Profumata Mousse di Skyr con semi di papavero

Mousse di Skyr con semi di papavero
Commenti: 0 - Stampa

Mousse di Skyr con semi di papavero, una bizzarra combinazione

La mousse di Skyr con semi di papavero è un dessert diverso dal solito, come tra l’altro suggerisce il nome. E’ la lista degli ingredienti a segnare una spiccata diversità rispetto a ciò che siamo abituati a consumare a fine pasto o durante una merenda. Il riferimento è ovviamente allo Skyr e ai semi di papavero. Di quest’ultimo ingrediente parlerò nel prossimo paragrafo. In questo vorrei, invece, soffermarmi sullo Skyr. Probabilmente il nome non vi dice nulla, si tratta, in realtà, di un latticino ancora poco diffuso nel nostro paese ed originario dell’Islanda. Di recente è stato importato in Italia da alcune aziende molto lungimiranti.

La verità è che lo Skyr, utilizzato nella nostra mousse, è uno migliori yogurt in circolazione. Anche se, in realtà, è tecnicamente classificato come “formaggio”. Infatti è realizzato con la cagliata di vitello, anche se il gusto, il colore e la consistenza sono simili a quelli dello yogurt greco. Il sapore è allo stesso tempo intenso e neutro, non a caso lo Skyr può essere impiegato tanto nelle preparazioni dolciarie quanto in quelle salate. Si caratterizza poi per valori nutrizionali davvero notevoli, infatti contiene tantissime proteine e quantità significative di calcio, paragonabili a quelle del nostro parmigiano reggiano. Infine ha un apporto calorico quasi irrisorio per la categoria cui appartiene, ciò grazie alla contenuta quantità di grassi.

Le proprietà organolettiche dei semi di papavero

Per quanto il papavero sia conosciuto per utilizzi ben poco convenzionali, i suoi semi sono  apprezzati dal punto di vista gastronomico. Non a caso arricchiscono molte ricette, sia dolci che salate, tra le quali anche la nostra mousse di skyr. In questo caso, i semi di papavero non intervengono durante la fase di guarnizione ma concorrono a formare il dessert vero e proprio. Infatti, vanno uniti allo Skyr e alla gelatina (o colla di pesce). I semi di papavero si caratterizzano per un aroma particolare, in grado di arricchire qualsiasi preparazione, soprattutto quelle a base di latte e latticini.

Mousse di Skyr con semi di papavero

Tuttavia, si caratterizzano anche per un valore nutrizionale davvero elevato. Il riferimento è in particolare alla vitamina E, nonché ai sali minerali come il manganese, il calcio e il potassio. I semi di papavero sono per loro stessa natura “oleosi”, dunque contengono una discreta quantità di grassi. Si tratta, però, di grassi buoni, come gli omega sei e, in misura minore, gli omega tre. Ben attestate sono le proprietà pseudo-terapeutiche dei semi di papavero, il riferimento è alla capacità attenuare gli episodi gli episodi di ansia e stress, esercitando un timido ma utile effetto calmante. L’elevato contenuto di calcio, infine, consente ai semi di papavero di esercitare una funzione protettiva rispetto ai denti e alle ossa.

Trovare piatti “nuovi” e sfiziosi non è sempre facile, soprattutto quando andiamo di corsa, ma con un pizzico (o più) di semi di papavero… tutto può cambiare in meglio! Con tanti impegni che si accavallano in una vorticosa ed inebriante routine quotidiana, potrete comunque imparare a usare più spesso questi golosi semi. Grazie alla scuola di cucina di NonnaPaperina.it, potrete dare alle vostre pietanze un tocco originale, un gusto particolare e un aroma a dir poco gradevole. Pronti per fare questo viaggio?

semi di papavero sono oleosi, ricchi di vitamine e minerali, e facilmente reperibili nei supermercati. Pertanto, diventeranno ben presto il vostro asso nella manica. Ad oggi, non sono note particolari intolleranze nei confronti di questo alimenti tuttavia contengono nichel, e sappiamo bene quanto questo possa influenzare chi soffre di disturbi.

Il delicato tocco della menta

Anche la menta gioca un ruolo importante nella ricetta della mousse di Skyr e semi di papavero. La sua presenza non è propriamente convenzionale in quanto la menta in genere viene impiegata per realizzare infusi, piuttosto che per valorizzare cocktail alcolici e analcolici. A dire il vero in alcune tradizioni gastronomiche, come quelle dell’Italia meridionale, la menta è impiegata anche per condire i contorni. Tuttavia, l’impiego per i dolci non è poi così diffuso. La sua presenza, quindi, rende ancora più speciale la mousse di Skyr e semi di papavero. La menta, in questo come negli altri casi, esercita un effetto rinfrescante e allo stesso tempo aromatico. Il consiglio è comunque di non abbondare in quanto potrebbe coprire gli altri sentori.

La presenza della menta nella mousse di Skyr è giustificata anche dai suoi valori nutrizionali, che sono davvero significativi. In riferimento è alla quantità di fibre, nonché a quella delle vitamine e dei sali minerali. Tradizionalmente la menta ricopre funzioni particolari, che come accade per molte spezie sfociano nel quasi-terapeutico. Stiamo parlando delle proprietà analgesiche e antiemetiche, che possono tornare utili in alcuni casi specifici. La menta è anche un formidabile digestivo in grado di risolvere gli episodi di nausea e inibire il vomito. Essendo molto profumata, può essere considerata un toccasana anche in caso di alitosi.

Ecco la ricetta della mousse di Skyr con semi di papavero:

Ingredienti:

  • 250 gr. di Exquisa Skyr,
  • 3 fogli di colla di pesce,
  • 2 cucchiai di semi di papavero,
  • 50 gr. di zucchero di canna finissimo,
  • 1 cucchiaio di succo di limone,
  • 1,5 dl. di panna,
  • qualche fogliolina di menta.

Preparazione:

Per la preparazione della mousse di Skyr iniziate ammollando la colla di pesce nell’acqua fredda per una decina di minuti. Poi unite lo Skyr con il succo di limone, i semi di papavero e lo zucchero di canna, infine mescolate.

Ora prelevate la colla di pesce, strizzatela e riscaldatela in una pentola a fiamma bassa, proseguendo in questa operazione fino a quando non si sarà sciolta del tutto. Unitela ad un po’ di Skyr, mescolate per bene e versate questo composto in quello precedentemente realizzato. Infine montate la panna e incorporatela al composto.

Versate la mousse così ottenuta nei bicchieri e fate riposare in frigorifero per circa 4 ore. Al momento di servire, decorate con qualche foglia di menta.

5/5 (402 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rotolo alla crema di nocciole

Rotolo alla crema di nocciole, un dolce perfetto

Rotolo alla crema di nocciole per regalarsi un momento di pura dolcezza Il rotolo alla crema di nocciole è un dolce semplice da preparare e squisito. Si base su un impasto tutto sommato classico ma...

Hummus di cioccolato

Hummus al cioccolato, non la solita crema

Hummus al cioccolato per una merenda davvero gustosa L’hummus al cioccolato è una soluzione molto suggestiva per le colazioni, le merende ma anche per arricchire ricette dolciarie. Può essere...

Gelato allo Skyr e camomilla

Gelato allo Skyr e camomilla, una merenda estiva

Gelato allo Skyr e camomilla, un’idea particolare Il gelato allo Skyr e camomilla è un deliziosa merenda estiva, una ricetta che reinterpreta il concetto stesso di gelato e, allo stesso tempo, ne...

Cremini fritti

Cremini fritti, dei dolcetti squisiti e facili da...

Cremini fritti, un’idea deliziosa I cremini fritti o crema fritti sono dei dolci dalle caratteristiche particolari, infatti sono il risultato della frittura di una crema. Questa viene realizzata...

Mini pie alle more e mirtilli

Mini pie alle more e mirtilli, uno spuntino...

Mini pie alle more e mirtilli, una piccola squisitezza Le mini pie alle more e mirtilli, come suggerisce il nome, sono torte di piccole dimensioni e dal sapore fruttato. Il procedimento è molto...

Ghiaccioli con Skyr e frutti di bosco

Ghiaccioli con Skyr e frutti di bosco, davvero...

Ghiaccioli con Skyr e frutti di bosco, un dessert molto semplice e gustoso I ghiaccioli con Skyr e frutti di bosco sono una gradevole alternativa al classico gelato e ovviamente ai ghiaccioli...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


12-11-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti