Crostatine con taleggio e broccoli

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    40 Minuti
tartellette broccoli e taleggio ridotta

Nota per gli intolleranti al nichel: questa è una ricetta che contiene il pomodoro e si raccomanda di mangiarla solo nei giorni liberi della dieta a rotazione!!!

Uno dei formaggi preferiti dalla mia famiglia è il taleggio. È vero, non ha un buon odore e devo ammettere che non è gradevole averlo in frigorifero, però, questo piccolo disagio si supera facilmente una volta che inizia a sciogliersi in bocca.

Sì perché è incredibile la differenza che passa tra l’odore e il sapore di questo straordinario formaggio, delicato e leggermente aromatico, per alcuni fruttato e acidulo. E poi, ha una consistenza che mi piace molto e che lo rende perfetto per l’utilizzo in cucina.

Tradizionalmente è usato nei risotti e nella polenta, io lo uso tanto per fare torte salate o, come in questo caso, delle crostatine o sfogliatine con i broccoli, un accostamento, davvero azzeccato.

Un altro aspetto interessante di questo formaggio è che, oltre a essere relativamente poco grasso (circa 26% di grassi totali), ha un buon profilo nutrizionale. Ad esempio, è ricco di proteine, Sali minerali e vitamine, principalmente A e B2.

Interessante del taleggio è che non è necessario togliere la crosta che, invece, è una parte essenziale. Cioè, la sottile crosta bianca è edibile perché subisce un particolare processo di stagionatura in cui ogni sette giorni le forme di taleggio sono rivoltate e soggette a spugnature con acqua e sale.

Quest’operazione fa in modo che non si formino muffe strane e, viceversa, si favorisca lo sviluppo di muffe e lieviti non dannosi per la salute (penicillium e geotrichum) e che donano alla crosta del taleggio la sua tipica colorazione rosata.

Questa è solo una delle fasi, quella finale, della produzione che è necessario seguire per ottenere il marchio di qualità D.O.P. e che vi consiglio di cercare prima di acquistare il taleggio.

Solo in questo modo, infatti, avrete la certezza di stare comprando un prodotto che conserva le caratteristiche ottimali di gusto e qualità certificate e garantite dal Consorzio.

Convinti? Allora forza, iniziate a impiegare il taleggio nel modo migliore con questa ricetta!

Nota per gli intolleranti al nichel: questa è una ricetta che contiene il pomodoro e si raccomanda di mangiarla solo nei giorni liberi della dieta a rotazione!!!

 

 

 

 

 

Ingredienti per 4 persone

  • 1 panetto pasta briseè (vedi ricetta https://www.nonnapaperina.it/2013/08/pasta-brise-light-senza-burro/)
  • 250 gr broccoli
  • 3 pomodori
  • 120 gr taleggio
  • q.b. olio extravergine d'oliva
  • q.b. sale fino

Procedimento

  1. Mondate, lavate e dividete le cime dei broccoli e fate cuo­cere al vapore per 15 minuti.

    Trascorso il tempo di cottura, la­sciate intiepidire, tritate fine­mente i broccoli. Tagliate il taleggio a pezzettini.  Lavate e tagliate i pomodori a dadini piccoli

    Scaldate il forno a 200°C. Sud­dividete la pasta briseè in 4 grossi rettangoli, disponete sulla superficie di ciascuno un paio di cucchiai di pasta di salame, i dadini di pomodori, i broccoli tritati e i dadini di taleggio.

    Condite con un filo d'olio e un pizzico di sale e, a piacere, trasferite su una teglia ricoper­ta con carta da forno e fate cuocere per 10-15 minuti, o fino a quando la pasta risulterà dorata.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *