Quiche di asparagi e grilli : via libera all’originalità

quiche di grilli
Commenti: 0 - Stampa

Espressione gustosa del novel food: Quiche di asparagi e grilli

La quiche, equivalente allo sformato italiano di derivazione francese, è di per sé molto semplice da preparare ma al tempo stesso estremamente morbida e gustosa a base di uova e, a piacere, panna. Oggi vogliamo stupirvi con una versione di quiche davvero speciale e non tanto per la pur ottima presenza di asparagi e panna, quanto per l’utilizzo di un ingrediente davvero insolito: i grilli.

Questi piccoli insetti dalla notte dei tempi già edibili all’estero, da qualche tempo anche in Italia si possono commercializzare, per via dell’applicazione del nuovo regolamento europeo sul novel food, che apre le porte alla possibilità di servire a tavola questi “ingredienti” piccoli nelle dimensioni ma grandi nel gusto e nell’apporto di nutrienti. Sono infatti proprio i grilli i protagonisti della quiche di asparagi e grilli che andiamo a presentare in questa ricetta alternativa e dissonante con il solito e comune modo di intendere il cibo.

Sembra un abbinamento assurdo ma non è cosi!

L’ Asparagus officinalis è una pianta indigena dell’Europa e dell’Asia in zone dal clima temperato; in Italia viene comunemente coltivato negli orti. Gli asparagi erano molto apprezzati dai Romani, tra i quali sono da ricordare Giulio Cesare e il poeta satirico Giovenale. Gli asparagi possono essere coltivati dal seme oppure darizomi (detti zampe) da cui si originano i polloni carnosi e muniti di squamette alla estremità, che si usano come ortaggi di primavera.

A seconda del modo di coltivazione si hanno asparagi verdi o asparagi bianchi (cresciuti interrati), che sono tanto più apprezzati quanto più estesa è la parte tenera e commestibile. Si hanno numerose varietà di asparagi, da raggruppare nel modo seguente: asparago verde o asparago comune; asparago violetto o rosato, fra cui il bianco d’Olanda, che ha per prototipo assai pregiato l’ Argenteuil; l’asparago d’Alemagna o di Milano.

Negli Stati Uniti sono state ottenute delle varietà giganti quale la colossale di Connovers, ancora poco diffusa in Italia. Le varietà precoci si trovano già a febbraio, ma la massima produzione si ha in maggio/giugno.

La varietà più comune di asparagi è di colore verde chiaro. Scegliete cime diritte, di dimensioni uniformi, con punte compatte. Le cime rotonde e piene sono generalmente più tenere di quelle piatte. Dopo avere avvolto le basi in un panno umido, si conserva in frigorifero in una busta di plastica.

Gli asparagi sono una buona fonte delle vitamine A e C, sono inoltre ricchi di calcio, fosforo, potassio, ferro e tianina.

Quando si dice “un pizzico di fantasia” in cucina…

Se, nel mondo, gli insetti sono stati da sempre considerati alimenti come altri, nel nostro Paese mangiare questi piccoli animaletti è considerata cosa da reality show. Questo fino a qualche anno fa, perché le cose ora stanno cambiando. La quiche di asparagi e grilli fornisce un apporto proteico assolutamente non trascurabile proprio grazie ai grilli. Se qualcuno dovesse avere timore di mangiarli, beQUICHE DI GRILLIh giova rammentare che in paesi come la Thailandia complessivamente se ne producono 7.500 tonnellate all’anno.

La si voglia considerare come contorno o come antipastino questa quiche soddisfa le pretese di chi intende realizzare piatti originali, unici, che non temono confronti. I tempi di preparazione sono davvero insignificanti, gli ingredienti sono facili da trovare. Stiamo infatti parlando di uova, che tutti noi abbiamo comunemente nei nostri frigoriferi, nonché di panna e di asparagi anch’essi onnipresenti nei nostri banchi alimentari in ogni stagione.

Scopriamo il nuovo cibo che sa di terre lontane

La versatilità della quiche è tale da dare possibilità di includere tanti altri alimenti creando così innumerevoli varianti, anche a base di carne. La nostra quiche di asparagi e grilli va ben oltre la scelta della comune carne che siamo avvezzi ad utilizzare in cucina: per la preparazione di questa soffice bontà abbiamo pensato ai grilli. Più originalità in cucina di questa!

Un secondo piatto del genere certo assicura un primato di bontà, oltre che di genuinità. Vera panacea per chi vorrebbe da tempo provare questi piccoli insetti croccanti che da poco tempo

anche da noi è possibile finalmente reperire con grande facilità. D’altro canto, se l’Europa si è mossa per autorizzarne la commercializzazione significa che l’indice di gradimento era ben alto.

Ed ecco la ricetta della quiche di asparagi e grilli

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 rotolo di pasta briseè consentita
  • 300 gr. di asparagi
  • 100 gr,  di parmigiano reggiano stagionato 36 mesi
  • 4 uova
  • 150 gr di panna consentita
  • un cucchiaio di timo tritato
  • q.b. sale e pepe

    Preparazione:

    Dopo aver pulito gli asparagi fateli lessare in una pentola con abbondante acqua salata e quindi, una volta cotti, tagliate le punte e mettetele da parte mentre il resto tagliatelo a fettine sottili.

    Fate saltare gli asparagi così ottenuti in una padella regolandone la sapidità e mettendoli poi in una terrina a cottura completata.

    Imburrate degli stampini monodose, che dovranno essere trattati per evitare che le quiche vi si attacchino, stendete la pasta briseè e quindi sul fondo adagiatevi gli asparagi e i grilli.

    In una terrina lavorate le uova insieme alla panna, al timo e al parmigiano reggiano fino ad ottenere un composto omogeneo, infine dividetelo in quattro parti e versatelo negli stampi.

    Una volta composte le quiche cuocetele in forno ventilato a 180°C per 18/20 minuti.

    Lavate due pomodori sotto abbondante acqua fresca quindi tagliateli a metà e con l’aiuto di un cucchiaio scavateli in modo che rimangano cavi. Salate la polpa che avete rimosso e infine frullatela grossolanamente per poi riposizionarla dentro ai pomodori.

    Impiattate ponendo una quiche in ogni piatto accompagnate da mezzo pomodoro, guarnite e decorate a piacere e quindi servite con la quiche calda

5/5 (487 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

hummus di cannellini, bacon e cicale

Hummus di cannellini, bacon e cicale: alternativo

Una delizia fai da te facilissima da preparare: hummus di cannellini, bacon e cicale. Basta con i contorni ormai ampiamente conosciuti, quelli che puntualmente già si sa di trovare a tavola, che non...

pomodori concassé con baco da seta

Insalatina di pomodori concassé con baco da seta

Scopriamo insieme l’insalatina di pomodori concassé con baco da seta.Di contorni la nostra dieta mediterranea ne conta davvero tanti, ma di certo quello che andiamo a presentarvi oggi supera tutti...

pasta con alga spirulina

Pasta con alga spirulina, crema di basilico e...

Un pizzico di fantasia a tavola: pasta con alga spirulina, crema di basilico e grilli La pasta con alga spirulina, crema di basilico e grilli buona, salutare, leggera, è l'ideale per chi ama la...

omelette di pomodori secchi e tenebrioni

Omelette di pomodori secchi e tenebrioni

“Curiamoci” con le omelette di pomodori secchi e tenebrioni L' omelette di pomodori secchi e tenebrioni che andiamo a descrivere oggi è tripudio di raffinatezza e originalità nella...

lasagnetta croccante di scorpione

Lasagnetta croccante di scorpione con ragù di carciofi

Scopriamo la lasagnetta croccante di scorpione. Lasagnetta croccante di scorpione con ragù di carciofi e pomodorini arrosto. La lasagna è per antonomasia il piatto della nostra tradizione...

tagliatelle con farina di grillo

Tagliatelle con farina di grillo? Assaggiamole !

Pronti/e per la preparazione delle tagliatelle con farina di grillo? Forse non ci credete, ma in realtà è proprio così: possiamo fare le tagliatelle con la farina di grillo e tante altre pietanze...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


26-05-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti