Allergia al nichel e depilazione : quali metodi depilatori scegliere?

Come dire addio ai problemi da allergia al nichel per depilazione

Rossori, bruciori, vescicole, prurito e desquamazione da depilazione sono solo alcuni dei fastidiosi disturbi con cui deve combattere chi è allergico al nichel.

Arriva l’estate ed i problemi possono aumentare: ci esponiamo di più al contatto diretto ed indiretto con il metallo ma ovviamente, anche le depilazioni diventano più frequenti, soprattutto per le donne.

Per chi è allergica al nichel, rimuovere i peli superflui con la ceretta non è un’operazione scontata, in quanto se il prodotto in uso non risulta “nichel Tested” o “nichel Free” potrebbe rivelarsi addirittura problematico per la salute della pelle. Ecco perché, sarà fondamentale optare per una ceretta delicata che non comporti l’irritazione della cute.

Ceretta nichel free: “No” a rasoi, pinzette e silk epil!

In realtà, il nichel è una sostanza presente in natura ed è per questo che è difficile che in un cosmetico oppure in un prodotto per il corpo risulti completamente assente.

Certo è che per le “nicheline”, l’uso di pinzette, rasoi, silk epil è sconsigliabile. Infatti, se da un lato si eliminano velocemente i peli, dall’altro si favorisce la comparsa di foruncoli e della dermatite.

E per esperienza personale, vi dico che ho provato tutti questi metodi di depilazione ma il contatto con il metallo ha a volte determinato reazioni cutanee di bruciore misto a prurito, insopportabili in particolare con il caldo, quando il sudore peggiore la situazione.

Allergia al nichel e depilazione

Epilation concept. Legs of beautiful young woman lying on bed

Scegli la ceretta “nichel tested”: ecco la soluzione per gli intolleranti al nichel

La soluzione più efficace è la ceretta. Sarà necessario però selezionare dei prodotti su cui sono esplicitamente riportate le diciture “nichel tested” oppure “nichel free”, e questa accortezza è fondamentale.

Quindi, una volta stesa la ceretta, bisognerà procedere velocemente allo strappo in modo da limitare al minimo il contatto con la sostanza ed evitare che possa essere assorbita dal corpo perché, come ho già precisato, pur se in piccolissima percentuale, la molecola è sempre presente in qualsiasi prodotto.

Per la fase post depilatoria: olio, burro o aloe vera

Subito dopo la depilazione, vi consiglio di eliminare immediatamente i residui di cera utilizzando olio o burro (o anche un mix) perché sono entrambi molto simili al sebo prodotto dal corpo e pertanto evitano alterazioni della cute ed esercitano sulla stessa un potere calmante e lenitivo.

Anche un concentrato di aloe vera è ottimo per la fase post depilatoria e risulta un ottimo idratante per combattere la pelle secca.  Io ho provato tutte e tre le soluzioni e devo dire che sono efficacissime e contengono in modo evidente le irritazioni.

Possiamo concludere dicendo che per quanto riguarda la depilazione, se si è allergici al nichel, la soluzione ideale è la ceretta, purché sia testata e quindi in grado di garantire la presenza di una minuscola percentuale del metallo tale da risultare innocua.

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *