Cuori di pasta sfoglia con crema all’acqua

cuori di pasta sfoglia con crema allacqua
Commenti: 0 - Stampa

Ecco un dessert per le occasioni speciali e non solo: i cuori di pasta sfoglia con crema all’acqua ideali per la vostra festa di San Valentino

Se avete voglia di offrire ai vostri ospiti un dessert unico, un dolcetto che accompagni il tè o una merenda sfiziosa e leggera, i cuori di pasta sfoglia con crema all’acqua fanno al caso vostro. Gustosi e altamente digeribili anche per gli intolleranti, vi faranno fare sempre una bella figura e verranno apprezzati sia dagli adulti che dai bambini!

Per prepararli, abbiamo scelto pochi ingredienti sani e genuini, capaci di rendere la preparazione molto veloce e semplice e di offrire anche una buona quantità di nutrienti. Pronti per scoprire esattamente di cosa stiamo parlando? Probabilmente, già al solo pensiero vi è venuta l’acquolina in bocca. Pertanto, andiamo a scoprire tutto quello che c’è da sapere su questa ricetta: dagli ingredienti alle modalità di preparazione…

Cuori di pasta sfoglia, la leggerezza parte dall’esterno…

Come abbiamo detto, si tratta di dolcetti di pasta sfoglia. Tuttavia, non si tratta di una pasta sfoglia qualunque, ma di un impasto senza glutine e senza lattosio. Questo significa che potranno assaporare questo dessert anche coloro che soffrono di intolleranza e che potranno gustarlo in tutta la sua fragranza. Per preparare questa pasta speciale, abbiamo pensato di utilizzare ingredienti leggeri, semplici e genuini, come la farina senza glutine, l’aceto di mele, l’olio, l’acqua e il sale.

cuori dolci SV DSC_4312

Questi alimenti permettono di preparare dei cuori di pasta sfoglia leggeri, morbidi e capaci di sciogliersi in bocca. Grazie agli ingredienti selezionati, potrete avvalervi non solo della giusta consistenza e delicatezza, ma anche di un sapore leggero che potrà abbracciare perfettamente quello del ripieno, senza mettere in difficoltà l’organismo e, in particolare, l’apparato digerente.

Questa pasta sfoglia potrà offrirvi inoltre un giusto apporto di carboidrati, ma anche una discreta quantità di vitamine e minerali: sostanze nutritive che potranno essere compensate dal valore nutrizionale della crema all’acqua, ovvero la speciale farcitura, anch’essa senza glutine e senza lattosio. Usare la forma a cuore renderà questi dolcetti ancor più romantici e deliziosi, sia per gli adulti che per i bambini.

Lo speciale ripieno dei cuori di pasta sfoglia: la crema all’acqua

Pensare che si possa preparare una crema con l’acqua non è da tutti, ma la verità è che può venirne fuori una farcitura leggera e allo stesso tempo dolce, morbida, genuina e nutriente quanto basta. Per prepararla, useremo la salutare e digeribile farina di riso, lo zucchero, l’acqua e aromi come la vaniglia e la scorza di arancia grattugiata. Anche in questo caso, si tratta di ingredienti semplici e in grado di non affaticare l’apparato digerente.

cuori dolci SV DSC_4326

Grazie alla crema all’acqua, potremo farcire i nostri cuori di pasta sfoglia  e renderli ancora più dolci e sfiziosi, senza mettere a rischio la nostra salute, ma neanche la linea. Questa particolare crema è l’ideale per coloro che non digeriscono i latticini e si rivela una soluzione davvero unica per tantissime altre preparazioni. Provate per credere!

Ingredienti per 4 persone

per la pasta

  • 50 gr fecola patate
  • 150 gr farina riso
  • 80 gr farina quinoa
  • 60 gr farina tapioca
  • 1 cucchiaino aceto mele
  • 50 ml olio semi o olio extra vergine oliva o in alternativa 70 gr di burro senza lattosio
  • 140/150 ml acqua ghiacciata
  • q.b sale
  • q.b. zucchero velo

per la crema all’acqua

  • 25 gr farina riso
  • 2 cucchiai zucchero canna extrafine
  • q.b. acqua
  • q.b. aromi vaniglia e scorza arancia grattugiata

Preparazione

In un pentolino sciogliete la farina di riso con un pochino di acqua tiepida per evitare che si formino grumi, aggiungete lo zucchero e gli aromi  e continuate piano piano ad inserire l’acqua fino ad ottenere la consistenza desiderata portando ad ebollizione.

Lasciate bollire per un paio di minuti e poi lasciate intiepidire.

Setacciate le farine. Versate le farine con l’aceto, l’olio, un pizzico di sale  e l’acqua ghiacciata e impastare velocemente.

Fate riposare l’impasto in frigorifero  per 30 minuti e poi distendete fino a che non diventa quasi trasparente, 4 o 5 mm circa. Fate molta attenzione a non “strappare” la pasta.

Dividete in due rettangoli uguali la sfoglia  e con un cucchiaino depositare una noce di crema distanziando gli uni dagli altri  in modo da poter “tagliare” il cuore.

Con un dito bagnato di acqua bagnate la sfoglia intorno al ripieno in modo che quando ci distenderete sopra l’altra parte della pasta aderisca bene in chiusura.

Coprite con l’altro rettangolo di pasta brisée  e ritagliate il cuoricino con la formina a cuore .

Spolverate con abbondante zucchero a velo e cuocete per 15 minuti circa a 200°C.

5/5 (441 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Un brunch di San Valentino

Un brunch di San Valentino davvero originale

Proposte sfiziose per un San Valentino diverso dal solito Il brunch di San Valentino è un’idea per festeggiare la festa degli innamorati in modo diverso. Di solito, si predilige la classica cena...

Mini madeleine al pepe rosa

Mini madeleine al pepe rosa e cacao a...

Mini madeleine al pepe rosa e cacao, un dolce davvero speciale Le mini madeleine al pepe rosa e cacao sono un’ottima idea per San Valentino. L’impatto visivo, i colori (tendenti al rosa) e il...

croquembouche

Croquembouche, deliziosi bignè al caramello

Cosa sono i croquembouche? I croquembouche, osservati dall’esterno, assomigliano alla nostra pignolata, tuttavia dovrebbero essere associati più che altro ai celebri profiteroles. Si tratta,...

Tartare di bisonte con uova di quaglia

Tartare di bisonte con uova di quaglia, un...

Tartare di bisonte con uova di quaglia, un piatto di alta classe La tartare di bisonte con uova di quaglia è un secondo piatto raffinato, da sfoderare durante le occasioni speciali. Io lo...

Red Velvet al mais bianco

Red Velvet al mais bianco, torta per grandi...

Perché questa Red Velvet al mais bianco è diversa dalle altre? La Red Velvet al mais bianco e polvere di ibisco non è una torta come le altre, lo potete intuire dal nome. Certo conserva alcune...

Crostata con marmellata di arance e fragole

Crostata con marmellata di arance e fragole per...

Crostata con marmellata di arance e fragole, una combinazione suggestiva La Crostata con marmellata di arance, un dolce per tutti, Questa ricetta è stata preparata non solo perchè è squisita, ma...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


09-02-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti