Ragù senza pomodoro adatto per i nichelini

ragu senza pomodoro

Ecco com’è buono il ragù senza pomodoro

Ragù senza pomodoro adatto per i nichelini. Avevo voglia di una pastasciutta come non mi capitava da mesi… Buona, fumante e profumata! Ma, ahimè, ho dovuto inventare un ragù senza pomodoro, un po’ particolare, ma perfetto per potermi togliere questo sfizio. Infatti, uno degli alimenti che fa dannare gli intolleranti al nichel è il pomodoro!!!! È amato dalla stragrande maggioranza delle persone, e anche da me, ma ho dovuto metterlo da parte.

So che molti di voi mi capiscono. Tuttavia, non dobbiamo abbatterci e, a ritirarci su di morale, c’è appunto questa ricetta. Ho avuto l’idea di provare un’alternativa al classico ragù, perlomeno per simulare il colore, e il risultato ha superato ampiamente le mie aspettative!!!

Il sugo di oggi

Ho provato a farlo sia con le olive verdi che con le olive nere e mi è piaciuto in egual modo. Quindi, dopo aver provato questa ricetta, potrete sperimentare anche voi tutte e due le soluzioni. Ci ho condito sia le tagliatelle con la farina di canapa che ho preparato nei giorni scorsi, che i tagliolini di kamut e i sedani di farro…. e tutto è andato più che bene!

ragu senza pomodoro

Il ragù senza pomodoro che ho preparato è piaciuto a tutti. Oltre alle olive, ho usato i peperoni, l’aglio, il rosmarino, la salvia, il brodo di carne, la carne di manzo, la pancetta e luganega. Pertanto, potrete capire che il piatto è risultato a dir poco sfizioso, ma anche ricco di nutrienti, in particolare di del gruppo B e di proteine. Si è rivelato anche abbastanza calorico ma, si sa, quando ci vuole… ci vuole!

Grazie a questi ingredienti, si tratta di un primo completo, che può essere presentato come piatto unico, ovviamente accompagnato dalla pasta che più preferite. È saziante, energetico e anche particolarmente carico di minerali e vitamine. Perciò, sicuramente il vostro palato lo amerà, ma anche il vostro organismo. Tuttavia, come ho detto, si tratta di uno sfizio sostanzioso: proprio come il ragù tradizionale, non è un primo da portare in tavola troppo spesso.

Per tutti, un buon piatto di pasta con il ragù senza pomodoro

Naturalmente, è un sugo adatto a chi soffre di intolleranza al nichel, ma questo non vieta agli altri di assaporarlo con un gran piacere. Quindi, potrete offrire questo condimento a tutti e soddisfare anche gli ospiti più sofisticati.

Se volete provare il ragù senza pomodoro, non vi resta che procurarvi tutti gli ingredienti, prediligendo i prodotti di qualità, e seguire le modalità di preparazione!

Ingredienti per 4/6 persone

  • 1,5 kg. di peperoni rossi
  • 200 gr. olive verdi o nere denocciolate
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • qualche foglie di salvia
  • 500 ml di brodo di carne
  • 250 gr. di carne di manzo
  • 100 gr. di pancetta
  • 100 gr. di luganega (salsiccia fresca)
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • sale

Preparazione

Grigliate i peperoni nel forno e quando la pelle esterna si sarà ben abbrustolita,  sigillateli in un foglio di carta da forno in modo che il vapore aiuterà ad asportare facilmente la pellicina.

Appena saranno tiepidi sbucciateli, togliete i semini e tagliateli a pezzi e frullateli fino ad ottenere una crema liscia e densa quasi da sembrare una passata di pomodoro.

Tritate le olive verdi o nere. Tritate finemente aglio, salvia e rosmarino e mettetele a scaldare in un tegame antiaderente senza condimento.

Unite la carne trita di vitello, la salsiccia e la pancetta e fate rosolare a fiamma alta mescolando continuamente con un mestolo di legno. Sfumate con il vino bianco, lasciatelo evaporare, salate e bagnate il tutto con un mestolo di brodo caldo e continuate la cottura per circa 1 ora aggiungendo, se necessario, il brodo.

Trascorso questo tempo aggiungete le olive tritate e il sugo di peperoni e ultimate la cottura ancora per circa 30 minuti.

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pesto di aglio orsino

Pesto di aglio orsino, un’ottima variante da gustare

Usi e differenze del pesto di aglio orsino Oggi vi propongo il pesto di aglio orsino, un pesto diverso dal solito, sebbene vi siano dei punti in comune per quanto concerne il procedimento. Le...

Kasundi

Kasundi, una salsa indiana speziata al punto giusto

Il kasundi, l’intingolo indiano dalla sensibilità mediterranea Il kasundi è una salsa della cucina indiana. In realtà, con questo termine si indica un insieme di salse. Come ogni ricetta...

Burro al dragoncello

Burro al dragoncello, un’alternativa aromatica

Burro al dragoncello, un condimento per tanti usi Il burro al dragoncello è un’alternativa gradevole al burro classico. Fa parte della categoria dei burri aromatizzati, che apre scenari...

Aceto al dragoncello

Aceto al dragoncello, un sostituto dell’aceto di vino

Le differenze tra l’aceto al dragoncello e l’aceto di vino L’aceto al dragoncello è una gradevole alternativa al classico aceto di vino. E’ una preparazione semplice, che gioca sulla...

Pesto al dragoncello

Pesto al dragoncello, un condimento squisito

Pesto al dragoncello, una gradevole alternativa Il pesto al dragoncello è un’alternativa molto suggestiva rispetto al pesto alla genovese, realizzato con il basilico. Ovviamente gli utilizzi sono...

pesto di melissa

Pesto di melissa, un’alternativa al pesto genovese

Le differenza tra il pesto di melissa e il pesto classico Il pesto di melissa è una gradevole alternativa al pesto classico, quello realizzato con il basilico. La differenza principale, ma certo...

20-09-2013
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti