Torta di mele

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Tempo Totale
    1 Ora 10 Minuti
  • Porzioni per
    4/6 persone
IMG

Meglio di mille merendine pronte!!!

C’è poco da fare, cappuccio e brioche di prima mattina sono un richiamo al quale è difficile resistere. La comodità di non dover preparare la colazione, unita al piacere di regalarsi un momento tutto per sé prima di immergersi nei ritmi frenetici della giornata, rendono la sosta in un  bar un must irrinunciabile per migliaia di persone, uomini e donne, condannate alla vita di città.

Ma con la salute come la mettiamo? Tutto sommato abbastanza bene: per quanto strano possa sembrare, la più criticata delle abitudini giornaliere non rientra tra quelle da condannare senza appello, a patto soltanto di seguire qualche attenzione davvero minima.

Prima di tutto, se piacere dev’essere, che sia vero piacere: scartate senza pietà tutte le brioche confezionate, piene di conservanti e, spesso, anche di grassi idrogenati; a costo di fare qualche passo in più, vale la pena di scegliere un bar (meglio ancora un bar-pasticceria) che serve brioche fresche ogni giorno. Facendo attenzione anche a come le serve: esposte su un vassoio al libero servizio di tutti e alla mercé di starnuti e colpi di tosse? Assolutamente no!

La brioche è merce pregiata che va protetta in una vetrina, alla quale, peraltro, dovrebbe avere accesso solo il barista.

E poi il cappuccino: la schiuma troppo abbondante che deborda dalla tazza, il gusto stracotto del latte sottoposto a continui riscaldi nel bricco, la tristezza della polverina di caffè che rimane sulla lingua proprio negli ultimi sorsi….. .. no, l’arte del cappuccino sa esprimersi a ben altri livelli, e chi la conosce davvero merita il premio del nostro favore.

Senza dimenticare che, per rendere davvero perfetta la colazione al bar, è d’obbligo accompagnare cappuccio e brioche con una spremuta o un succo di frutta: una golosità in più, ma anche un’iniezione di sprint e salute.

Io purtroppo avendo il terrore di cosa mi propinano, non vado più nemmeno a fare colazione al bar e mi porto una fetta di torta di mele che mi fa il mio adorato maritino………….

 

Ingredienti per 4/6 persone

  • 750 gr Mele Golden
  • 250 gr farina bianca
  • 250 gr zucchero di canna
  • 160 gr burro chiarificato
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio bicarbonato
  • q.b. succo di limone
  • 50 gr zucchero di canna tritato a velo
  • q.b. burro chiarificato per imburrare la tortiera

Procedimento

  1. Sbucciate accuratamente le mele, priva­tele del torsolo e tagliatele a fettine molto sottili. Ponetele in una terrina e ricopritele con 125 grammi di zucchero e con il succo di limone. Lasciatele nell'infusione per un paio d'ore, girandole ogni tanto.

    Nel frattempo, in un'altra terrina sbatte­te le uova con una frusta  e ag­giungetevi lo zucchero rimasto. Fate fondere il burro a bagnomaria e unitelo al composto di uova e zucchero. Versate a pioggia la farina e aggiungete il bicarbonato.

    Fate ammorbidire l'impasto spruzzando­lo con il liquido dell'infuso di mele, quindi incorporatevi, poche alla volta, le fettine di mele mescolando con delicatezza.
    Imburrate una tortiera rotonda, dai bor­di non molto rilevati e non forata al cen­tro; riempitela con il composto. Scaldate il forno a 160 gradi e e poi mettetevi a cuocere la torta per 45 minuti.

    Quando il dolce sarà cotto, sformatelo, lasciatelo raffreddare e spolverizzatelo con lo zucchero a velo, prima di servirlo.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *