bg header
logo_print

Crostata con confettura di fichi e albicocche

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Crostata con confettura di fichi e albicocche
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 25 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

La crostata con confettura di fichi e albicocche è una vera delizia che non conosce limiti di tempo. Non è solo una prelibatezza per la colazione, ma è anche l’ideale per concedersi una golosa merenda che solletica il palato in qualsiasi momento della giornata.

Immagina un guscio di pasta friabile che avvolge un cuore generoso di confettura fatta in casa, una combinazione di fichi e albicocche che si fondono in un’accoppiata irresistibile di dolcezza e freschezza. Ogni morso è un’esplosione di sapori, un’esperienza che soddisfa i sensi e mette un sorriso sul tuo volto.

La crostata con confettura di fichi e albicocche è la compagnia perfetta per la tua tazza di caffè del mattino, ma è altrettanto deliziosa con una tazza di tè pomeridiano o come dolce fine pasto. La sua versatilità la rende adatta a qualsiasi occasione: un piccolo piacere personale durante una pausa di lavoro, un’opzione per una merenda con gli amici o un dessert speciale per concludere una cena.

Esploreremo tutti i segreti di questa crostata eccezionale. Scopriremo la sua storia, le sue radici culinarie e come prepararla con cura per ottenere il massimo in termini di gusto e consistenza. Unisciti a noi in questo viaggio culinario e lasciati tentare dalla magia di questa crostata che sa essere molto di più di un semplice dolce. La crostata con confettura di fichi e albicocche è una promessa di delizia in ogni momento della tua giornata.

Ricetta Crostata con confettura di fichi e albicocche

Preparazione Crostata con confettura di fichi e albicocche

Unire in una ciotola la farina di mais e il burro e lavorarlo fino d ottenere una crema. Unire poi l’uovo, lo zucchero e il lievito e continuare a lavorare. Aggiungere poi la farina di riso e la scorza di mezzo limone grattata. Lavorare fino ad ottenere un impasto uniforme, chiudere in un panetto, coprire con la pellicola e far riposare 1 ora in figo.

Stendere delicatamente la frolla e adagiarla su una teglia imburrata. Aggiungere la confettura e infornare a 180° in forno statico per 20/25 minuti.

Tagliare a spicchi le albicocche lavate. Sciogliere in una padella il burro e lo zucchero, poi unire le albicocche insieme alle foglie di menta e far cuocere fin quando si saranno leggermente appassite.  Quando la crostata è fredda coprirla con le albicocche e lasciar riposare.

Ingredienti Crostata con confettura di fichi e albicocche

per la frolla

  • 40 gr di burro chiarificato
  • 90 gr di farina di mais
  • 90 gr di zucchero
  • 160 gr di farina di riso
  • 1 uovo
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 limone biologico

per la copertura

  • 3 cucchiai di confettura di fichi
  • 20 gr di burro chiarificato
  • 4 foglie di menta
  • 40 gr di zucchero di canna bianco
  • 250 gr di albicocche

OCrostata con confettura  di fichi e albicocche: una deliziosa opzione per i celiaci

Crostata con confettura di fichi e albicocche per i miei bimbi! La colazione è spesso considerata il pasto più importante della giornata, e con ragione. È il momento in cui prepariamo il nostro corpo per affrontare le sfide fisiche e mentali della giornata che ci attende. Una colazione equilibrata fornisce al nostro organismo l’energia necessaria e ci aiuta a evitare cali di zuccheri che potrebbero influire in modo negativo sulle nostre prestazioni.

Tuttavia, per coloro che vivono con la celiachia, la scelta dei cibi da colazione può rappresentare una sfida aggiuntiva. La celiachia è una condizione autoimmune in cui il consumo di glutine, una proteina presente in molti cereali, può provocare reazioni avverse nell’intestino tenue. Questo significa che i celiaci devono evitare cibi che contengono glutine, come il pane tradizionale, i cereali e molti dolci.

Ma la buona notizia è che ci sono molte opzioni senza glutine deliziose e nutrienti disponibili, che consentono ai celiaci di godere di una colazione gustosa e salutare. Una di queste opzioni è la crostata con confettura di fichi e albicocche.

Perché la crostata con confettura di fichi e albicocche è una scelta eccellente ?

  • Senza Glutine: La base di questa crostata è preparata con ingredienti senza glutine, come la farina di mandorle. Questo la rende sicura per chiunque soffra di celiachia.
  • Sapore Straordinario: La combinazione di fichi e albicocche nella confettura conferisce a questa crostata un sapore dolce e fruttato che conquista il palato. Anche i non celiaci adoreranno questa delizia.
  • Nutrienti Benefici: La frutta, ricca di vitamine e fibre, rende questa crostata una scelta più sana rispetto a molti dolci tradizionali. Le mandorle utilizzate nella base apportano proteine e grassi salutari.
  • Facile da Preparare: Nonostante la sua apparente complessità, la crostata è piuttosto semplice da preparare, e il risultato è sorprendentemente professionale.
  • Momenti Speciali: Condividere questa crostata con la famiglia o gli amici durante la colazione o la merenda può trasformare questi momenti in qualcosa di speciale e gratificante.

La celiachia non dovrebbe mai significare rinunciare al gusto e al piacere di mangiare. La crostata con confettura di fichi e albicocche è una dimostrazione di come sia possibile soddisfare le papille gustative e le esigenze nutrizionali, indipendentemente dalle restrizioni dietetiche. Quindi, per tutti coloro che vivono con la celiachia, questa crostata può diventare un’opzione preferita per iniziare la giornata con energia e soddisfazione.

La farina di mais è sicura per i celiaci e ha importanti proprietà. È ricca di vitamina A per gli occhi e contiene amido e fibre che aiutano la digestione e il controllo del peso. Inoltre, rallenta l’assorbimento di zuccheri, regolando il livello di zucchero nel sangue. La farina di mais è anche una buona fonte di proteine, con zeina e zeatina, che contengono amminoacidi essenziali necessari per il corpo. Questi amminoacidi devono essere ottenuti attraverso il cibo perché il corpo non li produce da solo.

Scopri i benefici delle albicocche: alleate del tuo cuore

La crostata con confettura di fichi e albicocche senza glutine è una vera delizia per il palato, ma non è solo una festa per i sensi. È anche un vero elisir di salute, grazie alla presenza delle albicocche tra i suoi ingredienti. Questi piccoli frutti colorati sono noti per i loro numerosi benefici per la salute e, oltre a rendere questa crostata ancora più speciale, possono fare meraviglie per il tuo corpo.

Le albicocche sono ricche di vitamina A e vitamina C, rendendole potenti antiossidanti naturali. Questi composti sono fondamentali per prevenire l’insorgenza di tumori e per contrastare l’azione dei radicali liberi, non per danneggiare la bellezza e la tonicità della pelle. Sono una fonte significativa di fibre, il che le rende eccezionali per promuovere la regolarità intestinale e migliorare la qualità della digestione. Le fibre sono essenziali per mantenere un sistema digestivo sano e funzionante.

Grazie al loro contenuto di ferro, le albicocche sono anche un valido alleato nella lotta contro l’anemia. Il ferro è essenziale per la produzione di globuli rossi e la prevenzione della stanchezza e dell’affaticamento. L’alto contenuto di acqua nelle albicocche le rende un’opzione eccellente per un effetto drenante. Questo significa che possono aiutare a ridurre il ristagno di liquidi nel corpo, contribuendo così a migliorare la sensazione di gonfiore.

La storia e le origini delle albicocche

Le albicocche sono deliziose e succose frutte con una lunga storia che abbraccia molte civiltà e regioni del mondo. Le albicocche (Prunus armeniaca) sono originarie dell’Asia centrale, specificatamente della Cina, dove la loro coltivazione è documentata fin dal 2000 aC Questa regione è considerata originale la patria di queste gustose drupe. Il nome scientifico “Prunus armeniaca” potrebbe far pensare che le albicocche abbiano avuto origine in Armenia, ma in realtà questo nome potrebbe derivare dal fatto che le albicocche vennero introdotte in Armenia dai commercianti cinesi diversi secoli fa.

Le albicocche furono successivamente portate in Persia (l’attuale Iran) e divennero popolari nell’antica Persia. In persiano, le albicocche erano conosciute come “Zard-ālū”  che significa “prugna gialla”. Da qui, il frutto si diffonde nelle regioni mediterranee, compresa la Grecia antica.

Nell’antica Roma, le albicocche erano conosciute come “malum armeniacum” (mele armene) ed erano considerate una prelibatezza. Furono ampiamente coltivate e apprezzate per il loro sapore dolce e le loro proprietà nutrizionali.

Continuarono a diffondersi in Europa durante l’Impero Romano e furono coltivate anche in Spagna e in altre parti dell’Europa meridionale. Nel corso dei secoli, la coltivazione delle albicocche si estese in diverse regioni del mondo, inclusi i paesi del Medio Oriente, il Nord Africa, il Sud America e, infine, il Nord America.

Le albicocche ai tempi nostri

Oggi, le albicocche vengono coltivate in molte parti del mondo, con diverse varietà che variano in termini di sapore, dimensioni e colore. Alcune delle varietà più conosciute includono la “Albicocca Blenheim” in California, la “Albicocca di Nancy” in Francia e la “Albicocca di Malatya” in Turchia.

La coltivazione moderna delle albicocche richiede un clima caldo, e le regioni più importanti per la produzione di albicocche includono la California negli Stati Uniti, la Spagna, l’Italia, la Turchia e l’Iran.

Le albicocche sono apprezzate per il loro sapore dolce e succoso, nonché per i loro benefici per la salute, grazie alla presenza di vitamine, minerali e antiossidanti. Possono essere consumate fresche, secche, utilizzate nella preparazione di marmellate, succhi di frutta, dolci e molto altro. La loro storia lunga e ricca le rende un elemento affascinante nella cultura alimentare mondiale.

Le albicocche sono caratterizzate da una forma sferico-ovoidale con un solco laterale più o meno pronunciato e una buccia che va dal giallo pallido al rosso aranciato. All’interno, se si trova un nocciolo ovale, compresso lateralmente, che può contenere una mandorla dolce o amara. Esistono numerose varietà di albicocche, ciascuna con le proprie caratteristiche.

Il periodo ideale per acquistare le albicocche è durante la loro stagione di maturazione, che generalmente va da maggio ad agosto, con la produzione massima registrata in giugno e luglio.

Quando scegli albicocche fresche, opta per frutti maturi ma ancora compatti, di colore rosso-arancio, che siano teneri ma non troppo molli e ben succosi. Evita frutti immaturi, duri, verdognoli o troppo maturi e deteriorati. Puoi conservare le albicocche in frigo e assaporarle al meglio entro breve tempo. Inoltre, tieni presente che le albicocche sono una preziosa fonte di vitamina A e potassio, rendendole non solo deliziose ma anche nutrienti per il tuo cuore e il tuo corpo in generale.

Ricette con fichi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rotolini di piadina con nutella e banana

Rotolini di piadina con nutella e banana, ottimi...

Le numerose varianti dei rotolini di piadina ripieni La nutella è tra gli ingredienti protagonisti di questi rotolini di piadina. E’ una soluzione facile per ottenere un ripieno gustoso e...

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...