Tutte le proprietà del Tulsi: una pianta speciale

Una pianta come il Tulsi merita assolutamente la nostra attenzione

Il Tulsi è una pianta molto simile al basilico. È dotata di grandi potenzialità e di tante caratteristiche interessanti, ma purtroppo non è molto conosciuta in Italia. Tuttavia, è attualmente al centro di numerose ricerche che stanno portando alla luce tante delle sue proprietà e dei benefici che è capace di regalare al nostro organismo. Pertanto, merita decisamente la nostra attenzione e provare questo rimedio è sicuramente una buona idea.

Questa pianta è molto usata dalle famiglie indiane e viene considerata sacra in molti parti dell’India. Le sue foglie e le sue radici vengono usate per preparare un decotto curativo e capace di offrire al nostro corpo degli effetti estremamente positivi. Quali sono?

Tulsi: tutte le proprietà e i benefici da non sottovalutare

In primo luogo, è utile sapere che secondo diverse ricerche, questa pianta è capace di aiutare a gestire e prevenire il diabete: grazie a potenti antiossidanti e oli essenziali, si abbassano i livelli di zuccheri nel sangue e le cellule del pancreas che si occupano di immagazzinare e rilasciare insulina funzionano più correttamente. Questa azione comporta anche un aumento della sensibilità all’insulina che consente di curare e prevenire il diabete.

Gli antiossidanti presenti nelle foglie di Tulsi possono inoltre aiutare il corpo contrastare lo stress ossidativo e i suoi effetti negativi, a proteggere il cuore (in particolare mantenendo la pressione sanguigna sotto controllo e abbassando i livelli di colesterolo nel sangue), ad alleviare i calcoli renali, a prevenire il cancro e a contrastarne la progressione, a far scendere la febbre, a mantenere la pelle e capelli sani, a guarire alcuni disturbi respiratori e ad alleviare il mal di testa.

Questa pianta vanta persino di importanti proprietà diuretiche, disintossicanti, antidolorifiche, antibatteriche, antibiotiche, purificanti, espettoranti, antifungine, antiallergici e antinfiammatorie. Pertanto, possiamo dire che si tratta di un vegetale a dir poco miracoloso e, grazie a tutto questo, possiamo anche capire perché viene considerato sacro e perché il suo utilizzo è molto frequente nella quotidianità delle famiglie indiane.

Consigli per l’uso: ecco come possiamo usufruire delle innumerevoli proprietà del Tulsi

A questo proposito, sappiate che possiamo trovarla in varie forme: al naturale, essiccata, in capsule, in polvere e sotto forma di olio. Quest’ultimo è perfetto per contrastare il prurito, per trattare le punture di insetti e per rendere la pelle più sana e bella. Può anche essere usato per i capelli.

Le foglie di Tulsi (anche secche) sono perfette per preparare decotti curativi, utili per trattare alcune problematiche all’occhio grazie a degli impacchi. Possono inoltre essere bevuti frequentemente per eliminare l’alito cattivo e per avviare un trattamento che consente di riscontrare i benefici che abbiamo appena visto.

Un decotto con l’aggiunta di un pizzico di cardamono è l’ideale per fare scendere la febbre. Se poi viene mescolato il tutto con latte e zucchero, questo rimedio è perfetto anche per i bambini. Infine, è utile sapere che foglie di questa pianta (se fresche) possono anche essere masticate a stomaco vuoto tutti i giorni. In questo caso, si tratta di una soluzione valida per prevenire e trattare i disturbi cardiaci, per smettere di fumare e per alleviare lo stress in modo naturale.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *