Torta di mele e la colazione parte con il piede giusto

Tempo di preparazione:

Torta di mele e la colazione parte con il piede giusto. C’è poco da fare, cappuccio e brioche di prima mattina sono un richiamo al quale è difficile resistere. La comodità di non dover preparare la colazione, unita al piacere di regalarsi un momento tutto per sé prima di immergersi nei ritmi frenetici della giornata, rendono la sosta in un  bar un must irrinunciabile per migliaia di persone, uomini e donne, condannate alla vita di città.

Ma con la salute come la mettiamo? Tutto sommato abbastanza bene: per quanto strano possa sembrare, la più criticata delle abitudini giornaliere non rientra tra quelle da condannare senza appello, a patto soltanto di seguire qualche attenzione davvero minima.

Prima di tutto, se piacere dev’essere, che sia vero piacere: scartate senza pietà tutte le brioche confezionate, piene di conservanti e, spesso, anche di grassi idrogenati; a costo di fare qualche passo in più, vale la pena di scegliere un bar (meglio ancora un bar-pasticceria) che serve brioche fresche ogni giorno. Facendo attenzione anche a come le serve: esposte su un vassoio al libero servizio di tutti e alla mercé di starnuti e colpi di tosse? Assolutamente no!

La brioche è merce pregiata che va protetta in una vetrina, alla quale, peraltro, dovrebbe avere accesso solo il barista.

E poi il cappuccino: la schiuma troppo abbondante che deborda dalla tazza, il gusto stracotto del latte sottoposto a continui riscaldi nel bricco, la tristezza della polverina di caffè che rimane sulla lingua proprio negli ultimi sorsi….. .. no, l’arte del cappuccino sa esprimersi a ben altri livelli, e chi la conosce davvero merita il premio del nostro favore.

Senza dimenticare che, per rendere davvero perfetta la colazione al bar, è d’obbligo accompagnare cappuccio e brioche con una spremuta o un succo di frutta: una golosità in più, ma anche un’iniezione di sprint e salute.

Io purtroppo avendo il terrore di cosa mi propinano, non vado più nemmeno a fare colazione al bar e mi porto una fetta di torta di mele che mi fa il mio adorato maritino………….

Ingredienti per circa 8/10 persone

  • 200 gr di farina di riso finissima
  • 50 gr di fecola di patate
  • 150 gr di zucchero di canna
  • 4 uova
  • 120 gr di burro chiarificato
  • 3 mele
  • 1 bustina di vaniglia in polvere
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 pizzico di cannella in polvere
  • q.b. burro chiarificato e farina di riso per la teglia

Preparazione

Preriscaldate il forno a 180 gradi. Lavate e sbucciate due mele. Riducetele a dadini e versate in una terrina con acqua e limone per non farle annerire. L’altra mela tagliatela a fettina sottili e lasciate a bagno in acqua e limone fino all’utilizzo per la copertura.

Versate in una terrina lo zucchero e le uova e montate con una frusta fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Una volta raggiunto il risultato aggiungete il burro a pezzettini, la farina di riso, il lievito, la vaniglia e continuate ad amalgamare tutti gli ingredienti.  Man mano aggiungete i dadini di mela

Imburrate e infarinate uno stampo e versate l’impasto, completate la superficie con le fettine di mela. Cospargete con zucchero di canna e cannella.

Infornate per circa 30/35 minuti e verificate la cottura con la prova stecchino. Infilando lo stecchino nel centro della torta deve uscire asciutto

Sfornate e lasciate raffreddare completamente prima di togliere dallo stampo

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *