Lingua di focaccia con uova e prosciutto? Bontà!

Lingue di focaccia con uova e prosciutto
Commenti: 0 - Stampa

La golosa lingua di focaccia con uova e prosciutto

La focaccia è quella pietanza che può accompagnarci dalla colazione agli spuntini notturni: è così fragrante e appetitosa, che risulta davvero impossibile resisterle. Piace agli adulti e anche ai bambini, e può essere farcita in base alle nostre preferenze. In questo caso, vi propongo una soluzione molto saporita: la lingua di focaccia con uova e prosciutto! È una scelta particolare, non è vero? Sicuramente sì e vi assicuro che è a dir poco deliziosa.

La focaccia è così morbida, semplice e genuina, che si presta benissimo a questa combinazione di ingredienti, donando soddisfazione al palato e un buon carico di energia e nutrienti all’organismo. La ricetta della lingua di focaccia con uova e prosciutto rende questo prodotto culinario tradizionale italiano ancor più speciale… Scopriamo qualcosa in più a riguardo e poi andiamo a preparare la pietanza di oggi!

Con le uova di Mericanel della Brianza, fate il pieno di nutrimento e gusto

Proteiche e ricche di minerali e vitamine, le uova di Mericanel della Brianza, che ho scelto per questa ricetta, rappresentano l’alimento ideale per tutti e si prestano a diventare protagoniste di molte ricette, dalle più semplici alle più complesse!

Le uova di Mericanel della Brianza migliori sono quelle reperibili tramite allevatori specializzati e affidabili. In Lombardia ce ne sono molti e lo stesso vale per il resto della penisola. Per questo motivo, ovunque vi troviate … non dimenticate di provarle e di portarle in tavola al più presto. Se vi va, poi, potrete seguire la preparazione di numerose ricette nelle diverse sezioni di questo blog!

uova di mericanel

Prosciutto cotto, che passione!

Il prosciutto cotto, come tutti gli altri salumi, dal punto di vista dei valori nutrizionali costituisce principalmente una fonte di proteine. La quantità di grasso che apporta dipende molto dalla qualità della materia prima. I grassi e la loro quantità relativa sono da considerarsi funzionali alle caratteristiche organolettiche del prosciutto, ma sono anche ad “assunzione discrezionale” perché la porzione visibile può essere rimossa senza fatica.

Ricordate che una porzione da 50 grammi d’insaccati può costituire la principale fonte di proteine di un pasto: è naturale che nel bilancio complessivo della salubrità dell’alimentazione sia meglio che scegliate prodotti di buona qualità, lavorati naturalmente e, se possibile, sgrassati.

Il prosciutto cotto apporta in media il 19-20% di proteine e il 15% circa di grassi. Quest’ultimo valore può arrivare perfino al 3% se scegliete un prosciutto cotto di alta qualità e se lo private del grasso visibile. Una porzione da 50 grammi apporta in media 100-107 kcal. Come tutti gli insaccati, anche il prosciutto cotto è piuttosto ricco di sale, per questo motivo andrebbe consumato con moderazione soprattutto da chi soffre d’ipertensione.

Una porzione di prosciutto apporta anche una discreta quantità di sali minerali come potassio, ferro, calcio e fosforo e mantiene anche una discreta quota di vitamine del gruppo B soprattutto tiamina, riboflavina, niacina.

Un po’ di storia, informazioni e curiosità sulla focaccia

Prima di preparare la lingua di focaccia con uova e prosciutto, dovreste saper che la focaccia (che deriva dal latino “focus”, ovvero cotta sul fuoco) si trovava sulla tavola fin dalla notte dei tempi. Veniva preparata già dai fenici e dai greci, con un impasto di farine d’orzo, segale e miglio. Nell’età romana, invece, veniva offerta agli dei, e nel rinascimento veniva consumata insieme al vino durante la celebrazione dei matrimoni, precisamente al momento della benedizione degli sposi. Oggi è possibile, anche, prepararla in un attimo con il Bel paese Mix® Mix Pane e Pizza .

Oggi, la assaporiamo nelle sue tante varianti e con deliziose farciture, proprio come nel caso della lingua di focaccia con uova e prosciutto. Nella nostra epoca, una delle focacce più rinomate e amate è quella ligure, seguita dalla focaccia di Recco, da quella alle cipolle e dalla focaccia farcita con formaggio e verdure. Tra le versioni dolci sono diffuse invece quella al burro e all’uvetta… In pratica, una volta fatto l’impasto o acquistata la pasta, sono infinite le guarnizioni con cui si può completare la nostra focaccia!

Lingue di focaccia con uova e prosciutto

Lingua di focaccia con uova e prosciutto: tanta energia e numerosi nutrienti

La focaccia è un alimento ricco di carboidrati, mentre uova e prosciutto propongono un pasto abbastanza calorico e molto energetico. In particolare, è utile sapere che il prosciutto è un alimento proteico, che assicura al corpo una notevole quantità di amminoacidi. Questo ingrediente può conferire alla nostra lingua di focaccia con uova e prosciutto una quantità di grassi minore rispetto ad altri affettati e una buona dose di ferro.

Per la sua ricchezza di zinco, è utile alle donne in gravidanza e ai bambini in fase di sviluppo. Le uova, invece, aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari, fanno molto bene al sistema scheletrico (perché ricche di vitamina D), contrastano la caduta dei capelli e consentono di aumentare la massa muscolare…

Questi interessanti benefici si possono portare in tavola semplicemente cucinando una gustosa e calda lingua di focaccia con uova e prosciutto… Non vedo l’ora di gustarla di nuovo!

Ingredienti per 4 persone

per l’impasto:

  • 1/2 kg. di Bel paese Mix® Mix Pane e Pizza
  • 350 ml. di acqua
  • 20 ml di olio extravergine d’oliva
  • 10 gr. di lievito di birra
  • 10 gr. di sale

per la farcitura

  • 200 gr. di prosciutto cotto
  • 4 uova di mericanel della Brianza oppure di quaglia
  • 40 gr. di parmigiano reggiano 36 mesi
  • 1 rametto di origano fresco
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Fate sciogliere il lievito nell’acqua e unite il Bel paese Mix® Mix Pane e Pizza, il sale e solo successivamente l’olio.

Manipolate fino ad ottenere un impasto elastico e lasciate a riposare per 10 minuti.

Formate quattro panetti e lasciate lievitare per 1 ora circa.

Preriscaldate il forno a 230° C utilizzando l’impostazione forno ventilato

Appiattite delicatamente i panetti con le mani e date la forma classica delle lingue. Mettete l’impasto nella teglia e, con l’aiuto di una forchetta, praticate dei fori su tutta la superficie.

Tagliate il prosciutto cotto a striscioline. Grattugiate il parmigiano reggiano. Lavate e asciugate l’origano fresco.

Su ogni lingua, rompete 2 uova ben distanziate fra loro, spargete il prosciutto e una bella spolverata di parmigiano reggiano. Ultimate con sale, pepe e olio extravergine.

Mettete la teglia in forno e cuocete per circa 14-15 minuti. Sfornate e, dopo averla tagliata, servite la vostra focaccia.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con La Veronese

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tacos vegetariani

Tacos vegetariani, variante per chi non ama la...

Tacos vegetariani, una lista di ingredienti perfetta Il concetto stesso di tacos vegetariani potrebbe far storcere il naso a molti, soprattutto agli amanti della cucina messicana. D’altronde, i...

Millefoglie di tortillas con pollo

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, una...

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, un’idea geniale e gustosa La millefoglie di tortillas è un modo alternativo per valorizzare le celebri tortillas messicane. D’altronde, lo si...

Quesadillas con pico de gallo

Quesadillas con pico de gallo, un delizioso street...

Quesadillas con pico de gallo, uno spuntino proteico e gustoso Le quesadillas con pico de gallo sono un tipo di tortilla che rispetta fedelmente la cultura gastronomica messicana, una cultura che...

Verdure miste arrostite

Verdure miste agli agrumi, un pieno di oligoelementi

Verdure miste agli agrumi, un’idea semplice, gustosa e salutare Le verdure miste agli agrumi con aceto di mele e agrumi sono un piatto molto colorato, gustoso e facile da preparare. E’ concepito...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


26-04-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti