Il recupero muscolare inizia a tavola!  

recupero muscolare
Commenti: 0 - Stampa

Dopo l’attività fisica, il recupero muscolare lo possiamo velocizzare mangiando!

Dopo allenamenti ed esercizi fisici vi sarà sicuramente capitato di sentire un certo indolenzimento, in particolare ai muscoli che avete impegnato durante l’attività. Personalmente, ritengo che un piccolo dolorino può provocare anche un lieve piacere, o comunque una certa soddisfazione per il lavoro svolto con evidente efficacia. Tuttavia, è utile sapere che esistono dei cibi perfetti per il recupero muscolare: lo velocizzano e lo rendono più semplice.

Lo sapevate? In alcuni casi, il dolore non è più un dolorino e, chiaramente, è opportuno prestare un po’ più di attenzione. Se persiste, è necessario farsi consigliare da un medico, in quanto potrebbe trattarsi di qualcosa di più grave e non di un semplice affaticamento. Ad ogni modo, consumare alimenti ideali per favorire il recupero muscolare rimane sempre una buona idea. Perciò, addentriamoci nell’argomento e iniziamo a fare una spesa più consapevole anche se siamo intolleranti al glutine, al lattosio e al nichel!

Per gli intolleranti al nichel raccomando sempre di seguire una dieta a rotazione e non ad eliminazione

acqua Ferrarelle

Mangiare meglio significa anche allenarsi meglio!

Gli stessi cibi idonei per il recupero muscolare possono rivelarsi perfetti persino per l’ottimizzazione degli allenamenti successivi. Infatti, è opportuno considerare che la muscolatura risente molto della nostra alimentazione: attuando una dieta adeguata all’attività sportiva, recuperare dopo gli sforzi muscolari risulterà inevitabilmente più semplice e veloce. Inoltre, con buone abitudini alimentari, potrete ottenere molto di più dal vostro corpo e rendere l’attività più efficace, raggiungendo così i vostri obiettivi sportivi.

Gli alimenti adatti per il recupero muscolare possono quindi velocizzare questo processo, ma anche permettervi di notare un miglioramento generale delle prestazioni, un maggiore accrescimento muscolare e una più veloce perdita dei grassi. Perciò, è il momento di scoprire quali sono i cibi più validi e consigliati, che tutti noi dovremo tenere bene a mente, anche quando effettuiamo attività lavorative e sforzi di vario genere. Ad ogni modo, non dimenticate l’acqua, che può idratarci e migliorare le funzioni muscolari e cardiache!

Dobbiamo bere e non solo: ecco gli altri alimenti da considerare per ottimizzare il recupero muscolare

Rimanendo un attimo sulle bevande, dovreste sapere che il caffè riesce ad agire sul sistema nervoso centrale, ripristinandone le funzioni e le tempistiche di recupero da parte dei muscoli. Chiaramente, non dovremo esagerare e dovremo puntare soprattutto sui cibi idonei per favorire il corretto recupero muscolare.

cime di rapaVerdura a foglia verde e crocifere : oltre ad essere una buona fonte di energia con un basso contenuto di zuccheri, le verdure riescono ad avere un impatto positivo anche sul livello di ormoni nell’organismo. Mangiare regolarmente questi alimenti per il recupero muscolare vi permetterà di ridurre il livello di estrogeni e la risposta insulinica, e inoltre a eliminare i radicali liberi che possono risultare dannosi per il corpo.

mirtilliFrutti scuri

    •  (come mirtilli, amarene e prugne): propongono una notevole quantità di fitonutrienti, ovvero sostanze capaci di accelerare l’eliminazione dei prodotti di scarto derivanti dall’esercizio fisico. Numerosi studi e ricerche hanno dimostrato che le amarene in particolare riducono il “DOMS”, cioè l’Indolenzimento Muscolare a Insorgenza Ritardata.

uova orUova: contengono leucina, un importante amminoacido implicato nella costruzione del muscolo. Stimolano la sintesi proteica e contengono sostanze antiossidanti.

conservazione del branzinoPesce: contiene acidi grassi omega 3, che migliorano il funzionamento del sistema immunitario e la segnalazione cellulare; combattono i radicali liberi e riducono efficacemente la produzione di tossine durante l’allenamento.

Erbe aromatiche e spezieLe spezie: in questo caso, parlo in particolare della cannella, che riduce il DOMS e riesce a regolare il livello di zuccheri, aumentando la sensibilità dell’insulina e accelerando il ripristino di glicogeno. È importante considerare anche la curcuma che, insieme allo zenzero, propone ottime proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche.

la Frutta Secca è BenessereMandorle e frutta con guscio: anche questi alimenti sono perfetti per il recuperomuscolare, proprio per il loro contenuto di acidi grassi omega 3 e 6, che stimolano il consumo di energia e vantano proprietà antiossidanti.

kefir senza lattosioCibi fermentati: contengono probiotici che migliorano la digestione, aumentano le difese immunitarie, riducono lo stress ossidativo, accelerano l’eliminazione dei prodotti di scarto e producono neurotrasmettitori. Mangiate più yogurt o bevete kefir per migliorare le vostre prestazioni!

malassorbimento del fruttosioFrutta (e non solo) ad alto indice glicemico e amidi: vi piacciono i sapori dolci dell’anguria, del kiwi, dell’ananas e delle patate? Bene! Sappiate che questi alimenti influiscono positivamente sull’esercizio fisico, in quanto riforniscono i muscoli di glicogeno e permettono un veloce recupero muscolare grazie alle sostanze antiossidanti di cui sono ricchi.

Insomma, con gli alimenti ideali per il recupero muscolare potrete favorire il benessere generale dell’organismo e anche contare su tanto gusto e soddisfazione per il palato!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

chef de partie

Le 4 figure più remunerative nella ristorazione

La specializzazione oggi è tutto nella professione; vale anche nella ristorazione. Un settore che sembra rimanere esente dalla crisi, ma che deve comunque saper interpretare i bisogni di una...

uova a colazione

Uova a colazione, un’abitudine gustosa e nutriente

Perché le uova a colazione? Mangiare uova a colazione, già questa espressione rievoca contesti che ben poco hanno a che vedere con la tradizione italiana, invece hanno a che fare con quella...

Torta Raffaello

Le migliori ricette senza glutine, ottimi piatti glutenfree

Un approfondimento sulla cucina gluten-free Le ricette senza glutine sono un mondo tutto da scoprire, adatte a chi ha ricevuto una diagnosi di celiachia da poco, e deve modificare in modo permanente...

Veggie burger

Veggie burger: idee e consigli per ottimi panini...

Veggie burger: idee e consigli per preparare degli ottimi panini vegani gourmet Negli ultimi anni i Veggie burger sono di grande tendenza, non solo tra vegetariani e vegani che per scelta non...

fiordaliso

Il fiordaliso, una pianta da utilizzare in cucina

Le principali caratteristiche del fiordaliso Oggi voglio parlarvi di una pianta speciale, che regala alcuni tra i fiori più belli da vedere, ossia il fiordaliso. Il nome, così elegante e soave,...

Datteri Mazafati

I datteri, uno dei frutti più buoni e...

Un po' di storia sul dattero Oggi parliamo dei datteri, uno dei frutti più particolari in assoluto. Sono particolari dal momento che fanno riferimento alla cultura araba e mediorientale, e per...

18-08-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti