Omelette di pomodori secchi e tenebrioni

omelette di pomodori secchi e tenebrioni
Commenti: 0 - Stampa

“Curiamoci” con le omelette di pomodori secchi e tenebrioni

L’ omelette di pomodori secchi e tenebrioni che andiamo a descrivere oggi è tripudio di raffinatezza e originalità nella preparazione in cucina senza condizioni. Vogliamo avere successo a tavola, stupire e farci ricordare con dei piatti unici?

Bene, lavorare con cura non basta. Occorre di più.  Ad esempio, per farlo possiamo partire proprio dagli ingredienti di recente in assoluto più discussi e che, a quanto pare, sono oggi diventati parte della nostra alimentazione: gli insetti.

Non meraviglia affatto che, ad alcuni, questi piccoli animaletti che siamo abituati a vedere in campagna possano “impressionare” un po’ tutti quanti noi. Tuttavia, la scelta del nostro Paese di ammetterli senza condizioni parte dall’assunto per il quale un crostaceo di mare non possa essere considerato, per analogia, differente. Le omelette di pomodori secchi e tenebrioni proprio per via della presenza di questo magico ingrediente della terra, sono un pozzo di sali minerali e di vitamine, con l’aggiunta di un sapore inimitabile.

Il piatto che “aiuta” l’ambiente e il nostro organismo

Gli scettici del consumo di insetti a tavola dovrebbero sapere che, allevare insetti è, per la nostra economia, sicuramente meno dispendioso che allevare animali con un contestuale risparmio energie su tutti i fronti, a tutto beneficio dell’ambiente. Queste omelette poi, dal punto di vista nutrizionale, sfiorano un equilibrio perfetto, essendo ricche di ferro, presente nei tuorli e di sali minerali e vitamine, le cui fonti sono proprio rappresentate dai tenebrioni.

Omelette di pomodori secchi e tenebrioni

Le omelette di pomodori secchi e tenebrioni oltre ad aiutare l’ambiente bilanciano dunque perfettamente l’apporto di nutrienti di cui il nostro organismo ha bisogno, soddisfacendo al tempo stesso i piaceri del palato, con un mix di morbidezza e croccantezza, della omelette e dei tenebrioni rispettivamente, impossibile da eguagliare con altre pietanze.

Il tenebriobe è il primo insetto dichiarato ufficialmente commestibile in Europa. Il suo nome è tenebrione mugnaio ed è comunemente conosciuto come tarma della farina. A seguito della valutazione scientifica dell’ Efsa, gli stati membri dell’Unione Europea hanno autorizzato la commercializzazione come alimento dellelarve gialle essiccate di questo insetto.

Nuova frontiera?

Formiche, scorpioni, larve: ecco solo alcuni insetti commestibili con i quali, di qui a poco, probabilmente prenderemo familiarità. Se fino ad oggi eravamo abituati a vederli rappresentati come giocattoli educativi dei più piccini, oggi possiamo trovarceli i formato caramellato e croccante nel piatto. Si tratta di alimenti che, probabilmente, dovremmo iniziare a guardare però con meno diffidenza: se l’UE ne ha legalizzato il commercio nei paesi che ve ne fanno parte -Italia compresa ovviamente- qualche ragione vi sarà.

Chi si voglia affacciare al consumo di questo super food farà bene a sapere che trattasi di alimenti consumati sin dalla notte dei tempi da popoli interi che, meraviglia delle meraviglia, sono sopravvissuti! Ma c’è di più: stando a studi condotti su campioni di persone che consumano insetti con regolarità, sembra che la loro salute ne abbia parecchio giovato. Blatte, larve, formiche e scorpioni sono una miniera di proteine a fronte di un contenuto calorico e in grassi che si approssima allo zero.

Riesci a immaginare le omelette di pomodori secchi e tenebrioni?

La scelta di realizzare questo piatto è poi apprezzabile anche da un altro punto di vista: questi insetti hanno -diversamente da quello che si può immaginare- un bassissimo rischio di trasmissione di zoonosi, ossia di malattie trasmesse dagli animali all’uomo, tra le quali l’H1N1 (influenza aviaria). Queste omelette sono dunque molto di più che una semplice frittata: rappresentano una vera conquista di originalità, anche in termini nutrizionali.

Le omelette di pomodori secchi e tenebrioni forniscono proteine di alta qualità e nutrienti in tutto e per tutto paragonabili a quelli forniti dalla carne e dal pesce. Questa qualità dipende proprio dalla presenza di tenebrioni, insetti questi particolarmente importanti come integratori dietetici in quanto ricchi in fibre e in micronutrienti quali manganese, fosforo, rame, ferro, magnesio, selenio e zinco.

Ed ecco la ricetta della Omelette di pomodori secchi e tenebrioni

Ingredienti per 4 persone:

  • 10 uova
  • 16 gr.  di tenebrioni
  • 60 gr. di pomodori secchi sott’olio
  • 2 cucchiai di parmigiano reggiano stagionato 36 mesi
  • una macinata pepe nero
  • q.b sale

Preparazione

Asciugate i pomodori secchi dal loro olio, quindi tagliateli a pezzetti piccoli.

In una terrina rompete le uova quindi aggiungete i pomodori e i tenebrioni, unite il parmigiano, regolate di sale e pepe e infine, con l’aiuto di una frusta, sbattete il composto per amalgamare il tutto. Dividete il composto così creato in quattro parti uguali e utilizzatele mano a mano cuocendole in padella per creare delle omelette.

Impiattate mettendo una omelette su ogni piatto e infine guarnite con scaglie di parmigiano e pomodori secchi interi. Decorate a piacere e servite calde.

4/5 (406 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

hummus di cannellini, bacon e cicale

Hummus di cannellini, bacon e cicale: alternativo

Una delizia fai da te facilissima da preparare: hummus di cannellini, bacon e cicale. Basta con i contorni ormai ampiamente conosciuti, quelli che puntualmente già si sa di trovare a tavola, che non...

pomodori concassé con baco da seta

Insalatina di pomodori concassé con baco da seta

Scopriamo insieme l’insalatina di pomodori concassé con baco da seta.Di contorni la nostra dieta mediterranea ne conta davvero tanti, ma di certo quello che andiamo a presentarvi oggi supera tutti...

pasta con alga spirulina

Pasta con alga spirulina, crema di basilico e...

Un pizzico di fantasia a tavola: pasta con alga spirulina, crema di basilico e grilli La pasta con alga spirulina, crema di basilico e grilli buona, salutare, leggera, è l'ideale per chi ama la...

quiche di grilli

Quiche di asparagi e grilli : via libera...

Espressione gustosa del novel food: Quiche di asparagi e grilli La quiche, equivalente allo sformato italiano di derivazione francese, è di per sé molto semplice da preparare ma al tempo stesso...

lasagnetta croccante di scorpione

Lasagnetta croccante di scorpione con ragù di carciofi

Scopriamo la lasagnetta croccante di scorpione. Lasagnetta croccante di scorpione con ragù di carciofi e pomodorini arrosto. La lasagna è per antonomasia il piatto della nostra tradizione...

tagliatelle con farina di grillo

Tagliatelle con farina di grillo? Assaggiamole !

Pronti/e per la preparazione delle tagliatelle con farina di grillo? Forse non ci credete, ma in realtà è proprio così: possiamo fare le tagliatelle con la farina di grillo e tante altre pietanze...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


16-05-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti