendo preparare gli spaghetti alla bottarga di muggine, è interessante sapere che quando (come in questo caso) la bottarga viene preparata con le uova di cefalo, ovvero le più pregiate, si trova soprattutto in Sardegna. Nel resto del Mediterraneo, si prepara invece con pesci considerati meno pregiati, come tonno e merluzzo, e in questi casi il sapore è più forte. Ad ogni modo, a prescindere dal pesce utilizzato, abbiamo a che fare comunque con un prodotto culinario molto ricercato e apprezzato dai buongustai.

Questo “salame” fatto con le uova di pesce si trova nelle buone salumerie e viene usato per la preparazione di molte ricette. Una delle migliori è senz’altro quella degli spaghetti alla bottarga di muggine. Questo è il primo piatto che vi descrivo dopo il mio ritorno dalle bellissime vacanze fatte in Costa Smeralda, dove ho scovato tantissime novità per voi! Non è difficile da preparare e prevede una breve lista di ingredienti. Tra l’altro, lo trasformeremo in un piatto senza glutine.

Gli altri ingredienti usati per la preparazione degli spaghetti alla bottarga di muggine

Come dicevo, gli ingredienti di questa ricetta sono pochi e semplici. Pertanto, sono anche facilmente reperibili. Useremo gli spaghetti senza glutine, che doneranno comunque al pasto una buona dose di fibre e carboidrati; ma anche aglio, olio extravergine d’oliva ed erba cipollina. Chiaramente, il principale e più completo apporto nutrizionale del nostro piatto di spaghetti alla bottarga di muggine, arriva appunto dalla bottarga, ricca di proteine, grassi, ferro, vitamina D, vitamina A e vitamina B12.

La preparazione di questo piatto è molto rapida e, nonostante questo, vi permetterà di fare una bella figura con i vostri ospiti. Pertanto, direi che non dovreste più aspettare: è il momento di preparare e assaporare gli spaghetti alla bottarga di muggine. In seguito, mi raccomando… non dimenticate di dirmi cosa ne pensate!

Ingredienti per 4 persone

  • 400 gr di spaghetti senza glutine
  • 40 gr di bottarga di muggine
  • 1 dl di olio extravergine
  • 1 spicchio d’aglio
  • erba cipollina
  • sale

Preparazione

In una pentola mettete a bollire l’acqua senza sale e quando bolle aggiungete gli spaghetti e un cucchiaio d’olio per evitare che gli spaghetti attacchino fra loro.

Spellate la bottarga e grattugiatela con una grattugia a fori larghi.

Quando mancano pochi minuti alla fine della cottura della pasta fate scaldare in un tegame basso e largo l’olio e lo spicchio d’aglio tagliato a metà e privato dell’anima.

Scolate velocemente in maniera che non sia completamente asciutta  e versate direttamente nel tegame con l’olio, e alzate la fiamma a fuoco vivace.
Ultimate la cottura, spegnete la fiamma e unite quasi tutta la bottarga grattugiata rigirando bene la pasta. Qundo è nel piatto di portata, cospargete la pasta con l’erba cipol­lina tritata e grattugia­tevi sopra la bottarga rimanente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *