Sfogliata con agretti e mandorle, diversa dal solito

Sfogliata con agretti e mandorle
Commenti: 0 - Stampa

La sfoglia salata per salvarvi in ogni occasione

Quando non abbiamo voglia di cucinare piatti elaborati, è il tempo delle torte rustiche. Oggi vi propongo la mia sfogliata con agretti e mandorle, una ricetta golosa e semplice che vi salverà in più occasioni.

Questa torta salata vi conquisterà per la particolarità dei sapori: ho scelto, come protagonista del piatto, il retrogusto amaro degli agretti, stemperato da una sfiziosissima besciamella vegetale, aromatizzata alla noce moscata. Per sgranocchiare qualcosa ho scelto, invece, le mandorle. Il tutto avvolto da un croccante strato di pasta sfoglia Exquisa.

Potete servire la sfoglia con agretti e mandorle come antipasto sfizioso, come piatto unico per un pranzo di corsa, all’aperto o un pic-nic. Quel che è certo, è che conquisterà tutti!

Gli agretti, protagonisti di sapore

Gli agretti, conosciuti anche come barba di frate, sono un ortaggio particolarmente rinomato per il caratteristico retrogusto amaro, da questo deriva la loro denominazione.

Avete presente le scene di quei film western, in cui ci sono degli arbusti che rotolano sospinti dal vento? Appartengono alla famiglia della Salsola, di cui gli agretti sono i germogli.

Questo ortaggio, che viene solitamente consumato dopo essere stato sbollentato, è ricco di acqua e fibre, quindi ha un ottimo effetto depurativo e detox, contiene anche vitamine A, B e C, per non parlare della presenza di sali minerali come potassio, calcio, magnesio e ferro.

Essendo poveri di carboidrati, gli agretti, sono consigliati per chi è a dieta, perché la presenza di clorofilla funge da regolatore dell’assorbimento lipidico e questo, unito al loro alto potere saziante, è un mix perfetto per rimanere in forma.

Sfogliata con agretti e mandorle

Mandorle e noce moscata, quel tocco in più che non ti aspetti

Le mandorle sono quel tocco un più, croccante e gustoso. Sono perfette per fare rapidamente il pieno di energie, grazie al loro elevato potere calorico, tanto che 100 gr. di mandorle contengono 600 kcal.

Sono però le regine della frutta secca, date le ottime sostanze nutritive che contengono: in primis sono ricche di sali minerali, come ferro, magnesio e calcio. In secondo luogo sono una fonte preziosa di vitamina E, fibre ed antiossidanti, che contrastano la formazione di radicali liberi e rallentano i processi di rilassamento della pelle. Infine, l’acido folico, particolarmente consigliato alle donne durante la gravidanza.

Un ingrediente che aggiungerà carattere a questa torta rustica è la noce moscata. La Myristica Fragrans è una pianta originaria dell’Indonesia, la spezia che noi conosciamo come noce moscata è di fatto il seme dell’albero.

Anticamente era considerata un potente afrodisiaco, tanto che si dice che alcuni l’avessero sempre con sé, per essere pronti a grattugiarne un po’, di nascosto, nel vino o nel piatto del proprio innamorato o innamorata.

Sono solo dicerie, ma quel che è certo, è che la noce moscata, oltre ad essere una fonte preziosa di sali minerali, come rame, potassio, calcio, ferro, zinco e magnesio, è anche ricca di antiossidanti e vitamine A, B e C, ed acido folico.

Ed ecco la ricetta Sfogliata con agretti e mandorle

Ingredienti per 4/6 persone

Preparazione

Togliete la pasta sfoglia dal frigo e lasciatela riposare a temperatura ambiente per circa dieci minuti prima di iniziare a lavorarla. Intanto preriscaldate il forno a 190°C in modalità ventilata, oppure a 200° C con l’impostazione forno statico.

Pulite gli agretti, quindi lavateli e scottateli per 2 minuti in una pentola d’acqua bollente salata. Sgocciolateli e fateli raffreddare.

In una ciotola mescolate la farina di mandorle con la besciamella vegetale e le uova, aggiungete un pizzico di sale, la noce moscata ed il pepe.

Su una placca da forno stendete la pasta sfoglia, versatevi la farcia e stendetevi sopra il composto.

Disponete il tutto su una teglia foderata di carta da forno, infornate e fate cuocere per 20-25 minuti.

Nel frattempo, in una padella antiaderente, tostate le lamelle di mandorle.

Quando la vostra sfogliata sarà pronta, distribuite le mandorle sulla superficie e servite.

Buon appetito!

5/5 (487 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tacos vegetariani

Tacos vegetariani, variante per chi non ama la...

Tacos vegetariani, una lista di ingredienti perfetta Il concetto stesso di tacos vegetariani potrebbe far storcere il naso a molti, soprattutto agli amanti della cucina messicana. D’altronde, i...

Millefoglie di tortillas con pollo

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, una...

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, un’idea geniale e gustosa La millefoglie di tortillas è un modo alternativo per valorizzare le celebri tortillas messicane. D’altronde, lo si...

Quesadillas con pico de gallo

Quesadillas con pico de gallo, un delizioso street...

Quesadillas con pico de gallo, uno spuntino proteico e gustoso Le quesadillas con pico de gallo sono un tipo di tortilla che rispetta fedelmente la cultura gastronomica messicana, una cultura che...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


27-07-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti