Farfalle con melone bianco, un primo ricco di sapore

Farfalle con melone bianco

Farfalle con melone bianco e feta, una perfetta delizia estiva

Le farfalle con melone bianco e feta è il classico primo estivo che privilegia un abbinamento di sapori non eccessivamente forti e una certa dose di colore. Non a caso, questa insalata di farfalle e melone bianco, vanta anche un impatto visivo notevole. Insomma, è una piccola gioia per gli occhi e per il palato. La ricetta, come spesso accade in questi casi, è davvero semplice. Si tratta infatti di condire la pasta con ingredienti a crudo, quali appunto la feta e il melone bianco. In virtù di quest’ultimo ingrediente la pietanza assume un sentore agrodolce, che spicca al primo assaggio ma è tutt’altro che ingombrante (non copre gli altri sapori).

Tra gli ingredienti più sui generis di questa ricetta spicca la feta. Con questo termine, come molti di voi già sapranno, si indica un formaggio tipico greco, che da oltre dieci anno gode del marchio DOP. E’ un formaggio a media-lunga stagionatura, ma che conserva ancora una spiccata morbidezza. E’ realizzato con il latte di capra o di pecora, da qui il suo colore straordinariamente bianco. Il suo contributo per questa ricetta è davvero intuitivo, ma anche significativo. Banalmente, va a formare il condimento della pasta fredda, in questo caso le farfalle.

Per quanto riguarda i valori nutrizionali, la feta si difende molto bene. Non è molto grasso, dal momento che apporta meno di 260 kcal ogni 100 grammi (molto meno del parmigiano per intenderci). Le proteine rappresentano il 14% (una percentuale insolita per un formaggio di questo tipo). I carboidrati abbondano e rappresentano il 42%. La feta è anche ricca di amminoacidi essenziali, che impattano positivamente sulla salute. Per quanto riguarda il gusto, si segnala una certa sapidità ma anche una delicatezza al palato, rara per quei formaggi anche solo mediamente stagionati.

I tanti pregi nutrizionali del melone bianco

Uno dei protagonisti di queste farfalle con melone bianco è proprio il melone. Anche perché è merito di questo frutto se l’insalata di pasta fredda può essere considerata agrodolce (almeno parzialmente). Il trattamento che questa ricetta riserva al melone bianco è semplice, anzi banale: la sua polpa va tagliata a cubetti, condita e utilizzata per insaporire la pasta, tutto qui. Il melone bianco si caratterizza per un sapore lineare, ma allo stesso tempo molto riconoscibile, inoltre possiede valori nutrizionali davvero eccellenti.

Farfalle con melone bianco

Il riferimento è in particolare all’apporto di vitamine, come la vitamina C, che contribuisce a rafforzare il sistema immunitario. Per quanto riguarda i sali minerali, si segnalano elevatissime concentrazioni di potassio. L’apporto calorico, va detto, è davvero basso, dal momento che non va oltre le 40 kcal per 100 grammi. Per nulla trascurabile nemmeno l’apporto di fibre.

Tutta la bontà delle olive taggiasche

La farfalle con melone bianco sono valorizzate anche dalla presenza delle olive taggiasche. Si tratta di un’aggiunta gradevole, che gioca un ruolo significativo in quanto conferisce un tocco di sapore più, smorzando l’approccio equilibrato offerto dalla feta e dal melone bianco. Tra l’altro, le olive taggiasche sono tra le varietà più apprezzate, sia per il gusto che per le loro capacità nutrizionale.

Prima di affrontare l’argomento, vorrei sgomberare il campo da un pregiudizio: le olive taggiasche, come qualsiasi altro tipo di olive, non è affatto calorico. Questo falso mito è frutto dell’accostamento con l’olio, che però prevede nella fase di preparazione un impiego di un numero straordinario di olive. Le taggiasche, ad ogni modo, spiccano per le concentrazioni elevate di vitamina A, B, C ed E, nonché di sali minerali quali ferro, sodio, fosforo, magnesio e potassio. Contengono, poi, abbondante acido oleico, che è una sostanza con funzione antiossidante ed effetti benefici sul cuore.

Ecco la ricetta delle farfalle con melone bianco e feta:

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr. di farfalle consentite;
  • ½ melone bianco;
  • 50 gr. di olive taggiasche;
  • 150 gr. di feta consentita
  • qualche foglia di menta;
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • q. b. di sale e pepe;
  • q. b. di feta.

Preparazione:

Per la preparazione delle farfalle con melone bianco iniziate togliendo la scorza dal melone e poi tagliatelo in due. Se vi risulta difficile tenere il melone in una mano e il coltello nell’altra (può capitare se il frutto è molto grande) procedete così: tagliate via le due estremità, appoggiate il melone verticalmente e poi con un coltello grande applicate una pressione decisa. Ad ogni modo, riducete una metà del melone a pezzi piccoli, anche irregolari se preferite. Versate i pezzi del melone in una terrina e conditeli con olio, un po’ di sale e di pepe. Poi mettete la feta tagliata a pezzi, una manciata di olive taggiasche (denocciolatele se preferite) e poche foglie di menta. Ora cuocete la pasta, scolatela al dente, raffreddatela sotto un getto d’acqua (potete utilizzare direttamente lo scolapasta) e inseritela nella terrina. Mescolate e servite.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti