Lasagnetta croccante di scorpione con ragù di carciofi e pomodorini arrosto

lasagnetta croccante di scorpione MarcoMayer

Scopriamo la lasagnetta croccante di scorpione con ragù di carciofi e pomodorini arrosto

La lasagna è per antonomasia il piatto della nostra tradizione mediterranea. Da intere generazioni nei giorni di festa adulti e piccini attendono questa prelibatezza con ansia. Famiglie intere si raccolgono intorno alla tavola nel giorno consacrato senza compromessi alla buona cucina, la domenica, nella speranza di veder impiattata questa succulenta e fumante pietanza che, in genere, presuppone tanta fatica nella preparazione.

Le versioni che se ne possono preparare sono infinite e, fortunatamente, tra queste ne esistono alcune che prevendono poco tempo per la realizzazione per un risultato che nulla ha da invidiare rispetto a quello della preparazione tradizionale. Ed ecco proposta oggi una declinazione di questo primo piatto davvero originale. D’altronde, l’innovazione è senza dubbio la tradizione di domani, quello che oggi è inedito diverrà parte della cucina del futuro.

lasagnetta croccante di scorpione

La gustosa variante del piatto della nostra tradizione culinaria

È proprio vero, il cibo è arte. Oggi chi, per passione, preferenza o necessità vuole realizzare qualcosa di davvero originale può farlo con un ingrediente in più: gli insetti. La lasagnetta croccante di scorpione con ragù di carciofi e pomodorini arrosto vede come protagonista in scena lo scorpione che, finalmente superato il pregiudizio di tante persone, conquista il podio nella preparazione di tanti gustosi piatti.

La concezione della genialità e dell’originalità senza regole anche in cucina ha trovato nella scelta di ammettere anche nel nostro Paese il consumo di insetti la sua panacea. Ed ecco che questo primo piatto si fa in questo modo miniera di proteine, vitamine e fibre con un indice calorico praticamente irrilevante.

La scelta dei giusti ingredienti per la lasagnetta croccante di scorpione con ragù di carciofi e pomodorini arrosto

Circa la bontà della scelta di poter godere di tutte le numerose proprietà nutritive degli insetti si discute ormai da tanto tempo, ma oggi, il dibattito non ha ragion d’essere, visto che questi preziosi insetti possono dirsi bagaglio anche della nostra dieta mediterranea. La lasagnetta che proponiamo mette insieme questi validi alimenti con ingredienti chiave della nostra alimentazione: farina di ceci, pomodorini e carciofi, valide fonti di sali minerali, vitamine e antiossidanti.

Questa lasagnetta croccante di scorpione con ragù di carciofi e pomodorini arrosto mette insieme tradizione, originalità e un pizzico di innovazione garantendo un apporto di calorie nettamente inferiore a quello derivante dal consumo delle classiche lasagne con il sugo o con la besciamella. Il tornaconto in termini di gusto e di genuinità è poi insospettabilmente elevato. Qualche ragione per non consumarla? Bisognerà rifletterci bene per trovarla!

Ed ecco la ricetta della Lasagnetta croccante di scorpione con ragù di carciofi e pomodorini arrosto

Ingredienti per 4 persone:

Per la pasta

Per il condimento

  • 4 carciofi
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1/2 bicchiere di brodo vegetale q.b.
  • un grappolo di pomodorini
  • mezzo cucchiaino di maizena
  • 2 cucchiai di olio extra-vergine d’oliva
  • q.b. sale e pepe

Preparazione:

Nella planetaria mettete la farina 00, la farina di ceci e la polvere di scorpione, quindi aggiungete le due uova e impastate fino a che non risulterà un impasto liscio ed omogeneo.

Dopo aver rimosso l’impasto dalla planetaria, lasciatelo riposare in frigorifero per circa mezz’ora.

Dopo che avrà riposato fate passare l’impasto così ottenuto in una sfogliatrice fino a che non avrà raggiunto uno spessore di circa mezzo millimetro, infine tagliate la pasta a quadrati dai lati di 10 centimetri.

Lavate i pomodorini sotto abbondante acqua salata, rimuovete la polpa e i semi e dopo averli conditi con sale e pepe a vostro piacere e lasciateli scolare in uno scolapasta per circa mezz’ora, quindi disponeteli su una teglia foderata di carta da forno e infornate a 250°C per 10 minuti in forno ventilato.

Pulite e mondate i carciofi (ricordandovi che fino alla cottura andranno conservati in acqua acidulata con del limone per evitarne l’ossidazione), quindi tagliateli in 8 spicchi.

In una casseruola stufateli con del brodo vegetale e un goccio di vino bianco regolando di sale e pepe a vostro piacere e continuate la cottura con il coperchio e aumentando la potenza del fuoco per circa dieci minuti passati i quali rimuoverete il coperchio e procederete a rimuovere i liquidi rimasti per poterli lavorare ulteriormente

In un goccio di acqua fate quindi sciogliere mezzo cucchiaino di maizena e infine aggiungetelo ai liquidi rimossi dai carciofi mescolando fino a ottenere una salsina densa. In una pentola portate quindi a temperatura adatta alla frittura dell’olio di semi e passateci per qualche secondo i quadrati di pasta che avete creato in precedenza in modo da cuocerli e farli diventare croccanti.

Impiattate quindi alternando carciofi e pomodorini e i quadrati di pasta, guarnite con la salsa di carciofi e decorate a piacere.

Servite il piatto ben caldo.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *