Tofu di canapa fritto nel glucosio

Tempo di preparazione:

Il tofu non ha bisogno di molte presentazioni. Poco saporito ma in compenso estremamente versatile, costituisce un piatto praticamente pronto. Basta per esempio farlo marinare con salsa di soia e olio, e poi gustarlo su una bruschetta spolverizzato con un trito di olive o di pomodori secchi, o ancora aggiungerlo alle minestre, al riso o ad altri cereali. È ottimo anche frullato con l’acqua delle olive nere e un po’ di olio e poi spalmato sul pane o servito con verdure alla griglia. Insomma, si tratta soltanto di dare spazio alla fantasia e alla creatività. Ancora più saporito il prodotto affumicato, che può essere gustato con verdure cotte o crude o cereali.

E’ da poco arrivato in commercio un nuovo tipo di tofu: si chiama “Hemp-fu”, si ottiene dalla canapa, ha un gusto molto gradevole e si trova in comodi panetti bianchi al naturale o in crocchette e burger alla piastra.

Il suo ingresso sul mercato rappresenta un’interessante alternativa ai più classici secondi vegetali quali legumi, tofu di soia, tempeh e seitan e può essere integrato nella dieta non solo da vegetariani e vegani, ma anche da tutti coloro che amano provare cibi nuovi e non vogliono sfruttare gli animali per alimentarsi.

Il processo di produzione consiste nell’ammollo e nella spremitura a freddo dei semi della Cannabis Sativa, pianta molto versatile della quale si utilizzano semi, foglie e fusto per produrre alimenti, carta, tessuti, tappeti, materiali isolanti ed essenze aromatiche per la cosmesi. In particolare, dai semi decorticati si ottengono gustosi snack, creme, salse, gelati, olio e formaggio vegetale.

E’ da poco entrato in commercio il tofu di canapa chiamato Hemp-fu ed è molto simile per aspetto al tradizionale tofu di soia (che noi intolleranti al nichel non possiamo mangiare), ma presenta proprietà organolettiche molto diverse. E’ un po’ più saporito, ha una consistenza più friabile ed una granulosità maggiore.

Anche il tofu di canapa può essere consumato crudo in insalata oppure frullato per ottenere una salsa da spalmare o fritto nel glucosio per renderlo più croccante.

L’Hemp-fu presenta:

  • un ottimo profilo aminoacidico per la presenza di tutti gli aminoacidi essenziali
  • un basso contenuto di aminoacidi solforati dannosi per la mucosa intestinale
  • un buon contenuto di lisina normalmente poco rappresentata nei cereali e negli ortaggi

Inoltre il tofu di canapa offre una maggior concentrazione di fibra rispetto a legumi, cereali e tofu di soia.

Viene realizzato con semi di canapa – preziosi per la loro ricchezza di proteine, fibre, sali minerali e grassi polinsaturi – ammollati e maci­nati. Il tofu di canapa, o hemp-fu, è gustoso sia crudo sia cotto e risulta meno allergenico del prodotto derivato dalla soia.

Ingredienti per 4 persone:

  • 12 pezzi di tofu di canapa,
  • rosmarino essiccato
  • 30 gr. di farina di riso,
  • un uovo intero,
  • pangrattato senza glutine,
  • glucosio per friggere.

Preparazione

Tagliate il tofu in quadrati, passateli prima nel rosmarino, poi nella farina, quindi nell’uovo sbattuto e infine nel pane grattugiato.

Fate fondere il glucosio in un pentolino.Quando si sarà sciolto, e sarà diventato trasparente potete procedere alla cottura, tuffando i quadratini.Controllate il colore degli alimenti mentre friggono, quando saranno nocciola o un po’ più scuri significa che è arrivato il momento di toglierli dal glucosio.

Lasciate asciugare dall’eccesso di glucosio il cibo su carta assorbente da cucina per qualche minuto

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *