La colazione di Pasquetta: un rituale dolce o salato?

Depurazione e gusto: la colazione della Pasquetta

La colazione di Pasquetta dà il via a una giornata da trascorrere con amici o parenti, al verde o al mare, in agriturismo o in qualche hotel sciccoso. Questa giornata non prevede, di solito, delle grosse abbuffate come quelle del giorno prima, anche perché si dimostra essere una fase di transizione tra un giorno ricco di leccornie e l’inizio della routine quotidiana.

Per questo sarebbe meglio se durante la colazione optassimo per alimenti leggeri ma sani, gustosi e con poche calorie. Se siete confusi su cosa buttarmi, fugate ogni interrogativo: vi daremo le giuste dritte per mangiare a colazione una varietà di alimenti adatti alle vostre esigenze.

Perché la chiamiamo Pasquetta?

Il giorno dopo la Pasqua viene chiamato volgarmente Pasquetta, ma si tratta di un nomignolo che è entrato in uso per indicare il giorno successivo. In realtà, il calendario gregoriano e il Vangelo chiamano il giorno di Pasquetta Lunedì dell’Angelo per indicare quel giorno in cui le donne che andarono al Sepolcro di Gesù per imbalsamare il suo corpo e incontrarono l’angelo che annuncia la resurrezione di Cristo.

Ma la Pasquetta non viene ritenuta una festa dai cattolici, e infatti è considerato un giorno festivo solo dal calendario civile. Tradizionalmente, in questa giornata di festa si organizzano delle scampagnate fuori porta iniziando proprio da una colazione di Pasquetta organizzata con amici per poi continuare in un bel picnic.

Cosa scegliere per la colazione della Pasquetta: dolce o salato?

Se non riuscite a rinunciare al dolce, potete mangiare a colazione i resti della colombina pasquale del giorno precedente, magari accompagnata anche ad una tazza di the verde. Ma potete anche scegliere i fantomatici pancakes con marmellata da accompagnare ad una calda tazza di latte Gplus con il 30% in meno di zuccheri

Per i vegetariani il centrifugato di barbabietola è un must, mentre per chi vuole una colazione molto sostanziosa e onorare le tradizioni può buttarsi sulle uova: tra le uova sode colorate e le uova occhio di bue e speck cosa preferite?

Per chi invece ha il palato alla francese, ci vuole una colazione di Pasquetta chiccosa: una bella croque monsieur con prosciutto, tacchino e scamorza affumicata: di certo non sembra un toccasana per il fegato! Per chi vuole tenersi in linea basta scegliere un semplice yogurt greco e fragole fresche, mentre per i più affamati di zucchero ci sono le uova di cioccolato ma…attenti a non mangiarvi pure la sorpresa!

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *