Educare al risparmio dell’acqua: ci pensa Ferrarelle

Ferrarelle educa al risparmio dell’acqua

Ferrarelle lo ha fatto con un libro davvero speciale, impreziosito dalle illustrazioni del bravissimo Emiliano Ponzi.

Amare la cucina significa necessariamente ragionare in ottica sostenibile. Non è possibile, almeno per quanto mi riguarda, provare soddisfazione quando lavoro ai fornelli senza la giusta attenzione a questo aspetto, che passa anche dal risparmio dell’acqua, un bene prezioso che è tutto tranne che inesauribile.

Come mi muovo a livello concreto? Cercando di utilizzare solo le quantità necessarie e, quando possibile, di riciclare l’acqua di cottura della pasta, ottima per annaffiare le piante ma anche per impacchi ai capelli.Buzzoole

Un impegno tangibile per la sostenibilità

L’attenzione alla sostenibilità è un valore essenziale per me e per questo mi piace vedere i grandi brand che dimostrano sensibilità in merito partendo dalle generazioni più giovani, come è stato fatto da Ferrarelle in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua promossa dall’Unesco.

Sì, solo partendo da un processo educativo completo fin dall’infanzia è possibile avviare alla sostenibilità quotidiana, che vede nel risparmio dell’acqua un atto essenziale per la sopravvivenza del pianeta.Buzzoole

D’Acquà a là: quando l’inchiostro azzurro non basta

D’Acquà a là: è questo il curioso titolo del volume, che è stato presentato in anteprima in una scuola di Milano. Il titolo è secondo me fantastico e non può che invogliare i più piccoli a scoprire il mondo creativo di Emiliano Ponzi, con le sue illustrazioni colorate che rappresentano comportamenti virtuosi che è possibile mettere in pratica nel quotidiano (nelle righe precedenti ne ho citati alcuni, sperando di avervi aiutato un po’ a capire quanto siano semplici).

Le illustrazioni di Emiliano Ponzi sono tutte colorate, fatta eccezione per l’acqua, un bene che è importante rispettare fin dalla prima infanzia. Come si può risolvere questo piccolo problema? Utilizzando il pennarello allegato al libro, per accorgersi poco dopo che l’inchiostro non è sufficiente a colorare tutto.

Sì, avete capito benissimo: Ferrarelle ha lanciato un messaggio sostenibile in maniera squisitamente creativa e soprattutto molto pratica, il che mi piace ancora di più. Poteva essere altrimenti, considerando la mia passione viscerale per la cucina con tutto quel che concerne dal punto di vista della scoperta e della sperimentazione? Direi proprio di no!

Cosa dire di più se non che sono entusiasta di poter parlare di sostenibilità in questo modo, con un occhio di riguardo ai più piccoli e all’importanza della creatività (a proposito, davvero tanti complimenti a Emiliano Ponzi)!!

Guarda il Video Ferrarelle e dimmi che ne pensi! #FerrarelleWaterDay

Condividi!

Un commento a “Educare al risparmio dell’acqua: ci pensa Ferrarelle

  1. Lisa

    Considerando, onestamente, quanto spreco di acqua ed inquinamento sia causato dal “fabbricare e -smaltire- bottiglie monodose usa e getta” ..come è possibile sostenere in modo coerente questo dramma, vendendole e comperandole?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *